Frasi di Anassagora

Anassagora photo
26   30

Anassagora

Data di nascita: 500 a.C.
Data di morte: 428 a.C.

Anassàgora è stato un filosofo greco antico.

Anassagora è un filosofo presocratico, annoverato tra i fisici pluralisti insieme con Empedocle e Democrito. Fu il primo filosofo a "importare" la filosofia nella penisola greca, più precisamente ad Atene .

Nel 462 a.C. si stabilì nella Atene governata da Pericle. Questa città era un importante centro culturale per l'epoca. Anassagora formulò nuove ipotesi, in cui giunse alla conclusione che esistono, sparse in tutto l'universo, sostanze semplici, in continuo movimento. Sono particelle piccolissime che si raggruppano e si separano dando origine alle cose e agli esseri. Il movimento continuo è impresso alle particelle da una sostanza leggera e sottile, diffusa in tutto l'universo. Anassagora formulò inoltre ipotesi anche sul moto dei corpi celesti. Per le sue affermazioni fu considerato empio e fu allontanato da Atene. Wikipedia

„In ogni [cosa] c'è una particella di ogni [cosa], eccezion fatta per l'Intelletto: ma ci sono [cose] in cui v'è anche l'Intelletto.“

—  Anassagora

frammento 11
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

„Il cosiddetto latte d'uccello è il bianco dell'uovo.“

—  Anassagora

frammento 22
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

„Tutte le altre più appariscenti che in essa sono in misura massima.“

—  Anassagora

frammento 12
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

„[Sappiamo usare] l'esperienza, la memoria, il sapere e l'arte.“

—  Anassagora

frammento 21b
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

„Poiché l'aria e l'etere si separano dal molto che li involge e tale involucro per quantità è illimitato.“

—  Anassagora

frammento 2
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

„Le parvenze fenomeniche, infatti, sono l'aspetto visibile delle [cose] non appariscenti.“

—  Anassagora

frammento 21a
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

„Tutte le altre [cose] hanno parte a tutto, mentre l'Intelletto è infinito e signore assoluto e a nessuna cosa è mescolato, ma solo lui sta in se stesso. Se non stesse in se stesso, ma fosse mescolato a qualcos'altro, sarebbe partecipe di tutte le cose, se fosse mescolato a una qualsiasi. Poiché in ogni [cosa] c'è una particella di ogni [cosa], come ho detto in precedenza: le [cose] mischiate ad esso lo limiterebbero cosicché non avrebbe potere su nessuna cosa come l'ha quando sta solo in se stesso. Perché è la più leggera e la più pura di tutte le cose: ha conoscenza totale su tutto e la più grande potenza su tutto e di quante (cose) sono viventi, le maggiori e le minori, su tutte ha dominio l'Intelletto. e sull'intero rivolgimento l'Intelletto ebbe potere tanto da darne l'inizio. E in principio ha dato inizio a tale rivolgimento dal piccolo, poi la rivoluzione diventa più grande e diventerà più grande. E le [cose] che si mischiano insieme e si separano e si disgiungono, tutte l'Intelletto ha conosciuto. E qualunque [cosa] doveva essere e qualunque fu che ora non è, e quante sono al presente e qualunque altra sarà in avvenire, tutte le ha ordinate l'intelletto, anche questa rotazione in cui si rivolgono ora gli astri, il sole, la luna, l'aria, l'etere che si vengono separando. Proprio questo rivolgimento li ha fatti disgiungere e per disgiunzione dal raro si forma il denso, dal freddo il caldo, dall'oscuro il luminoso, dall'umido il secco. In realtà molte [cose] hanno parte a molte [cose], ma nessuna si separa o si disgiunge del tutto, l'una dall'altra, eccetto l'Intelletto. L'Intelletto è tutto quanto eguale, e il più grande e il più piccolo. Nessun'altra [cosa] è simile ad altra, ma ognuna è ed era le [cose] più appariscenti che in essa sono in misura massima.“

—  Anassagora

frammento 12
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

„Non sono separate le une dalle altre con un taglio della scure, né il caldo dal freddo, né il freddo dal caldo.“

—  Anassagora

frammento 8
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

„Il sole manda la sua luce alla luna.“

—  Anassagora

frammento 18
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

„A causa della loro opacità [dei sensi] non siamo in grado di giudicare il vero.“

—  Anassagora

frammento 21
Frammenti di Sulla natura (titolo convenzionale)

Autori simili

Epitteto photo
Epitteto51
filosofo greco antico
Talete photo
Talete35
filosofo greco antico
Zenone di Cizio photo
Zenone di Cizio15
filosofo greco antico
Protagora photo
Protagora9
retore e filosofo greco antico
Diogene di Sinope photo
Diogene di Sinope22
filosofo greco antico
Platone photo
Platone144
filosofo greco antico
Antistene photo
Antistene7
filosofo greco antico
Epicuro photo
Epicuro38
filosofo greco antico
Aristotele photo
Aristotele187
filosofo e scienziato greco antico
Menandro photo
Menandro14
commediografo greco antico
Anniversari di oggi
Papa Giovanni Paolo II photo
Papa Giovanni Paolo II165
264° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica 1920 - 2005
Giovanni Falcone photo
Giovanni Falcone22
magistrato italiano 1939 - 1992
Bertrand Russell photo
Bertrand Russell176
filosofo, logico e matematico gallese 1872 - 1970
Nicolás Gómez Dávila photo
Nicolás Gómez Dávila341
scrittore, filosofo e aforista colombiano 1913 - 1994
Altri 79 anniversari oggi
Autori simili
Epitteto photo
Epitteto51
filosofo greco antico
Talete photo
Talete35
filosofo greco antico
Zenone di Cizio photo
Zenone di Cizio15
filosofo greco antico
Protagora photo
Protagora9
retore e filosofo greco antico
Diogene di Sinope photo
Diogene di Sinope22
filosofo greco antico