Frasi di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Giuseppe Tomasi di Lampedusa foto

35   2

Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Data di nascita: 23. Dicembre 1896
Data di morte: 23. Luglio 1957

Giuseppe Tomasi di Lampedusa è stato uno scrittore italiano.

Scrittore dalla complessa personalità, è stato autore di un unico ma celeberrimo romanzo: Il Gattopardo. Personaggio molto taciturno e solitario, passò gran parte del suo tempo leggendo moltissimo. Ricordando la propria infanzia scrisse: «ero un ragazzo cui piaceva la solitudine, cui piaceva di più stare con le cose che con le persone».

Frasi Giuseppe Tomasi di Lampedusa


„Prendete un problema di qualunque natura (politico, sociale, culturale, tecnico o altro) e datelo da risolvere a due italiani: uno milanese e l'altro siciliano. Dopo un giorno, il siciliano avrà dieci idee per risolvere questo problema, il milanese nemmeno una. Dopo due giorni, il siciliano avrà cento idee per risolvere questo problema, il milanese nessuna. Dopo tre giorni, il siciliano avrà mille idee per risolvere questo problema, e il milanese lo avrà già risolto.“

„I siciliani non vorranno mai migliorare per la semplice ragione che credono di essere perfetti; la loro vanità è più forte della loro miseria.“


„Il sonno è ciò che i Siciliani vogliono, ed essi odieranno sempre chi li vorrà svegliare, sia pure per portar loro i piú bei regali. (libro Il Gattopardo)“

„Per comandare gli altri è necessario saper ingannare se stessi.“

„In nessun luogo quanto in Sicilia la verità ha vita breve (libro Il Gattopardo)“

„Se vogliamo che tutto rimanga com'è, bisogna che tutto cambi. (libro Il Gattopardo)“

„Non che si sentisse innocente: ma era tutta la vita ad esser colpevole, non questo o quel singolo fatto. (libro Il Gattopardo)“

„Esisteva la gente per la quale obbedire, imitare e soprattutto non far pena a chi stimano di levatura sociale superiore alla loro, è legge suprema di vita: lo snob infatti, è il contrario dell'invidioso. (libro Il Gattopardo)“


„Un uomo di quarantacinque anni può credersi ancora giovane fino al momento in cui si accorge di avere dei figli in età di amare.“

„Molte cose sarebbero avvenute, ma tutto sarebbe stato una commedia, una rumorosa, romantica commedia con qualche macchia di sangue sulla veste buffonesca. (libro Il Gattopardo)“

„Non nego che alcuni Siciliani trasportati fuori dall'isola possano riuscire a smagarsi: bisogna però farli partire molto, molto giovani; a vent'anni è già tardi: la crosta è fatta: rimarranno convinti che il loro è un paese come tutti gli altri, scelleratamente calunniato; che la normalità civilizzata è qui, la stramberia fuori. (libro Il Gattopardo)“

„Il significato di un casato nobile è tutto nelle tradizioni, nei ricordi vitali; e lui era l’ultimo a possedere dei ricordi inconsueti, distinti da quelli delle altre famiglie. Fabrizietto avrebbe avuto dei ricordi banali, eguali a quelli dei suoi compagni di ginnasio, ricordi di merende economiche, di scherzucci malvagetti agli insegnanti, di cavalli acquistati avendo l’occhio al loro prezzo più che ai loro pregi; ed il senso del nome si sarebbe mutato in vuota pompa sempre amareggiata dall’assillo che altri potessero pompeggiare più di lui. (libro Il Gattopardo)“


„L’attimo durò cinque minuti; poi la porta si aprì ed entrò Angelica. La prima impressione fu di abbagliata sorpresa [... ]. Sotto l’impeto della sua bellezza gli uomini rimasero incapaci di notare, analizzandoli, i non pochi difetti che questa bellezza aveva; molte dovevano essere le persone che di questo lavorio critico non furono mai capaci. (libro Il Gattopardo)“

„Morfina lo avevano chiamato, questo rozzo sostituto chimico dello stoicismo antico, della rassegnazione cristiana. (libro Il Gattopardo)“

„Finché c'è morte c'è speranza. (libro Il Gattopardo)“

„Morire per qualche d’uno o per qualche cosa, va bene, è nell’ordine; occorre però sapere o, per lo meno, esser certi che qualcuno sappia per chi o per che si è morti. (libro Il Gattopardo)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 35 frasi