Frasi di Marguerite Yourcenar

Marguerite Yourcenar foto

130   4

Marguerite Yourcenar

Data di nascita: 8. Giugno 1903
Data di morte: 17. Dicembre 1987
Altri nomi: Marguerite Yourcenarová

Marguerite Yourcenar, pseudonimo di Marguerite Cleenewerck de Crayencour , è stata una scrittrice francese. È stata la prima donna eletta alla Académie française. Nei suoi libri sono frequenti i temi esistenziali, in particolare quello della morte.

Frasi Marguerite Yourcenar


„Quando si saranno alleviate sempre più le schiavitù inutili, si saranno scongiurate le sventure non necessarie, resterà sempre, per tenere in esercizio le virtù eroiche dell'uomo, la lunga serie dei mali veri e propri: la morte, la vecchiaia, le malattie inguaribili, l'amore non corrisposto, l'amicizia respinta o tradita, la mediocrità d'una vita meno vasta dei nostri progetti e più opaca dei nostri sogni: tutte le sciagure provocate dalla natura divina delle cose (III, 3: p. 108-109)“

„Ripugna allo spirito umano accettare la propria esistenza dalle mani della sorte, esser null'altro che il prodotto caduco di circostanze alle quali nessun dio presieda, soprattutto non egli stesso. (I, 2: p. 26)“


„Talora i nostri difetti sono i migliori avversari dei nostri vizi.“

„Si arriva vergini a tutti gli avvenimenti della vita. Ho paura di non sapere come fare con il mio Dolore.“

„Chi ama il bello, finisce per trovarne ovunque, come un filone d'oro che scorre anche nella ganga più ignobile. (libro Memorie di Adriano)“

„Amo quello che il tempo ci porta, non quello che ci prende.“

„Il nostro errore più grande è quello di cercare negli altri le qualità che non hanno trascurando di esaltare quelle qualità che invece realmente possiedono.“

„Si può essere felici senza mai smettere di essere tristi. (libro Alexis o il trattato della lotta vana)“


„La parola scritta m'ha insegnato ad ascoltare la voce umana, press'a poco come gli atteggiamenti maestosi e immoti delle statue m'hanno insegnato ad apprezzare i gesti degli uomini. Viceversa, con l'andar del tempo, la vita m'ha chiarito i libri. (libro Memorie di Adriano)“

„Sembra esserci nell'uomo, come nell'uccello, un bisogno di migrazione, una vitale necessità di sentirsi altrove.“

„Non lo considero neanche uno scrittore.“

„Per un gay che si dichiara, ce ne sono dieci che non lo fanno, e cento che non l'hanno mai confessato a se stessi.“


„Costruire, significa collaborare con la terra, imprimere il segno dell'uomo su un paesaggio che ne resterà modificato per sempre; contribuire inoltre a quella lenta trasformazione che è la vita stessa delle città. (libro Memorie di Adriano)“

„Avere ragione troppo presto significa avere torto. (libro Memorie di Adriano)“

„Pochissimi sanno essere liberi e pochissimi sanno cosa vuol dire esserlo.“

„Tutti saremmo trasformati se avessimo il coraggio di essere ciò che siamo.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 130 frasi