Frasi di Michele Marzulli

34   3

Michele Marzulli

Data di morte: 27. Luglio 1991

Michele Marzulli è stato un poeta, pittore e scrittore italiano.


„Io sento fra le dita | ancor color di rosa | un lungo filo bianco, | cui relegata sta, | in alto, molto in alto, | la mia felicità.“ da Aquilone, vv. 12-17, p. 48

„Ma quando vien la sera | e nostalgia mi prende, | io torno al borgo | e alla mia gente.“ da Sottofondo, vv. 6-9, p. 28


„Non fiori e rampicanti | ho sopra ai miei balconi, | né sguardi di passanti.“ da Piccolo mondo, vv. 1-3, p. 56

„Stasera mi sento un palazzo | che guarda da cento finestre.“ Affaccio, da C'è sempre un po' di buio, p. 53

„Amo la pioggia, | il cielo imbronciato, | gli smorti colori. || Amo la sera, | i suoi grigiori | l'ombre.“ da Versi, vv. 1-6, p. 11

„[... ] e ricorda che più si piega il sole | e più si allunga l'ombra sotto gli alberi.“ da Alzarsi presto, vv.10-12, p. 33

„Io voglio che nessuno veda spenta | la luce che mi accese i suoi colori | e che nessuno abbassi le mie palpebre;“ da Un attimo, vv. 5-7, p. 48

„Amore, amore, addenta la mia carne, | il germe tuo nel sangue mio trasfondi | e non curarti se ho le gote scarne:“ da Ma che m'importa?, vv.9-11, p. 41


„Nessuno vede il sale ch'è nel mare, | eppure, il mar n'è pieno; | nessuno vede il pianto ch'ho nel cuore | eppure, il cuor n'ho pieno.“ da Le mie perle, vv. 1-4, p. 118

„Allor che volge il sole al declinare, | finisce il gioco e sol si può barare.“ da I vecchi sono tristi, vv. 9-10, p. 142

„Come la foglia tremola sull'albero, | che l'altre foglie vede già calare | e non può nulla, il vecchio sta a guardare.“ da Passa un funerale, vv. 1-3, p. 117

„Né sole di levante, né sole di ponente | fra due vicini monti. Soltanto a mezzogiorno | un po' di sole a picco[... ] | [... ] la mia ricchezza povera | è tutta qui nei versi. Eredità che lascio | a chi non ha nessuno e vive in solitudine: | è musica d'un cuore sofferta e pur cantata.“ da Anonimo, vv. 1-3 e 12-15, p. 85


„La gonfia spiga attende già matura | la falce dell'usato mietitore;“ da La spiga, vv.1-2, p. 27

„[... ] e quando in riva al mare | io guardo la tua pietra, | da dentro al mio cappotto in cui t'avvolsi, | mi par tu mostri il capo e mi spalanchi | i tuoi begli occhi umani.“ da La mia cagnetta, vv. 10-14, p. 57

„Vedessi tu che rughe ha sulla fronte | il piccolo d'allora | su cui speravi tanto.“ da Agli occhi della mente, vv. 7-9, p. 26

„Un fil di rampicante, | posato in un bicchiere, | ha messo il fiore: | gli diedi sol da bere.“ da Speranza, vv. 5-8, p. 61

Autori simili