Frasi su massoneria

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema massoneria.

Argomenti correlati

Un totale di 29 frasi, il filtro:


Indro Montanelli photo
Antonio Gramsci photo
Carlo Dossi photo
Ferdinando Imposimato photo
René Guénon photo
Gianni Lannes photo
Enzo Biagi photo

„Mi dispiace lasciare questa redazione, ma non posso stare in un giornale che chiede al suo direttore la tessera della massoneria.“

—  Enzo Biagi giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano 1920 - 2007

Dopo lo scandalo P2; 1981
Corriere della Sera

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Francesco Saverio Nitti photo
Fabrizio Cicchitto photo

„Ho pensato di iscrivermi a quella loggia come ci si iscrive al Rotary, ai Lions. Così quando è scoppiato lo scandalo P2 non mi restava che il suicidio…“

—  Fabrizio Cicchitto politico italiano 1940

Intervista di Augusto Minzolini, Politica e massoneria «Io, il psi e i soldi della P2» Cicchitto: «Ho pagato, altri invece no» , La Stampa, 19 novembre 1993, p. 7
Origine: http://archivio.lastampa.it/LaStampaArchivio/main/History/tmpl_viewObj.jsp?objid=1173516

Leo Longanesi photo

„L'omosessualità è un'estetica come la massoneria è una religione.“

—  Leo Longanesi giornalista, pittore e disegnatore italiano 1905 - 1957

Origine: Citato in Alberto Burgio, Nel Nome Della Razza: Il Razzismo Nella Storia D'Italia 1870-1945, Il Mulino, Bologna, 1999, p. 507.

Julius Evola photo

„Fu nel 1717 che, con l'accennata fondazione della Grande Loggia di Londra e col subentrare della cosiddetta "massoneria speculativa" continentale, si verificarono il soppiantamento e l'inversione di polarità, di cui si è detto. Come "speculazione" qui valse infatti l'ideologia illuministica, enciclopedistica e razionalistica connessa ad una corrispondente, deviata interpretazione dei simboli, e l'attività dell'organizzazione si concentrò decisamente sul piano politico-sociale, anche se usando prevalentemente la tattica dell'azione indiretta e manovrando con influenze e suggestioni, di cui era difficile individuare l'origine prima. Si vuole che questa trasformazione si sia verificata solo in alcune logge e che altre abbiano conservato il loro carattere iniziatico e operativo anche dopo il 1717. In effetti, questo carattere si può riscontrare negli ambienti massonici cui appartennero un Martinez de Pasqually, un Claude de Saint Martin e lo stesso Joseph de Maistre. Ma devesi ritenere che questa stessa massoneria sia entrata, per altro riguardo, essa stessa in una fase di degenerescenza, se essa nulla ha potuto contro l'affermarsi dell'altra e se, praticamente, da questa è stata alla fine travolta. Né si è avuta una qualsiasi azione della massoneria, che sarebbe rimasta iniziatica per diffidare e sconfessare l'altra, per condannare l'attività politico-sociale e per impedire che, dappertutto, essa valesse propriamente e ufficialmente come massoneria.“

—  Julius Evola filosofo, pittore e poeta italiano 1898 - 1974

da La massoneria moderna come inversione del ghibellinismo

Angela Pellicciari photo
Angela Pellicciari photo
Julius Evola photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“