Frasi di Arthur Schopenhauer

Arthur Schopenhauer photo
248   170

Arthur Schopenhauer

Data di nascita: 22. Febbraio 1788
Data di morte: 21. Settembre 1860

Arthur Schopenhauer è stato un filosofo tedesco, uno dei maggiori pensatori del XIX secolo e dell'epoca moderna.



Il suo pensiero recupera alcuni elementi dell'illuminismo, della filosofia di Platone, del romanticismo e del kantismo, fondendoli con la suggestione esercitata dalle dottrine orientali, specialmente quella buddhista e induista. Schopenhauer crea una sua originale concezione filosofica caratterizzata da un forte pessimismo, la quale ebbe una straordinaria influenza, seppur a volte completamente rielaborata, sui filosofi successivi, come ad esempio Friedrich Nietzsche, e, in generale, sulla cultura europea coeva e successiva, inserendosi nella corrente delle filosofie della vita.

Figlio di un ricco mercante e di una scrittrice, si stabilì a Weimar con la madre dopo il suicidio del padre. Qui conobbe Wieland e Goethe. Con buoni studi alle spalle, decise di dedicarsi alla filosofia e frequentò i corsi tenuti da Schulze a Gottinga e quelli di Fichte a Berlino. Nei confronti di questi, ma anche di Schelling ed Hegel, Schopenhauer nutrì sempre, concorde in questo con Kierkegaard, disprezzo e avversione, definendo Hegel il gran ciarlatano.

Nel 1809 si iscrisse alla facoltà di medicina a Gottinga e, nel 1811, si trasferì a Berlino per frequentare i corsi di filosofia. Ingegno molteplice, sempre interessato ai più diversi aspetti del sapere umano , si laureò nel 1813 a Jena con una tesi Sulla quadruplice radice del principio di ragion sufficiente e, nel 1818, pubblicò la sua opera più importante, Il mondo come volontà e rappresentazione, che ebbe tuttavia scarsissimo successo tra i suoi contemporanei e che cominciò a ricevere qualche attenzione solo vent'anni dopo, nonostante fossero giunti, da più parti, persino riconoscimenti ufficiali.

Dal 1833 decise di fermarsi a Francoforte sul Meno, dove visse da solitario borghese, celibe per convinzione e misogino, nonostante le molte relazioni con donne che ebbe durante la sua esistenza. La vera affermazione del pensatore si ebbe solo a partire dal 1851, con la pubblicazione del volume Parerga e paralipomena, inizialmente pensato come un completamento della trattazione più complessa del Mondo, ma che venne accolto come un'opera a sé stante e fece conoscere al grande pubblico anche le opere precedenti del filosofo. Schopenhauer manifestò per gran parte della sua vita un acuto disagio nei confronti dei contatti umani - atteggiamento che gli procurò, in città, la fama di irriducibile misantropo - e uno scarso interesse, almeno in via ufficiale, per le vicende politiche dell'epoca, quali ad esempio i moti rivoluzionari del 1848 - sebbene si sia interessato, sul finire della sua vita, alla questione dell'Unità d'Italia, prendendo posizione favorevole.

I tardi riconoscimenti di critica e pubblico attenuarono i tratti più intransigenti del suo carattere, tanto che negli ultimi anni della sua esistenza poté addirittura raccogliersi attorno a lui una ristretta cerchia di apostoli, come egli stesso amava definirli, tra i quali il compositore Richard Wagner, lo scrittore David Asher e la scultrice Elisabet Ney. Morì di pleurite acuta nel settembre del 1860, a settantadue anni. Wikipedia

Lavori

Parerga e paralipomena
Parerga e paralipomena
Arthur Schopenhauer

„[…] chi non ama la solitudine non ama la libertà, perché non si è liberi che essendo soli.“

—  Arthur Schopenhauer

Origine: Aforismi sulla saggezza del vivere, p. 69

„Nessun essere, eccetto l'uomo, si stupisce della propria esistenza; per tutti gli animali essa è una cosa che si intuisce per se stessa, nessuno vi fa caso. Nella pacatezza dello sguardo degli animali parla ancora la saggezza della natura; perché in essi la volontà e l'intelletto non si sono ancora distaccati abbastanza l'uno dall'altro per potersi, al loro reincontrarsi, stupirsi l'uno dell'altra. Così qui l'intero fenomeno aderisce ancora strettamente al tronco della natura, dal quale è germogliato, ed è partecipe dell'inconsapevole onniscienza della grande Madre. Solo dopo che l'intima essenza della natura (la volontà di vivere nella sua oggettivazione) s'è elevata attraverso i due regni degli esseri incoscienti e poi, dopo essere passata, vigorosa ed esultante, attraverso la serie lunga e vasta degli animali, è giunta infine, con la comparsa della ragione, cioè nell'uomo, per la prima volta alla riflessione: allora essa si stupisce delle sue proprie opere e si chiede che cosa essa sia. La sua meraviglia, però, è tanto più seria, in quanto essa si trova qui per la prima volta coscientemente di fronte alla morte, e, accanto alla caducità di ogni esistenza, le si rivela anche, con maggiore o minore consapevolezza, la vanità di ogni aspirazione. Con questa riflessione e con questo stupore nasce allora, unicamente nell'uomo, il bisogno di una metafisica: egli è dunque un animal metaphysicum.“

—  Arthur Schopenhauer, libro Il mondo come volontà e rappresentazione

Il mondo come volontà e rappresentazione
Origine: Citato in Umberto Antonio Padovani, Andrea Mario Moschetti, Grande antologia filosofica, Marzorati, Milano, 1971.

„Come la seppia, la donna si avviluppa nella dissimulazione e nuota a suo agio nella menzogna.“

—  Arthur Schopenhauer, libro L'arte di trattare le donne

Origine: L'arte di trattare le donne, p. 45, 2005

„Solo la luce che uno accende a se stesso, risplende in seguito anche per gli altri.“

—  Arthur Schopenhauer

da Parerga e Paralipomena, volume I, Adelphi
Parerga e Frammenti postumi

„Gli amici si dicono sinceri, ma in realtà sinceri sono i nemici.“

—  Arthur Schopenhauer

L'arte di insultare

Autori simili

Ludwig Feuerbach photo
Ludwig Feuerbach54
filosofo tedesco
Friedrich Engels photo
Friedrich Engels23
economista, filosofo e politico tedesco
Ambrose Bierce photo
Ambrose Bierce253
scrittore, giornalista e aforista statunitense
Jules Renard photo
Jules Renard313
scrittore e aforista francese
Friedrich Nietzsche photo
Friedrich Nietzsche510
filosofo, poeta, saggista, compositore e filologo tedesco
Karl Marx photo
Karl Marx122
filosofo, economista, storico, sociologo e giornalista tede…
Oscar Wilde photo
Oscar Wilde341
poeta, aforista e scrittore irlandese
Heinrich Von Kleist photo
Heinrich Von Kleist12
drammaturgo e poeta tedesco
Heinrich Heine photo
Heinrich Heine35
poeta tedesco
Anniversari di oggi
Nicolás Gómez Dávila photo
Nicolás Gómez Dávila341
scrittore, filosofo e aforista colombiano 1913 - 1994
Corrado Guzzanti photo
Corrado Guzzanti216
comico, attore e sceneggiatore italiano 1965
Niccolò Agliardi photo
Niccolò Agliardi88
cantautore italiano 1974
Enya photo
Enya31
cantante e musicista irlandese 1961
Altri 73 anniversari oggi
Autori simili
Ludwig Feuerbach photo
Ludwig Feuerbach54
filosofo tedesco
Friedrich Engels photo
Friedrich Engels23
economista, filosofo e politico tedesco
Ambrose Bierce photo
Ambrose Bierce253
scrittore, giornalista e aforista statunitense
Jules Renard photo
Jules Renard313
scrittore e aforista francese