Frasi di Vincenzo Cuoco

Vincenzo Cuoco foto

42   1

Vincenzo Cuoco

Data di nascita: 1. Ottobre 1770
Data di morte: 14. Dicembre 1823

Vincenzo Cuoco è stato uno scrittore, giurista, politico, saggista ed economista italiano.

Frasi Vincenzo Cuoco


„Dopo la caduta di Altamura, Sciarpa soggiogò i bravi abitanti di Avigliano, Potenza, Muro, Picerno, Santo Fele, Tito ec. ec. i quali si erano uniti per la difesa comune [... ] Ma anche cedendo al vincitore conservarono tanto di quell'ascendente che il valore dà sul numero, che fecero una capitolazione onorevole [... ] Ben poche nazioni possono gloriarsi di simili esempj di valore.“ p. 208, 1806

„Senza l'istruzione, le migliori leggi restano inutili.“


„È dolce cosa rammentar nel porto le tempeste passate.“ p. 7

„Il popolo non intenderá, non seguirá mai i filosofi.“ libro Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799

„Il popolo deve essere istruito, ma non deve essere dotto.“

„La vera gloria di un vincitore è quella di essere clemente.“

„Tu conosci la mia adolescenza e la mia gioventù; tu sai se io ami la virtù e sappia preferirla anche alla vita. Ma quando, parlando agli uomini, ci scordiamo di tutto ciò che è umano; quando, volendo insegnare la virtù, non sappiamo farla amare; quando, seguendo le nostre idee, vogliamo rovesciare l'ordine della natura, temo che, invece della virtù, insegneremo il fanatismo e invece di ordinar delle nazioni, fonderemo delle sette.“ da una lettera a Vincenzo Russo

„Il sentimento produce l'entusiasmo.“ libro Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799


„Tutto è concatenato nel mondo, diceva Pangloss [precettore tedesco di Candido di Voltaire]: possa tutto esserlo per lo meglio!“ da Lettera dell'autore, p. 17

„Essi desideravano il bene, ma non potevano produrre senza il popolo una rivoluzione.“ libro Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799

„Se perseguitate le opinioni, allora esse diventano sentimenti.“ libro Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799

„Non vi era esempio di rivoluzione che, volendo tutto riformare, avea tutto distrutto.“ libro Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799


„L'adulazione rammenta ai potenti quelle virtù de' loro maggiori che essi non sanno più imitare; la filosofia rammenta ai grandi uomini le virtù proprie perché proseguano sempre più costanti nella magnanima loro impresa...“ da Lettera dell'autore, p. 18

„Caracciolo era uno di quei pochi che al più gran genio riuniva la più pura virtù. Chi più di lui amava la patria? Cbe non avrebbe fatto per lei? Diceva che la Nazione Napolitana era fatta dalla natura per avere una gran marina, e che questa si avrebbe potuto far sorgere in pochissimo tempo: avea in grandissima stima i nostri marinari. Egli morì vittima dell'antica gelosia di Thura, e della viltà di Nelson...“ p. 118

„I mali di opinione si guariscono col disprezzo e coll'obblio.“ libro Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799

„Senza l'istruzione, le migliori leggi restano inutili.“

Autori simili