Frasi di Giuseppe Garibaldi

Giuseppe Garibaldi photo
110   51

Giuseppe Garibaldi

Data di nascita: 4. Luglio 1807
Data di morte: 2. Giugno 1882

Giuseppe Garibaldi è stato un generale, patriota, condottiero e scrittore italiano.

Noto anche con l'appellativo di "Eroe dei due mondi" per le sue imprese militari compiute sia in Europa sia in America Meridionale, è la figura più rilevante del Risorgimento e uno dei personaggi storici italiani più celebri al mondo.

È considerato dalla storiografia maggioritaria, anche internazionale e nella cultura popolare del XX secolo da essa influenzata, il principale eroe nazionale italiano. Iniziò i suoi spostamenti per il mondo quale ufficiale di navi mercantili e poi quale capitano di lungo corso al comando. La sua impresa militare più nota fu la spedizione dei Mille, che annetté il Regno delle Due Sicilie al nascente Regno d'Italia durante l'Unità d'Italia.

Garibaldi era inoltre massone di 33º grado del Grande Oriente d'Italia e anticlericale e fu autore di numerosi scritti e pubblicazioni, prevalentemente di memorialistica e politica, ma anche romanzi e poesie.

Frasi Giuseppe Garibaldi

„Il lavoro ci farà liberi, la libertà ci farà grandi.“

—  Giuseppe Garibaldi

Alla Fratellanza operaia — Firenze, Pisa, 30 novembre 1862; p. 301
Scritti politici e militari, ricordi e pensieri inediti

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating

„Se sorgesse una società del demonio, che combattesse despoti e preti, mi arruolerei nelle sue file.“

—  Giuseppe Garibaldi

Memorie
Origine: Citato in Il libretto rosso di Garibaldi, a cura di Massimiliano e Pier Paolo Di Mino, Castelvecchi Editore, 30 gennaio 2011.

„[A Nino Bixio nella battaglia di Calatafimi] Qui si fa l'Italia o si muore.“

—  Giuseppe Garibaldi

Origine: Citato in Giuseppe Cesare Abba, Storia dei Mille, cap. Dopo la vittoria.

„Favorito dalla fortuna, io ebbi l'onore nei due mondi di combattere accanto ai primi soldati, ed ho potuto persuadermi che la pianta uomo nasce in Italia, non seconda a nessuno; ho potuto persuadermi che quegli stessi soldati che noi combattemmo nell'Italia meridionale, non indietreggeranno davanti ai più bellicosi, quando saranno raccolti sotto il glorioso vessillo emancipatore.“

—  Giuseppe Garibaldi

Origine: Citato in Martino Cellai, Fasti militari della Guerra dell'Indipendenza d'Italia dal 1848 al 1862, vol. 4, Tip. e litografia degli Ingegneri, 1867, p. 471 http://books.google.it/books?id=GwRAAAAAcAAJ&pg=PA471; citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921.

„È tempo che tutti i popoli si preparino alle supreme battaglie.
Su dunque; voi pure stringetevi [popoli slavi] in un popolo solo, dimenticate odi, discordie, pregiudizi di religione e di razza. E accoglietevi in un solo pensiero di vendetta e libertà, e fate impeto irresistibile contro i vostri oppressori. Non prestate ascolto alle mendaci promesse della diplomazia; diffidate de' suoi artifici, delle sue scaltrezze. Vi tradì, vi vendette cento volte; se la soffrite, vi tradirà e vi venderà ancora. Fidate soltanto nel vostro valore, nelle vostre armi, nella vostra concordia, e fidate nei popoli che, come voi, vogliono la libertà e combattono per ottenerla. Tutte le nazioni sono sorelle; esse non hanno cupidigie, ambizioni liberticide; ciascuno vuole la sua parte di terra e di sole; ciascuna aiuterà le altre a ottenerla.
È dovere dei popoli liberi, e che vogliono essere tali, di accorrere dovunque si combatte per i diritti delle nazioni, dovunque s'innalza la bandiera della libertà. […] La causa della libertà è una sola, qualunque sia il nemico che la combatta, qualunque il popolo che la difende, qualunque sia il colore della bandiera sotto cui si schierano gli eserciti. Quando tutti i popoli abbiano intesa questa verità, che la storia e l'esperienza dovrebbe ormai aver loro insegnata, quando pratichiamo davvero questa santa legge di fratellanza e di comune difesa, il regno del dispotismo sarà finito per sempre sulla terra.“

—  Giuseppe Garibaldi

Alle genti slave sotto la dominazione austriaca e ottomana, Palermo, 23 luglio 1862; pp. 274-275
Scritti politici e militari, ricordi e pensieri inediti

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“

Autori simili

Carl von Clausewitz photo
Carl von Clausewitz34
generale e scrittore prussiano
Napoleone Bonaparte photo
Napoleone Bonaparte153
politico e militare francese, fondatore del Primo Impero fr…
Carlo Dossi photo
Carlo Dossi81
scrittore, politico e diplomatico italiano
Giosue Carducci photo
Giosue Carducci88
poeta e scrittore italiano
Edmondo De Amicis photo
Edmondo De Amicis29
scrittore italiano
Giuseppe Benedetto Cottolengo photo
Giuseppe Benedetto Cottolengo23
sacerdote italiano
Ugo Foscolo photo
Ugo Foscolo81
poeta italiano
Giacomo Leopardi photo
Giacomo Leopardi223
poeta, filosofo e scrittore italiano
Giovanni Bosco photo
Giovanni Bosco33
presbitero e pedagogo italiano
Annibale Maria Di Francia photo
Annibale Maria Di Francia6
sacerdote italiano
Anniversari di oggi
Natalia Ginzburg photo
Natalia Ginzburg44
scrittrice italiana 1916 - 1991
Giuseppe Prezzolini photo
Giuseppe Prezzolini86
giornalista, scrittore e editore italiano 1882 - 1982
Antonio Simon Mossa photo
Antonio Simon Mossa3
architetto, politico e giornalista italiano 1916 - 1971
Emilio Cecchi photo
Emilio Cecchi16
critico letterario e critico d'arte italiano 1884 - 1966
Altri 73 anniversari oggi
Autori simili
Carl von Clausewitz photo
Carl von Clausewitz34
generale e scrittore prussiano
Napoleone Bonaparte photo
Napoleone Bonaparte153
politico e militare francese, fondatore del Primo Impero fr…
Carlo Dossi photo
Carlo Dossi81
scrittore, politico e diplomatico italiano
Giosue Carducci photo
Giosue Carducci88
poeta e scrittore italiano
Edmondo De Amicis photo
Edmondo De Amicis29
scrittore italiano