Frasi di Giulio Andreotti

Giulio Andreotti foto

87   9

Giulio Andreotti

Data di nascita: 14. Gennaio 1919
Data di morte: 6. Maggio 2013

Giulio Andreotti è stato un politico, scrittore e giornalista italiano.

È stato tra i principali esponenti della Democrazia Cristiana, protagonista della vita politica italiana per tutta la seconda metà del XX secolo.

Senatore a vita dal 1991, fu il politico più votato in Italia in tutte le elezioni politiche, tranne nel 1948 e nel 1953 e nel 1963 e 1968 . Andreotti è stato anche il politico con il maggior numero di incarichi di presidente del consiglio e di ministro nella storia della repubblica. Ecco i diversi importanti incarichi di governo, tra i quali:

sette volte presidente del Consiglio tra cui il governo di "solidarietà nazionale" durante il rapimento di Aldo Moro , con l'astensione del Partito Comunista Italiano, e il governo della "non-sfiducia"

otto volte Ministro della difesa

cinque volte Ministro degli affari esteri

tre volte ministro delle partecipazioni statali

due volte Ministro delle finanze, Ministro del bilancio e della programmazione economica e Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato

una volta Ministro del tesoro, Ministro dell'interno , Ministro per i beni culturali e ambientali e Ministro delle politiche comunitarie

Dal 1945 al 2013 fu sempre presente nelle assemblee legislative italiane: dalla Consulta Nazionale all'Assemblea costituente, e poi nel Parlamento italiano dal 1948, come deputato fino al 1991 e successivamente come senatore a vita. Fu presidente della Casa di Dante in Roma.

A cavallo tra XX e XXI secolo subì un processo per concorso esterno in associazione mafiosa. Assolto con formula piena da tutte le accuse dal Tribunale di Palermo, venne poi assolto il 2 maggio 2003 anche dalla Corte d'Appello di Palermo per i fatti successivi al 1980, mentre per quelli anteriori si stabilì che Andreotti aveva «commesso» il «reato di associazione per delinquere» , ma fu dichiarata una sentenza di non doversi procedere per intervenuta prescrizione. La Cassazione, infine, confermò la sentenza di appello.

Frasi Giulio Andreotti


„La cattiveria dei buoni è pericolosissima. Gli altri la distribuiscono in dosi giornaliere, mentre chi la concentra ne fa strumenti esplosivi. (libro Il potere logora... ma è meglio non perderlo)“

„Sono consapevole dei miei limiti, ma sono anche sicuro di non essere circondato da giganti.“


„Nella radicale polemica contro le tesi di Rousseau — autore di una sconvolgente introduzione di errori — de Maistre non risparmia colpi. Dalla convinzione che il suo avversario rimproverasse ogni giorno il Signore per non averlo fatto nascere nobile e duca lo bolla aspramente chiamandolo più volte plebeo. Ispirarsi oggi a Rousseau può non essere culturalmente — per tanti versi — molto illuminante. Ma nella rigidità del modello di de Maistre proprio non trovo spunti di approvazione. Né mi sembra entusiasmante quello che scrive sulla possibilità teorica di uccidere il tiranno, il quale per il resto è intoccabile totalmente super leges.“

„Vi è un genere pericoloso di numismatici: i collezionisti di moneta corrente.“

„Pochi nemici buona politica. (libro Il potere logora... ma è meglio non perderlo)“

„Moro vivo non serve più a nessuno.“

„Organizzandosi, il tempo lo si trova sempre. (p. 28)“

„[Su Michele Sindona] Io cercavo di vedere con obiettività. Non sono mai stato sindoniano, non ho mai creduto che fosse il diavolo in persona. [Il fatto] che si occupasse sul piano internazionale dimostrava una competenza economico finanziaria che gli dava in mano una carta che altri non avevano. Se non c'erano motivi di ostilità, non si poteva che parlarne bene.“


„Io credo che bisogna star molto attenti sia nel considerare le persone dei santi, e questo lo vedremo nell'altro mondo, sia quando si cerca di dare ad un piccolo gruppo la coda dei diavoletti, senza mai vedere veramente se poi lo sono davvero. Io, certamente, se le persone con cui lavoro non fanno il loro dovere, non mantengo i rapporti, ma non sono, però, così supponente da sentenziare: bah, siccome è uno di cui si dice male, devo prendere le distanze. Questo non mi pare giusto. (pp. 47-48)“

„Tra gli autori di ieri, a Fogazzaro va la mia convinta simpatia. Ma resta per me insuperata l'attrattiva verso la stupenda costruzione logica delle pagine di Biagio Pascal.“

„Il potere logora chi non ce l'ha.“

„È emerso [durante il funerale] un Agnelli silenziosamente devoto della Consolata e disponibile a prepararsi alla morte in modo edificante.“


„[In politica, meglio veder lontano o vicino? ] Sia i miopi che i presbiti, in politica, sono pericolosissimi. (p. 10)“

„A pensar male degli altri si fa peccato ma spesso ci si indovina.“

„Ha vinto [al Festival di Cannes] il film su di me? Se uno fa politica pare che essere ignorato sia peggio che essere criticato. Dunque...“

„[Nel marzo del '74 si definì conservatore. Si definirebbe tale anche oggi? ] Risponderò con Giovanni Paolo I: se conservatore vuol dire mantener intatta la propria fede, sono conservatore. (p. 11)“

Autori simili