Frasi di Cesare Cantù

Cesare Cantù foto

69   6

Cesare Cantù

Data di nascita: 5. Dicembre 1804
Data di morte: 15. Marzo 1895

Cesare Cantù è stato uno storico, letterato e politico italiano.

Deputato al parlamento dall'Unità d'Italia al 1867, fu il fondatore dell'Archivio storico lombardo, e presidente onorario della SIAE.


„Il buon senso è come un cannocchiale che fa vedere da lontano il male e il bene.“

„Chi non sa, è schiavo di chi sa.“


„Molti si rovinano colla scelta sconsiderata degli amici e dei compagni. Non fate lega se non con quelli che vanno per la strada del bene. Gli altri vi pervertirebbero coi discorsi e cogli esempi; appassirebbero in voi il dilicato fiore dell'innocenza che sparge soave profumo sulla giovinezza.“

„Alla storia bastano i pochi eletti fra i tanti chiamati, come in una battaglia si tien conto de' generali e di quei pochi che si segnalarono, non della turba gregaria; vi sarà anzi chi creda doversi citare non coloro che s'hanno a leggere, ma coloro che s'hanno a studiare.“ in prefazione p. IX

„Ad accelerare ed assicurare i progressi dello spirito umano valse un'invenzione suprema di questo tempo, la stampa.“ p. 100

„Nella pazienza tutto va a puro guadagno. Il male sopportato con ragionevolezza e calma è già diminuito della metà, mentre l'impazienza raddoppia tutti i pesi, infistolisce tutte le piaghe.“

„Fare il proprio dovere val meglio dell'eroismo.“

„La ricchezza serve il saggio e rovina lo sciocco.   Fonte?“


„Peste della patria è il giornalismo che accetta le notizie senza vagliarle, quando pur non le inventa.“

„Eccellente modo di fare il bene è la ferma risoluzione di combattere il male.“

„L'ignorante è non solo zavorra, ma pericolo della nave sociale.“

„Il denaro consacrato alla beneficenza non ha merito se non rappresenta un sacrifizio, una privazione.“


„Le più grandi verità sono generalmente le più semplici.“

„L'autorità non ragionevole è tirannia.“

„La maldicenza rende peggiore chi la usa, chi la ascolta, e talora anche chi n'è l'oggetto.“

„La lode dei figli e principalmente delle figliuole ricade sulla madre.“

Autori simili