Frasi di Indro Montanelli

Indro Montanelli photo
459  58

Indro Montanelli

Data di nascita: 22. Aprile 1909
Data di morte: 22. Luglio 2001

Pubblicità

Indro Alessandro Raffaello Schizogene Montanelli è stato un giornalista, saggista e commediografo italiano.

Giornalista, dalla prosa secca e asciutta, era in grado di spaziare dall'editoriale al reportage e al corsivo pungente. Fu per circa quattro decenni la bandiera del primo quotidiano italiano, il Corriere della Sera, e per vent'anni condusse un importante quotidiano da lui stesso fondato, il Giornale. Fu autore di libri di storia cui arrise un vasto successo. In ognuno di questi ruoli seppe conquistarsi un largo seguito di lettori.

Autori simili

Sergio Romano photo
Sergio Romano22
storico, scrittore e giornalista italiano
Enzo Biagi photo
Enzo Biagi200
giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano
Angela Urbano4
giornalista italiana
Dino Basili photo
Dino Basili33
scrittore, giornalista
Emanuela Audisio photo
Emanuela Audisio31
giornalista e scrittrice italiana
Stefano Bartezzaghi photo
Stefano Bartezzaghi2
giornalista e scrittore italiano
Flavio Pagano photo
Flavio Pagano3
scrittore e giornalista italiano
Andrea Scanzi photo
Andrea Scanzi63
giornalista e scrittore italiano

Frasi Indro Montanelli

Pubblicità

„Mi sono sentito in imbarazzo per lui, e il mio primo pensiero è stato il rifiuto - «no, povero Montanelli» - quando all'ingresso dei giardini di via Palestro mi sono trovato davanti alla sua statua, al punto che ho pensato che ci sono vandali che distruggono e vandali che costruiscono, e che anzi, per certi aspetti, il vandalismo che crea è ben peggiore, perché tenta di disarmarti con le sue buone intenzioni. Dunque era di mattina, molto presto, e i giardini erano vuoti, al sole. Ebbene in questo vuoto, la statua mi è apparsa all'improvviso: una figurina in gabbia che non ha niente a che fare con Montanelli, se non perché lo offende anche fisicamente, lui che era così "verticale", e che ci invitava a buttare via «il grasso» e la retorica monumentale. Il giornalista che ogni volta si ri-definiva in una frase, in un concetto, in un aforisma, in una citazione, è stato per sempre imprigionato in una scatola di sardine. Perciò ho provato il disagio che sempre suscita il falso, la patacca, la similpelle che non è pelle, perché non solo questo non è Montanelli, come ci ha insegnato Magritte che dipinse una pipa e ci scrisse sotto "questa non è una pipa". Il punto è che questa non è neppure una statuta di Montanelli, ma di un montanelloide in bronzo color oro, che ha la presunzione ingenua e goffa di imprigionare il Montanelli entelechiale, il Montanelli che era invece l'asciuttezza, era il corpo più "instatuabile" del mondo, troppo alto, troppo energico, troppo nervoso, incontenibile nello spazio e nel tempo com'è l'uomo moderno, che è nomade e ha un'identità al futuro. Era il più grande nemico delle statue il Montanelli che sempre ci sorprendeva, fascista ma con la fronda, conservatore ma anarchico, con la sinistra ma di destra, un uomo di forte fascino maschile che tuttavia non amava raccogliere i trofei del fascino maschile, ingombrante ma discreto, il solo che nella storia d' Italia abbia rifiutato la nomina a senatore a vita perché, diceva, «i monumenti sono fatti per essere abbattuti», come quello di Saddam, o di Stalin o di Mussolini. Come si può fare una statua ingombrante e discreta? Come si può fare un monumento all'antimonumento?“

— Indro Montanelli
Francesco Merlo

Pubblicità

„C'è che se si mettono a raffronto i due rivali come faccia, come presenza, come eloquio, come cordialità, insomma come simpatia umana, non c'è dubbio che Albertini ne ispira molto meno di Fumagalli, anzi diciamo la verità tutta intera: non ne ispira punta. Ed io, cittadino ed elettore milanese, proprio di questo sentivo il bisogno: di un sindaco antipatico, di faccia arcigna e poco invogliante alla pacca sulla spalla, al confidenziale "tu" e al pappecciccia coi sottoposti, e poco, anzi punto disponibile a quelle benevolenze, condiscendenze e indulgenze che rappresentano le supposte di glicerina di tutte le corruzioni. [... ] Con Albertini ho parlato una sola volta. Ma mi è bastata per capire che, per rendersi antipatico, non ha bisogno di fare sforzi. Basta che si mostri com'è e come spero che rimanga: una specie di Molotov di Palazzo Marino, chiuso nei suoi caparbi niet, diffidente, scostante e culdipietra. Che abbia una compagna fermamente decisa a non partecipare alla vita pubblica del compagno, anche questo ci va bene. Quella di Molotov, quando pretese esercitarvi qualche interferenza, Stalin la fece rinchiudere in un lager senza nemmeno informarne il marito che, seguitando a fare il suo ministro degli Esteri, non ebbe mai il coraggio di chiedergli dove l'aveva mandata e perché. Ma questa è un'altra storia che non ha nulla a che fare con Albertini, cui volevamo soltanto ricordare che il voto l'abbiamo dato a lui, non al Polo. E che gliel'abbiamo dato come segno e pegno di antipatia, nella speranza che a noi e a tutti la ricambi e che ne dia subito una prova levandosi di torno, anche a costo di qualche spintone, certi figuri che, al momento della proclamazione, si sono affrettati a gettargli sulle spalle il loro mantello di protettori e a sventolargli sulla testa le loro bandiere. Si ricordi, signor Sindaco, che noi abbiamo votato per lei, non per questi papponi.“

— Indro Montanelli
da Sì, ho tradito l' Ulivo. 13 maggio 1997, p. 1

Pubblicità
Avanti
Anniversari di oggi
Cesare Cremonini photo
Cesare Cremonini30
cantautore, attore e musicista italiano 1980
Francesco di Paola31
religioso italiano 1416 - 1506
Adrienne Rich photo
Adrienne Rich5
poetessa e saggista statunitense 1929 - 2012
Henry Adams photo
Henry Adams8
scrittore e storico statunitense 1838 - 1918
Altri 88 anniversari oggi
Autori simili
Sergio Romano photo
Sergio Romano22
storico, scrittore e giornalista italiano
Enzo Biagi photo
Enzo Biagi200
giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano
Angela Urbano4
giornalista italiana
Dino Basili photo
Dino Basili33
scrittore, giornalista
Emanuela Audisio photo
Emanuela Audisio31
giornalista e scrittrice italiana