Frasi di Mario Praz

Mario Praz foto
107  3

Mario Praz

Data di nascita: 6. Settembre 1896
Data di morte: 23. Marzo 1982

Pubblicità

Mario Praz è stato un saggista, critico letterario e scrittore italiano, è stato anche critico d'arte, traduttore e giornalista. I suoi studi sono incentrati in particolare sull'Inghilterra fra il Seicento e l'epoca vittoriana, ma si è occupato anche di letteratura italiana, francese, spagnola, tedesca, russa.

Autori simili

Gillo Dorfles foto
Gillo Dorfles10
critico d'arte, pittore e filosofo italiano
Italo Alighiero Chiusano foto
Italo Alighiero Chiusano10
critico letterario, saggista e giornalista italiano
Cesare Garboli foto
Cesare Garboli12
scrittore, saggista e critico letterario italiano
Giovanni Testori foto
Giovanni Testori13
scrittore, drammaturgo e storico dell'arte italiano
Corrado Corradino foto
Corrado Corradino5
critico letterario, storico dell'arte e poeta italiano
John Churton Collins foto
John Churton Collins2
docente, scrittore
Roland Barthes42
saggista, critico letterario e linguista francese
Emilio Cecchi foto
Emilio Cecchi16
critico letterario e critico d'arte italiano
Guido Davico Bonino1
critico letterario italiano
Walter Pater foto
Walter Pater6
saggista e critico letterario inglese

Frasi Mario Praz

„La filosofia, se così vuol chiamarsi, che s'incarna in Wuthering Heights che tutto il creato, animato o inanimato, fisico e psichico, è espressione di certi vivi principi spirituali: da un lato quel che può definirsi il principio della tempesta – l'aspro, lo spietato, il selvaggio, il dinamico – dall'altro il principio della calma – il dolce, il demente, il passivo, il mansueto. I due principi sono in contrasto, e insieme compongono un'armonia. Così osserva David Cecil (Early Victorian Novelists, Londra 1934). [... ] Ai personaggi della Brontë è applicabile l'ordinaria antitesi tra bene e male. Essi non cercano di por freno alle loro passioni devastatrici, non si pentono dei loro atti di distruzione; ma siccome quegli atti e quelle passioni non sgorgano da impulsi di natura distruttiva, bensì da impulsi che son distruttivi solo perché stornati dal loro corso naturale, essi non sono " cattivi ". [... ] Sicché il conflitto a cui assistiamo nel suo libro non è quello consueto dei romanzi vittoriani, tra bene e male; è piuttosto un contrasto tra simile e dissimile. [.. ] In verità il sesso ha poco a che fare coi personaggi della Brontë: l'amore di Catherine è esente da sensualità come la forza che attrae la marea alla luna, il ferro alla calamita, e non ha più tenerezza che fosse odio. [... ] Da un lato Wuthering Heights, la terra della tempesta, su nell'arida brughiera, nuda all'assalto degli elementi, naturale dimora della famiglia Earnshaw, indomiti figli della tempesta. Dall'altro, protetta dalla frondosa valle sottostante, Thrushcross Grange, l'appropriata dimora dei figli della calma, i gentili, passivi, timidi Linton. [... ] È la distruzione (a opera di Heathcliff) e la restaurazione di quest'armonia che, secondo l'analisi del Cecil forma il tema del racconto. Che è molto complesso: c'è infatti una seconda generazione in cui la netta distinzione tra i figli della tempesta e i figli della calma s'è smussata; essi partecipano d'entrambe le nature. [... ] Tale lo schema del romanzo, logico come il profilo d'una fuga musicale, per adoperare la felice similitudine del Cecil: schema da poema epico e da tragedia più che da romanzo. Forse Chesterton ha toccato la nota giusta quando ha detto (in The Victorian Age in Literature): «Wuthering Heights avrebbe potuto essere scritto da un'aquila». Sta sospeso così tra cielo e terra, più vicino al cielo che alla terra: romanzo meteorico.“

— Mario Praz
citato in Emily Brontë – Cime tempestose – Sinossi e commenti, lafrusta

Pubblicità

„[... ] al posto delle elette gentildonne favolatrici, Pampinea, Fiammetta, Neifile, qui troviamo Zeza sciancata, Cecca storta, Meneca gozzuta, Tolla nasuta, Popa gobba, Antonella bavosa, Ciulla musuta, Paola scerpellata, Ciommetella tignosa e Iacova squarquoia: un vero e proprio congresso di lamie. È vero che costoro, scelte dal re di Vallepelosa come le migliori della città, essendo le più svelte e linguacciute, favoleggiano nei giardini reali. Ma che giardini reali son questi! Invece di alberi solenni, una semplice pergola d'uva: il giardino reale si riduce alle proporzioni d'un modesto orto suburbano. E che re son quelli dei «cunti» del Basile! Che cosa inventa uno di essi per distrarre la figlia che non sapeva ridere? Niente di meglio che schizzare con una fontana d'olio le persone che passano dinanzi alla reggia. Trovata allegra degna di quello che doveva essere un re napoletano, il re Lazzarone, che per mettere il buonumore addosso alla delicata sua sposa, le toglieva di sotto la sedia facendola cadere. (Il che dimostra che Ferdinando I fu un prodotto inevitabile di quello stesso ambiente che produsse le fiabe del Basile.) Un altro re deve abitare in un ben curioso palazzo, se non può fare uno sbadiglio senza irritare due vecchiacce che vivono in un giardino su cui guardano le sue finestre. Un altro se ne sta affacciato alla finestra per trovar marito alla figlia; e v'è un principe che rapisce la bella non già su un cavallo alato, ma su un modesto asino, e ve n'è un altro che fa alle sassate coi monelli di strada.“

— Mario Praz
...

Pubblicità
Pubblicità
Avanti
Anniversari di oggi
Muhammad Ali foto
Muhammad Ali12
pugile statunitense 1942 - 2016
Anton Pavlovič Čechov foto
Anton Pavlovič Čechov48
scrittore, drammaturgo e medico russo 1860 - 1904
Antonio Abate foto
Antonio Abate11
251 - 357
Bobby Fischer foto
Bobby Fischer8
scacchista statunitense 1943 - 2008
Altri 85 anniversari oggi
Autori simili
Gillo Dorfles foto
Gillo Dorfles10
critico d'arte, pittore e filosofo italiano
Italo Alighiero Chiusano foto
Italo Alighiero Chiusano10
critico letterario, saggista e giornalista italiano
Cesare Garboli foto
Cesare Garboli12
scrittore, saggista e critico letterario italiano
Giovanni Testori foto
Giovanni Testori13
scrittore, drammaturgo e storico dell'arte italiano
Corrado Corradino foto
Corrado Corradino5
critico letterario, storico dell'arte e poeta italiano