Frasi di Renato Zero

Renato Zero foto

94   227

Renato Zero

Data di nascita: 30. Settembre 1950

Renato Zero, nome d'arte di Renato Fiacchini , è un cantautore, showman, ballerino e produttore discografico italiano.

Considerato un vero e proprio "cantattore" e chansonnier dalle grandi capacità istrioniche, provocatrici e trascinatorie, nel corso della sua lunga carriera ha pubblicato 38 album, di cui 28 in studio, 7 live, e 3 raccolte ufficiali; inoltre ha scritto complessivamente più di cinquecento canzoni , affrontando le tematiche più disparate, oltre che numerosi testi e musiche per altri interpreti. È uno dei cantautori italiani più amati, popolari e di maggior successo. Con più di 45 milioni di dischi venduti è tra i principali artisti italiani che hanno venduto il maggior numero di dischi ed è suo il record di essere in assoluto il primo ed unico ad aver raggiunto il primo posto nelle classifiche italiane ufficiali di vendita in cinque decenni consecutivi.


„Se l'amore cieco va | e non guarda dove va | rassomiglia un poco a me | Madame! | Madame!“ da Madame

„Ho sofferto e pure pianto | ne ho commesse di pazzie | dimostrando il mio talento in volteggi e acrobazie.“ da Questi amori


„Quando ho imparato che bisogna salire... | E fare finta che amore, tu non sai cos'è! | E ogni volta dirò che è la prima volta... | Affidandomi al caso e alla mia incoscienza... | Lasciando sull'asfalto, un po' di me!“ da Salvami!, n.° 11

„Oggi che fatica che si fa, com'è finta l'allegria, quanto amaro disincanto.“ da Cercami, n. 2

„Tutto quello che c'è fuori rimane dov'è | tu sorridi, tu canti, tu piangi con me | forse torni bambino e una lacrima va | sopra questo costume che a pelle mi sta....“ da La favola mia, n. 1

„Vivrò cent'anni e una vita in più e che il conto torni o no, io me ne fregherò!!!“ da Vivo

„Tu vola alto amico caro, pure per chi non ce la fa, per chi di un sogno è prigioniero, per chi rinuncerà. Pensa in grande e fallo ancora tu cavalca quell'ideaa; suda, incazzati e poi prega e quando puoi tu scappa via che soffrire di coraggio è la più bella malattia! Vola alto!“ da Vola alto, n.° 12

„Se rinasco gabbiano gli cagherò proprio sul muso, all'invidioso. Sono un angelo e adesso non canto più... ora grido!“ da Qualcuno mi ha ucciso


„Ti darei gli occhi miei per vedere ciò che non vedi...“ da Nei giardini che nessuno sa

„Penso che ogni giorno sia | come una pesca miracolosa | che è bello pescare sospesi | su di una soffice nuvola rosa | Io come un gentiluomo | e tu come una sposa | mentre fuori dalla finestra | si alza in volo soltanto la polvere | c'è aria di tempesta!“ da I migliori anni della nostra vita, n. 8

„Io sono qui, insultami, feriscimi; sono così: tu prendimi o cancellami.“ da Cercami, n.° 2

„Ti darei gli occhi miei | per vedere ciò che non vedi | l'energia, l'allegria, | per strapparti ancora sorrisi | dirti si, sempre si, | e riuscire a farti volare | dove vuoi, dove sai | senza più quel peso sul cuore“ da Nei giardini che nessuno sa


„L'amicizia vuol dire essere molto intraprendenti, non lasciare scampo MAI a qualcuno, spiarlo continuamente, entrare in un supermercato, in un qualunque altro posto improbabile, per gente come Me che viene quasi sempre immaginata lontana dalla vita, lontana dalla gente, lontana dal mondo, da guai, dai... casini! E, invece, l'amicizia è proprio questo : uscire di casa molto spesso perché a casa ci si rattrista... La casa va bene quando la sera si è combinato qualcosa di buono e si ritorna per ingraziare del cibo, nel nostro letto, di quella stanchezza formidabile che ci riporta a casa, ma io a casa non ci sto perché devo venire a scovarvi dovunque siete, sempre! Perché sono malato di voi, perché ho bisogno di vedervi, di sapere che ci siete!“ Discorso sulle note de Il cielo durante la tappa del 5 ottobre 2010 del Sei Zero

„Ascolta il tuo maestro, il mondo è questo: prima l'arte e la passione e dopo il resto.“ da Il maestro

„Stringimi le mani ancora un po' (ognuno si difende come può!), chiudo gli occhi non svegliarmi, no!“ senza un progetto non vivrò!

„Perché questo è il nostro mondo. Perché solo non vivrei. Se vuoi la luna te la prendo. Per te che cosa non farei!“ da Il nostro mondo, n.º 3

Autori simili