„*Aprimmo la finestra al cielo notturno. Gli uomini come spettri vaganti: vagavano come gli spettri: e la città (le vie le chiese le piazze) si componeva in un sogno cadenzato, come per una melodia invisibile scaturita da quel vagare. Non era dunque il mondo abitato da dolci spettri e nella notte non era il sogno ridesto nelle potenze sue trionfale? Qual ponte, muti chiedemmo, qual ponte abbiamo noi gettato sull'infinito, che tutto ci appare ombra di eternità? A quale sogno levammo la nostalgia della nostra bellezza? La luna sorgeva nella sua vecchia vestaglia dietro la chiesa bizantina.“

—  Dino Campana, p. 16
Pubblicità

Citazioni simili

Marguerite Yourcenar photo
 Sofocle photo

„Noi esseri umani che siamo? Spettri, impalpabile ombra.“

—  Sofocle tragediografo ateniese -496 - -406 a.C.

Pubblicità
Roberto Cotroneo photo
Karl Marx photo

„Uno spettro si aggira per l'Europa: lo spettro del comunismo.“

—  Karl Marx filosofo, economista, storico, sociologo e giornalista tedesco 1818 - 1883
The Communist Manifesto

Jim Morrison photo
Henry Miller photo

„Un altro spettro lo ossessionò giorno e notte: il servizio militare.“

—  Henry Miller scrittore, pittore e saggista statunitense 1891 - 1980

Giovanni Pascoli photo

„Il sogno è l'infinita ombra del Vero.“

—  Giovanni Pascoli poeta italiano 1855 - 1912
da Alexandros, in Poemi conviviali

Pierre Pascal (poeta) photo
Pubblicità
Jean Cocteau photo
Mike Oldfield photo
Umberto Scipione photo
Antonio Rezza photo
Pubblicità
Teresa di Lisieux photo
Giovanni Pascoli photo
Eros Ramazzotti photo