Frasi di Fëdor Dostoevskij

Fëdor Dostoevskij photo
230   417

Fëdor Dostoevskij

Data di nascita: 11. Novembre 1821
Data di morte: 9. Febbraio 1881
Altri nomi:Fiodor Michajlovič Dostojevskij, Fëdor Michajlovič Dostoevskij, Fjodor Michailowitsch Dostojewski

Pubblicità

Fëdor Michajlovič Dostoevskij è stato uno scrittore e filosofo russo.

È considerato, insieme a Tolstoj, uno dei più grandi romanzieri e pensatori russi di tutti i tempi. A lui è intitolato il cratere Dostoevskij sulla superficie di Mercurio.

Autori simili

Aleksandr Zinovyev photo
Aleksandr Zinovyev5
scrittore russo
Nikolaj Gavrilovič Černyševskij photo
Nikolaj Gavrilovič Černyševskij5
filosofo, rivoluzionario e scrittore russo
Pavel Nikolaevič Evdokimov photo
Pavel Nikolaevič Evdokimov30
filosofo e teologo russo
Boris Leonidovič Pasternak photo
Boris Leonidovič Pasternak33
poeta e scrittore russo
Leonid Nikolaevič Andreev photo
Leonid Nikolaevič Andreev3
scrittore e drammaturgo russo
Pëtr Alekseevič Kropotkin photo
Pëtr Alekseevič Kropotkin30
filosofo, geografo, zoologo e anarchico russo
Anton Pavlovič Čechov photo
Anton Pavlovič Čechov48
scrittore, drammaturgo e medico russo

Frasi Fëdor Dostoevskij

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

„Ancora sedicenne, li osservavo con cupa meraviglia; già allora mi stupivano la grettezza del loro pensiero, la stupidità delle occupazioni, dei giochi, dei discorsi loro. Non capivano certe cose cosí indispensabili, non s'interessavano di argomenti cosí suggestivi e impressionanti che per forza presi a considerarli inferiori a me. Non era la vanità offesa che mi ci spingeva, e, per amor di Dio, non venitemi avanti con le obiezioni convenzionali, rancide fino alla nausea, che io non facevo che sognare, mentre essi già allora capivano la vita reale. Nulla essi capivano, nessuna vita reale, e vi giuro che questo, appunto, era ciò che piú m'indignava in loro. Al contrario, la realtà piú evidente, piú abbagliante la percepivano in modo fantasticamente sciocco e già allora si abituavano ad inchinarsi nient'altro che al successo. Di tutto ciò che era giusto, ma umiliato e oppresso, ridevano crudelmente e vergognosamente. La posizione la consideravano ingegno; a sedici anni discorrevano già di comodi posticini. Naturalmente, in questo molto derivava dalla stupidità, dal cattivo esempio che aveva sempre circondato la loro infanzia e adolescenza. Erano depravati fino alla mostruosità. S'intende che anche qui c'era soprattutto esteriorità, soprattutto cinismo ostentato, s'intende che la giovinezza e una certa freschezza trasparivano anche in loro perfino attraverso la depravazione; ma in loro non era attraente nemmeno la freschezza e si manifestava come una specie di bricconeria. Io li odiavo tremendamente, sebbene fossi magari peggio di loro. Essi mi ripagavano della stessa moneta, e non nascondevano la propria ripugnanza per me. Ma io non desideravo piú il loro affetto; al contrario, avevo sempre sete della loro umiliazione.“

—  Fëdor Dostoevskij
A proposito della neve bagnata, III; 2002, p. 70

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Anniversari di oggi
Bruce Springsteen photo
Bruce Springsteen143
musicista e cantautore statunitense 1949
Gino Paoli photo
Gino Paoli26
cantautore e musicista italiano 1934
Sigmund Freud photo
Sigmund Freud174
neurologo e psicoanalista austriaco, fondatore della psi... 1856 - 1939
Pablo Neruda photo
Pablo Neruda79
poeta e attivista cileno 1904 - 1973
Altri 66 anniversari oggi
Autori simili
Aleksandr Zinovyev photo
Aleksandr Zinovyev5
scrittore russo
Nikolaj Gavrilovič Černyševskij photo
Nikolaj Gavrilovič Černyševskij5
filosofo, rivoluzionario e scrittore russo
Pavel Nikolaevič Evdokimov photo
Pavel Nikolaevič Evdokimov30
filosofo e teologo russo
Boris Leonidovič Pasternak photo
Boris Leonidovič Pasternak33
poeta e scrittore russo