Frasi di Baltasar Gracián

Baltasar Gracián foto

87   18

Baltasar Gracián

Data di nascita: 8. Gennaio 1601
Data di morte: 6. Dicembre 1658
Altri nomi: Бальтасар Грасиан-и-Моралес, Baltasar Y Morales Gracián

Baltasar Gracián y Morales è stato un gesuita, scrittore e filosofo spagnolo.

Frasi Baltasar Gracián


„Imparate a far uso della stupidità. L'uomo più accorto sa giocare le sue carte al momento giusto. Ci sono occasioni in cui l'astuzia migliore consiste nell'apparire sciocchi; attenzione, non bisogna esserlo, ma solo apparirlo. Non è bene apparire saggio fra i folli né savio tra i lunatici. Colui che si atteggia a pazzo non lo è. Il miglior modo di essere ben ricevuto da tutti è rivestire la pelle del più ottuso tra i bruti.“

„I doveri dell'amicizia ammettono una sola eccezione: quella di non confidare all'amico i propri difetti, che, se fosse possibile, non dovrebbero essere confidati neppure a se stessi.“


„Nessuno può fissare il sole mentre risplende, ma tutti lo guardano durante l'eclissi.“

„Non c'è deserto peggiore che una vita senza amici: l'amicizia moltiplica i beni e ripartisce i mali.“

„È regola dell'uomo avveduto abbandonare le cose che lo abbandonano; cioè non aspettare di essere un astro al tramonto.“

„È meno dannoso sbagliare nell'agire che essere indecisi e tergiversare sempre.“

„Bisogna parlare come si parla quando si fa testamento: meno parole, meno contestazioni.“

„I metalli si riconoscono dal suono, le persone dalle parole e, soprattutto, dalle azioni.“


„Uno dei grandi privilegi della saggezza è quello di non scomporsi mai.“

„All'uomo prudente giovano più i nemici che allo sciocco gli amici.“

„Le cose non si considerano per quel che sono, ma per quel che appaiono.“

„All'uomo saggio sono più utili i suoi nemici, che allo sciocco i suoi amici.“ libro Oracolo manuale e arte di prudenza


„Le cose, per essere apprezzate, debbono costare.“

„La sincerità non deve arrivare a tramutarsi in ingenuità, né la sagacia in astuzia.“ libro Oracolo manuale e arte di prudenza

„Impara a giocare la carta dell'indifferenza. È la più scaltra delle vendette. Perché vi sono molti di cui non avremmo saputo nulla se qualche loro nemico noto non ne avesse parlato. Non vi è vendetta come l'oblio, che seppellisce l'indegno sotto la polvere della sua nullità.“ libro Oracolo manuale e arte di prudenza

„Non si contenta l'ingegno, come il giudizio, della pura e semplice verità, ma aspira alla bellezza.“ da L'acutezza e l'arte dell'ingegno

Autori simili