Frasi di Pippo Pollina

Pippo Pollina foto

38   2

Pippo Pollina

Data di nascita: 18. Maggio 1963

Giuseppe Pollina, in arte per lo più detto Pippo Pollina , è un cantautore italiano.

Vive da anni a Zurigo, e gode di grande popolarità in Svizzera e Germania. Pur cantando prevalentemente in italiano, la sua fama in Italia è arrivata invece assai in ritardo, nonostante esibizioni e collaborazioni con artisti e gruppi di grande fama internazionale.


„Ché qui non mancano le idee e le cose crescono da sole | e ci son rose ed orchidee da far mancare le parole. | E si vive fuori tutto l'anno e nel pomeriggio un sano abbiocco | sull'ansimare dell'affanno e al ventilar dello scirocco.“ da Caffè Caflish

„Siamo venuti lontano armati di pane e pazienza | con un biglietto nella mano e un'idea nella credenza. | Dalle montagne in un tugurio, le notti alla luce di un cero | la colonnina di mercurio a farci festa sottozero.“ da Caffè Caflisch


„Come un'alba rovente | come un pianto sgomento. | Fa che io sia | fa che tutto non sia | solo un ricordo | un eterno ticchettio | di orologi e di eventi | già visti e accarezzati | in balia di sogni e di venti.“ da Preludio del dormiente

„Io non sono che un frutto acerbo | l'anima ombrosa del mio verbo.“ da L'anima ombrosa del mio verbo

„Da qualche parte c'è una terra che brucia, lo sai | che mi riscalda il cuore e non mi abbandona mai | e le sue pioggie sono lacrime di primavera | voglie d'aprile sulle ombre di questa sera. | Dimmi cos'è, | che mi sorprende a vegliare la notte, dimmi perché!“ da Terra

„Navigare avvolto fra le fitte nebbie di corsare ebbrezze | nulla mi sfiora dentro soltanto il respiro incerto della vita. | Che la notte mi colga nel suo ventre antico | mentre fuori il silenzio e piove...“ da I fiori del male

„E adesso che dovrei essere in grado | di regolare i battiti del mio cuore | riesco soltanto a percepirlo | lontano da ogni rumore. | E adesso | che dovrebbe arrivare | il tempo della ragione | il mio orgoglio impazzisce | ad ogni nuova stazione. | Come amavo guardare | i treni partire. | Come vanno veloci | verso il mare.“ da Lungo il fiume dell'innocenza

„Signore, da qui si domina la valle | e a cento e a mille ne vedo bruciare di sete | sciogliersi al sole come comete | lanciarsi nel vuoto dello sconforto. | Signore, da qui si sentono le voci | le grida invincibili della vita | fermi quest'odio, questa partita | questa maledetta follia infinita.“ da Signore, da qui si domina la valle


„Perché a tutto si crede e perché a nulla si crede mai | barcolliamo tra falsi miti e uomini in malafede.“ da Finnegan's wake

„E chi di noi non ha mai pensato a com'è strana la vita | che un giorno ti prende e ti conduce lontano | tra paesaggi innevati e dalla luce sbiadita | e ti priva di colpo del calore della sua mano.“ da Radio Guevara

„E dimmi da che parte stai tu | intrepido aquilonista | che osservi placido dalla giostra | e non ti butti nella mischia? | Chi ha avuto ha avuto | chi ha dato ha dato | getti la maschera sul selciato | alzi il cappello dell'innominato | sputi sull'animo senza fiato.“ da Prima che vi uccidano

„E se il ricordo è un capriccio della memoria | il disperato epilogo di questa storia | farò del mondo il porto dei miei dolori | delle speranze, dei sogni, dei miei clamori, | dimmi cos'è, | che mi fa credere in un tempo migliore, dimmi perché!“ da Terra


„È solo mistica saggezza | quell'indugio lungimirante | o anche tu, amico di sempre, | hai paura della tua ombra? | È solo tensione d'infinito | intuizione d'animo | oppure dubbio di frontiera, | malcelato bisogno di primavera? | È solo ossigeno ciò che respiri | oppure, dimmi, trattieni il fiato | per risparmiare i desideri esposti al sole? | Appesi al vento per asciugare | ampie zone d'ombre da occultare, | eppure giocavamo insieme | fino a poco tempo fa. | E adesso dovrei capire | che dovrei crescere per davvero.“ da Lungo il fiume dell'innocenza

„Se non fossi così ******, se non fossi così affetto | da quella strana malattia che si chiama nostalgia, | forse non starei a menarmi sul tempo che mi sfugge, | sui ricordi e la memoria e sulle immagini distrutte.“ da Una canzone di notte

„Capisca pure chi lo vuole | ma quanto sangue per le strade | quanti fratelli da ricordare | in nome di cosa o di chi. | Capisca pure chi lo vuole | prima che arrivino | prima che vi uccidano.“ da Prima che vi uccidano

„Signore, da qui si domina la valle | e a cento e a mille ne vedo | di Cristi distesi sul selciato | all'ombra d'alberi stizziti | al cospetto d'un cielo gravido e ambrato.“ da Signore, da qui si domina la valle

Autori simili