Frasi su fumetto

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema fumetto, grande, storia, personaggio.

Un totale di 123 frasi, il filtro:

Andrea Pazienza photo
Charles Bukowski photo
Charles M. Schulz photo

„Se pensi ad una cosa alle tre del mattino e poi ci ripensi l'indomani a mezzogiorno, arrivi a conclusioni diverse.“

—  Charles M. Schulz fumettista statunitense 1922 - 2000

fumetto Striscia ‘Charlie Brown’

Fabri Fibra photo
Osamu Tezuka photo
Gianna Nannini photo
Fabri Fibra photo

„Vengo dai fumetti come Wolverine, | giro in una Punto, mica in limousine.“

—  Fabri Fibra rapper, produttore discografico e scrittore italiano 1976

da Ah Yeah Mr. Simpatia, n. 1
Pensieri scomodi

Leo Ortolani photo
Keiko Ichiguchi photo

„Da piccola ho letto una storia tipica di shojo manga ambientata nell'antico Egitto. Era una storia immaginaria, ma mi ha affascinata tanto, al punto che ho cominciato a leggere i libri veri sull'antico Egitto. I fumetti possono essere la porta d'entrata di qualsiasi mondo nuovo perché sono più facili da seguire grazie ai disegni.“

—  Keiko Ichiguchi fumettista giapponese 1966

Origine: Da Keiko Ichiguchi: "Memorie di Iris" e "La Promessa dei Ciliegi" http://www.fumettodautore.com/magazine/autori-e-anteprime/4784-lintervista-r-keiko-ichiguchi-memorie-di-iris-e-la-promessa-dei-ciliegi, FumettoD'Autore.it, 24 novembre 2014.

Giacomo Bevilacqua photo

„Allora, regola numero 1, per essere un buon fumetto bisogna essere fighi.“

—  Giacomo Bevilacqua fumettista italiano 1983

p 8
A Panda piace... fare i fumetti degli altri (e viceversa)

Emma Stone photo

„[Sull'Uomo Ragno] È il più umano tra i supereroi dei fumetti: con lui ci si può identificare e le sue debolezze lo rendono incredibilmente seducente. Batman è ricco sfondato, Superman è quasi intoccabile, Spider-Man invece è un adolescente qualsiasi per il quale ti viene da fare il tifo.“

—  Emma Stone attrice statunitense 1988

Origine: Citato in Alessandra Venezia, Emma Stone: "Ho perso la testa per Spider-Man" http://www.iodonna.it/personaggi/interviste/2012/emma-stone-intervista-40741180141_2.shtml, Iodonna.it, 7 giugno 2012.

Heath Ledger photo
Giacomo Bevilacqua photo
Leo Ortolani photo

„Disegnare i fumetti e scriverli non è difficile, purché si scriva con squadra e compasso e si disegni col vocabolario“

—  Magnus

Origine: Intervista durante Treviso Comic 1995. Video su YouTube https://www.youtube.com/watch?v=f05g26WPLg0

Ray Bradbury photo
Neil Gaiman photo

„Scrivo fumetti perché il loro è un medium sperimentale, che mi permette di sconvolgere qualsiasi regola. Me l'ha insegnato quel genio di Alan Moore.“

—  Neil Gaiman fumettista, scrittore e giornalista britannico 1960

dall'intervista di M. Giovannini, Ciak, giugno 2009

David Lloyd photo
William Peter Blatty photo

„I fumetti di Capitan Futuro mi piacciono perché concernono il mondo di domani: tutto ciò che concerne il mondo di domani è interessantissimo.“

—  William Peter Blatty scrittore, sceneggiatore e regista statunitense 1928 - 2017

Origine: Mi ricordo di te, p. 59

Mario Benedetti photo
Andrea Plazzi photo
Aurelio Galleppini photo

„Sì, forse Tex mi ha assorbito un po' troppo, e la gente è portata a ricordarmi solo per questo. Però devo dire che il personaggio mi ha ripagato di tutto il tempo che gli ho dedicato.“

—  Aurelio Galleppini fumettista italiano creatore di Tex Willer 1917 - 1996

citato in Renato Genovese, L'avventurosa storia del fumetto italiano. Quarant'anni di fumetti nelle mani dei protagonisti, Alberto Castelli Editore, 2009, p. 230

Frank Miller photo
Douglas Coupland photo
Antonio Serra photo
Antonio Serra photo
Antonio Serra photo
Antonio Serra photo
Antonio Serra photo
Alan Moore photo

„[Su V per Vendetta] La sceneggiatura è imbecille. Ci sono dei buchi di sceneggiatura così grossi che non sarebbero accettabili neppure in un fumetto di Tiramolla.“

—  Alan Moore fumettista e scrittore britannico 1953

Origine: Citato in Alan Moore: questo non è il mio V http://www.fantascienza.com/magazine/notizie/5811/alan-moore-questo-non-a-il-mio-v/, Corriere della Fantascienza], 26 maggio 2005.

Lorenzo Mattotti photo
Lorenzo Mattotti photo
Bruce Sterling photo
Joseph L. Mankiewicz photo
Luca Raffaelli photo
Luca Raffaelli photo
Silver photo

„È anche ovvio che i personaggi a fumetti, una volta animati, perdono molte caratteristiche per acquisirne altre, trasformandosi quasi in tutt'altro.“

—  Silver fumettista italiano 1952

Intervista a Silver http://www.inkonline.info/?p=233, Ink on Line, 2 marzo 1999

Don Rosa photo
Gianna Nannini photo
Leo Ortolani photo

„Cosa potevo fare, da grande? Le strade erano due. O donavo gli organi, o facevo il fumettista.
Il cuore l'aveva già preso mia moglie Caterina, il resto era da buttare.
Così ho fatto fumetti.“

—  Leo Ortolani autore di fumetti italiano, creatore di Rat-Man 1967

Origine: Da "Welcome to The Rock!", Rat-Man: Vent'anni senza condizionale, ed. Panini Comics, aprile 2009, pp. 5-7.

Benito Jacovitti photo
Roy Lichtenstein photo

„In quasi mezzo secolo di carriera ho dipinto fumetti e puntini per soli due anni. Possibile che nessuno si sia mai accorto che ho fatto altro?“

—  Roy Lichtenstein artista statunitense 1923 - 1997

citato in Corriere della sera, 25 gennaio 2010

Ambra Angiolini photo

„[Sul fumetto Rat-Man] Iniziò sette anni fa, cercavo a ogni nuova uscita l'edicola esatta dove trovarlo e volevo rintracciare l'autore. Ancora adesso trovo geniale la sua ironia.“

—  Ambra Angiolini attrice, conduttrice televisiva e conduttrice radiofonica italiana 1977

da Da Ambra a Cofferati «Mai senza i nostri eroi» https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2009/settembre/30/Ambra_Cofferati_Mai_senza_nostri_co_9_090930013.shtml, Corriere della sera, 30 settembre 2009

Silvia Ziche photo
Silvia Ziche photo
Osamu Tezuka photo
Osamu Tezuka photo
Osamu Tezuka photo

„Sono convinto che i fumetti non debbano solo far ridere. Per questo nelle mie storie trovate lacrime, rabbia, odio, dolore e finali non sempre lieti.“

—  Osamu Tezuka fumettista, animatore e regista giapponese 1928 - 1989

Origine: Citato in Helen McCarthy, Osamu Tezuka: il dio del manga, traduzione di Fabio Deotto, Edizioni BD, 2010, quarta di copertina.

Shigeru Miyamoto photo
Richard Corliss photo
Alfredo Castelli photo
Roberto Benigni photo

„[Andrea Pazienza] Era il capostipite di una grande scuola che non ha avuto poi nessun allievo prediletto perché era inimitabile, un talento irripetibile.“

—  Roberto Benigni attore, comico, showman, regista, sceneggiatore e cantante italiano 1952

Origine: Da un intervento durante la mostra antologica su Pazienza tenutasi a Roma, Complesso del Vittoriano, 16 settembre 2005; citato nella tesi di laurea di Antonio Vigliaroli, Andrea Pazienza. Protagonista del fumetto negli anni Settanta-Ottanta Università degli Studi di Parma, Anno Accademico 2004-2005.

Bruce Timm photo

„Una storia appassionante unita a immagini splendide, Ego di Darwyn Cooke è senz'altro il debutto a fumetti pià esaltante dell'anno.“

—  Bruce Timm fumettista statunitense 1961

Origine: Dalla quarta di copertina di Darwyn Cooke, Batman: Ego, traduzione di Francesco Argento, edizione italiana Play Press, maggio 2003

Leo Ortolani photo
Leo Ortolani photo
Roberto Recchioni photo
Antonio Serra photo

„Decisi che se la polizia non riusciva a catturare i banditi, avrei creato io un individuo capace di farlo.“

—  Chester Gould fumettista statunitense 1900 - 1985

cit. in Luca Raffaelli, Il mondo di Chester Gould in Dick Tracy, I Classici del Fumetto di Repubblica n. 60, ed. Gruppo Editoriale L'Espresso/Panini Comics, Roma, 2004, p. 9

Tiziano Sclavi photo
Sergio Algozzino photo
Davide La Rosa photo
Pier Vittorio Tondelli photo
Elio Vittorini photo
Fabrizio Mazzotta photo
Leo Ortolani photo
Massimo Bonfatti photo
Leo Ortolani photo

„Scrittore di fumetti talmente estremi da risultare divertentissimi.“

—  Leo Ortolani autore di fumetti italiano, creatore di Rat-Man 1967

Danny Cannon photo
Keiko Ichiguchi photo
Luca Raffaelli photo

„Nonostante sia pop, ad analizzarla per bene la comicità di Ortolani è una lezione accademica: sul linguaggio, sul fumetto, sull'emozione e sui miti di oggi.“

—  Luca Raffaelli giornalista, saggista e sceneggiatore italiano 1959

Origine: Da Metamorfosi di un bat-topo: è uno zombie un po' eretico, Il Venerdì, 11 novembre 2016, p. 100

Mario Praz photo
Beppe Severgnini photo
Luca Raffaelli photo
Il Farinotti photo
Chuck Dixon photo
Chuck Dixon photo
Keiko Ichiguchi photo

„Il lavoro di Bill Watterson ha qualcosa di mistico. Ciò che abbiamo di fronte non è una qualunque striscia a fumetti. Possiede quella particolare dimensione riconosciuta un tempo in Krazy Kat di George Herriman e, più tardi, in Pogo di Walt Kelly. Il che è stato, comunque, molto tempo fa: dopo di loro non c'è stato più niente di simile nel mondo del cartoon. Ora abbiamo Calvin & Hobbes. In questa striscia non ci sono personaggi finti o sdolcinati. Il ragazzino è decisamente e irresistibilmente pestifero. La madre e il padre (i nomi non sono necessari) vivono a fianco della loro discendenza chiedendosi con perenne e agitato stupore che cosa abbiano fatto per meritarsi un figlio del genere. Il bambino, da parte sua, vive per un buon 70 per cento del suo tempo in un mondo parallelo popolato dalle creature indicibili della sua fantasia, e per il resto del tempo in un mondo reale popolato da altre creature indicibili (la maestra, la bambina, il bullo). E trova scampo da questo secondo mondo rifugiandosi nel primo. E poi c'è il tigrotto di pezza. È un animo nobile e molto più intelligente del bambino, di cui, con sarcastica e affettuosa saggezza, tempera l'esuberanza. Ci sono un sacco di strisce a fumetti in giro, alcune buone, altre passabili, la maggior parte semplicemente roba di secondo piano. Tutti hanno il loro cast di personaggi, più o meno indovinati, tenuti insieme dal dialogo, a volte buono, a volte no. Sono pochissimi quelli che posseggono quella magia particolare che li fa reggere il confronto con il meglio del passato. Guardando al lavoro dei nostri due paragoni, Herriman e Kelly, possiamo vedere un connubbio tra sceneggiatura e segno grafico che si trova raramente al giorno d'oggi, la sensazione che le parole migliorino il disegno e che il disegno faccia lo stesso con il testo, che la fusione attentamente miscelata di questi due ingredienti possa creare quell'incanto che rivela il genio. Volete la magia? L'alchimista Watterson ha portato avanti un lavoro che, per acume, carattere e profondità, è portentoso in rapporto alla sua giovane età. Gli auguro lunga vita e possano i poteri della sua stregoneria non venir mai meno. Volete la magia? Questa è una raccolta di ricette dello stregone per trasformare della semplice carta e del semplice inchiostro in oro puro. Lasciate che umilmente vi presenti Calvin (il bambino) e Hobbes (il tigrotto). Questo libro è magico.“

—  Pat Oliphant 1935

dalla prefazione di Bill Watterson, C'è qualcosa che sbava sotto il letto, Comix, 1997. ISBN 9788881930197

Gian Luigi Rondi photo
Andrea Plazzi photo
Roberto Benigni photo
Massimo Gramellini photo
Masakazu Katsura photo
Hugh Jackman photo

„[Su Wolverine - L'immortale] Lo stesso Giappone, a prescindere dai film tratti dai fumetti, è diverso rispetto al resto del mondo. È un luogo ricco di storia, tradizioni e usanze che si contrappone a ciò che Wolverine rappresenta.“

—  Hugh Jackman attore australiano 1968

Origine: Da Clip Esclusiva Extra 1 - Wolverine: L'immortale http://movieplayer.it/video/clip-esclusiva-extra-1-wolverine-l-immortale_16145/, Movieplayer.it.

Masakazu Katsura photo
Jean Baudrillard photo
Leo Ortolani photo