„Mentre un brivido disperato la scuote tutta, Azniv improvvisamente comprende un pericolo, un orrore incombente, e il suo giovane sangue dà un balzo di voluttuosa speranza. Un cieco istinto la spinge ad andare via da quel luogo, dove le rose sembrano adesso profumare di morte, e il muro del giardino nasconde tombe sconosciute. Si alza in piedi, e allora lui (che non ha compreso nulla) si alza con lei e la stringe a sé per baciarla. Il bacio è appena uno sfiorarsi, ma rimbalza in lei cupamente: vergogna, disonore, follia, nella casa stessa del padre…
Azniv si stringe le braccia sul seno, arrossisce, e con la stessa velocità con cui lo ha fatto entrare, riapre la porticina nel muro e spinge fuori il giovane, con furia silenziosa. Il corpo le ha detto ciò che la mente non aveva ancora afferrato: il mare di differenza che diventa sempre più rosso, dove lei sta su una sponda e lui sull'altra, il mare che divide i due popoli.“

La masseria delle allodole

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 25 Marzo 2021. Storia

Citazioni simili

Luigi Tenco photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Percy Bysshe Shelley photo
Franz Kafka photo
Alessandro Baricco photo
PJ Harvey photo
Pietro Aretino photo
Jean de La Bruyère photo
Eugenio Bennato photo
Romano Battaglia photo
Massimo Gramellini photo
Yukio Mishima photo
Huìnéng photo
Gigi D'Agostino photo
Noyz Narcos photo
Vittorio Giovanni Rossi photo
Gustav Hasford photo
Ennio Flaiano photo
Arthur Rimbaud photo

Argomenti correlati