Frasi di Giovanni Pascoli

Giovanni Pascoli photo
87   79

Giovanni Pascoli

Data di nascita: 31. Dicembre 1855
Data di morte: 6. Aprile 1912

Giovanni Pascoli è stato un poeta, accademico e critico letterario italiano, figura emblematica della letteratura italiana di fine Ottocento, considerato insieme a Gabriele D'Annunzio, il maggior poeta decadente italiano, nonostante la sua formazione eminentemente positivistica.



Dal Fanciullino, articolo programmatico pubblicato per la prima volta nel 1897, emerge una concezione intima e interiore del sentimento poetico, orientato alla valorizzazione del particolare e del quotidiano, e al recupero di una dimensione infantile e quasi primitiva. D'altra parte, solo il poeta può esprimere la voce del "fanciullino" presente in ognuno: quest'idea consente a Pascoli di rivendicare per sé il ruolo, per certi versi ormai anacronistico, di "poeta vate", e di ribadire allo stesso tempo l'utilità morale e civile della poesia.

Egli, pur non partecipando attivamente ad alcun movimento letterario dell'epoca, né mostrando particolare propensione verso la poesia europea contemporanea , manifesta nella propria produzione tendenze prevalentemente spiritualistiche e idealistiche, tipiche della cultura di fine secolo segnata dal progressivo esaurirsi del positivismo.

Complessivamente la sua opera appare percorsa da una tensione costante tra la vecchia tradizione classicista ereditata dal maestro Giosuè Carducci, e le nuove tematiche decadenti. Risulta infatti difficile comprendere il vero significato delle sue opere più importanti, se si ignorano i dolorosi e tormentosi presupposti biografici e psicologici che egli stesso riorganizzò per tutta la vita, in modo ossessivo, come sistema semantico di base del proprio mondo poetico e artistico. Wikipedia

Foto: Unknown author / Public domain

Lavori

Primi poemetti
Giovanni Pascoli
Canti di Castelvecchio
Giovanni Pascoli
Il fanciullino
Il fanciullino
Giovanni Pascoli
Lavandare
Giovanni Pascoli
Myricae
Myricae
Giovanni Pascoli

Frasi Giovanni Pascoli

„Dolore è più dolor, se tace.“

—  Giovanni Pascoli

da Il prigioniero
Nuovi poemetti

„Il poco è molto a chi non ha che il poco.“

—  Giovanni Pascoli

da La piada
Nuovi poemetti

„Questo mare è pieno di voci e questo cielo è pieno di visioni.“

—  Giovanni Pascoli

da Un poeta di lingua morta, in Pensieri e discorsi

„Oh! Come è necessaria l'imperfezione per essere perfetti!“

—  Giovanni Pascoli, Il fanciullino

libro Il fanciullino

„Delle città dove sono stato, Matera è quella che mi sorride di più, quella che vedo meglio ancora, attraverso un velo di poesia e di malinconia.“

—  Giovanni Pascoli

citato in Cesare Garboli, Trenta poesie famigliari di Giovanni Pascoli, Einaudi, 1990, p. 47

Citát „La nube del giorno più nera fu quella che vedo più rosa nell'ultima sera.“

„Allora… io un tempo assai lunge | felice fui molto; non ora: | ma quanta dolcezza mi giunge | da tanta dolcezza d'allora!“

—  Giovanni Pascoli

frammento dalla poesia Allora, da Dall'alba al tramonto
Myricæ

Anniversari di oggi
Giuseppe Mazzini photo
Giuseppe Mazzini62
patriota, politico e filosofo italiano 1805 - 1872
Meryl Streep photo
Meryl Streep5
attrice, doppiatrice e produttrice cinematografica statunit… 1949
Walter Bonatti photo
Walter Bonatti29
alpinista italiano 1930 - 2011
George Carlin photo
George Carlin20
comico, attore e sceneggiatore statunitense 1937 - 2008
Altri 83 anniversari oggi