Frasi su fiuto

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema fiuto.

Argomenti correlati

Un totale di 23 frasi, il filtro:


Pablo Neruda photo
Pubblicità
Roger Federer photo
Leonardo Sciascia photo
Albert Einstein photo

„Dio mi ha dato la cocciutaggine di un mulo e il fiuto di un buon segugio.“

—  Albert Einstein scienziato tedesco 1879 - 1955
Pensieri di un uomo curioso, p. 37 Source: Citato in G.J. Whitrow, Einstein: The Man and His Achievement, Dover, New York, 1967.

Abbé Pierre photo

„Ogni tanto urlare fa bene. Credo che Dio mi abbia dato fiuto per le insolenze misurate.“

—  Abbé Pierre presbitero francese 1912 - 2007
citato in La Francia piange l'Abbé Pierre, repubblica.it http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2007/01/23/la-francia-piange-abbe-pierre.html, 23 gennaio 2007

Fabio Capello photo
Maurice Maeterlinck photo
Giorgio Bocca photo
Cristina Campo photo

„Il mondo d'oggi ha un fiuto infallibile nel tentar di schiacciare ciò che è più inimitabile, inesplicabile, irripetibile. Tutto ciò che non gli può somigliare.“

—  Cristina Campo scrittrice, poetessa e traduttrice italiana 1923 - 1977
Lettere a Mita, Source: Dalla lettera a M. Pieracci Harwell del 16. VI [1971], p. 250.

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Candido Cannavò photo
Leonardo Sciascia photo
Friedrich Nietzsche photo
Indro Montanelli photo

„Certamente Mussolini fu un grossissimo politico, un uomo politico di grandissimo fiuto, di tempismo formidabile: lo dimostrò la facilità con cui vinse. Forse dovuta per metà alle sue capacità, alla sua bravura – parlo sempre come politico – e per metà all'insipienza, alla nullaggine dei suoi avversari, perché è tempo oramai di dire anche questo. Non c'è dubbio che il potere assoluto guastò completamente Mussolini: il Mussolini del 1930 non era certamente quello del 1940, il Mussolini di dieci anni dopo l'avvento al potere era diventato una specie di marionetta, la caricatura di sé stesso. Aveva perso proprio il senso della realtà, che era stato invece il suo forte da principio, il contatto col pubblico lo aveva perso, il senso della misura, e lo aveva dimostrato poi con gli errori madornali che ha fatto. Nei primi dieci anni credo che alcune cose buone le abbia fatte. Non credo che abbia ucciso la democrazia, credo che l'abbia soltanto seppellita perché era già morta. Da quel poco che ricordo l'Italia era un grosso carnevale, e anche abbastanza drammatico, perché la situazione interna era addirittura sfasciata: correva sangue, ne correva molto, noi in Toscana ne sapevamo qualcosa […]. E quindi non è vero che lui… le democrazie non vengono mai uccise, le democrazie muoiono. Dopodiché si dà la colpa a chi le seppellisce, ma la verità è che si suicidano, e credo che la democrazia italiana del '21-22 si sia suicidata. […] Mussolini capì una cosa fondamentale: che per piacere agli italiani bisognava dare a ciascuno di essi una piccola fetta di potere col diritto di abusarne. Questo era il fascismo. Il fascismo aveva creato una gerarchia talmente articolata e complessa che ognuno aveva dei galloni: il capofabbricato, il caposettore… tutti avevano una piccola fetta di potere, di cui naturalmente ognuno abusava, come è nel carattere degli italiani.“

—  Indro Montanelli giornalista italiano 1909 - 2001
Interviste, da Questo secolo, 18 maggio 1982

Maurizio Sarri photo
Cornelia Funke photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“