Frasi di Antonio Tabucchi

Antonio Tabucchi foto

61   3

Antonio Tabucchi

Data di nascita: 24. Settembre 1943
Data di morte: 25. Marzo 2012

Antonio Tabucchi è stato uno scrittore e accademico italiano, docente di lingua e letteratura portoghese all'Università di Siena; è considerato il maggior conoscitore, critico e traduttore di Fernando Pessoa, scrittore proprio in ragione del quale, per meglio comprenderne la poetica, Tabucchi aveva imparato il portoghese dalla moglie Maria Josè de Lancastre, nata e cresciuta in Portogallo.

I suoi libri e saggi sono stati tradotti in oltre 18 lingue, compreso il giapponese. Con Maria José de Lancastre, sua moglie, ha tradotto in italiano molte delle opere di Fernando Pessoa, ha scritto un libro di saggi e una commedia teatrale su questo grande scrittore. Ha ottenuto il premio francese "Médicis étranger" per Notturno indiano e il premio Campiello per Sostiene Pereira.

Frasi Antonio Tabucchi


„Un luogo non è mai solo “quel (libro Viaggi e altri viaggi)“

„La fotografia, come la musica, coglie l’attimo che non riusciamo a cogliere, ciò che siamo stati, ciò che avremmo potuto essere. (libro Per Isabel: un mandala)“


„Le parve di essere quel bambino che all'improvviso si ritrovava con un palloncino floscio tra le mani, qualcuno glielo aveva rubato, ma no, il palloncino c'era ancora, gli avevano soltanto sottratto l'aria che c'era dentro. Era dunque così, il tempo era aria e lei l'aveva lasciata esalare da un forellino minuscolo di cui non si era accorta?“

„Scrittore, chi sei tu per avere i dubbi di coscienza di qualcuno che non hai mai conosciuto?“

„È difficile avere una convinzione precisa quando si parla delle ragioni del cuore, sostiene Pereira.“

„Questo è il grande problema di coloro che sentono troppo e capiscono troppo: che potremmo essere tante cose, ma la vita è una sola e ci obbliga a essere solo una cosa, quella che gli altri pensano che noi siamo. (dalla prefazione a Marilyn Monroe, Fragments: poesie, appunti, lettere, Feltrinelli, 2010)“

„L'abitudine è un rito, si crede di fare qualcosa come se fosse un piacere e in realtà si sta ubbidendo a un dovere che ci si è imposti. (libro Piccoli equivoci senza importanza)“

„Se ti metti a guardare nelle pieghe piú nascoste della società, qualsiasi essa sia, scopri la pazzia. Ma quelli che hanno avuto il coraggio di farlo erano pazzi...“


„La notte è calda, la notte è lunga, la notte è magnifica per ascoltare storie. (da Requiem, Feltrinelli)“

„Firmino sentì un'ondata di simpatia per quella città per la quale aveva provato, senza conoscerla, una certa diffidenza. Concluse che tutti siamo preda dei pregiudizi e che senza accorgersene lui aveva mancato di dialettica, quella fondamentale dialettica a cui Lukács tanto teneva. (p. 83)“

„La lettera è un equivoco messaggero. (da Si sta facendo sempre più tardi, Feltrinelli)“

„È il compito degli intellettuali e degli scrittori porre dei dubbi sulla perfezione.“


„Il racconto è il romanzo di un pigro.“

„L'abitudine è anche una forma di esorcismo, e poi la si sente come un piacere. (libro Piccoli equivoci senza importanza)“

„La vita è prigioniera della sua rappresentazione. (libro Si sta facendo sempre più tardi)“

„Non si deve mai suggerire alle cose come devono realizzarsi, altrimenti succedono davvero. (libro Requiem)“

Autori simili