Frasi su pugnale

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema pugnale.

Argomenti correlati

Un totale di 49 frasi, il filtro:


Noyz Narcos photo
Umberto Eco photo
Jerome Klapka Jerome photo
Edmondo De Amicis photo
Federico García Lorca photo
Cristina Campo photo
Anaïs Nin photo
Lorenzo Licalzi photo
Francesco Berni photo

„Ben che un pugnale, un cesso, o ver un nodo | ti faranno star queto in ogni modo.“

—  Francesco Berni scrittore e poeta italiano 1497 - 1535

da Contra Pietro Aretino, vv. 49-50
Rime

Concita De Gregorio photo

„Veleno, pugnale o franchi tiratori. È così che si uccide un candidato sicuro.“

—  Concita De Gregorio giornalista e scrittrice italiana 1963

libro Come si fa un Presidente

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Renzo Novatore photo
Ryszard Kapuściński photo

„In quegli anni circolavano due diverse immagini di Hailè Selassiè. Una, quella nota all'opinione pubblica internazionale, presentava l'imperatore come un monarca esotico ma capace, dotato di un'energia inesauribile, di una mente acuta e di una profonda sensibilità; un uomo che si era opposto a Mussolini, aveva riconquistato l'impero e il trono, e nutriva l'ambizione di sviluppare il proprio paese e di svolgere nel mondo un ruolo di rilievo. L'altra immagine, formata poco per volta dalla parte più critica, e inizialmente esigua, dell'opinione pubblica interna, lo mostrava come un monarca deciso a difendere il potere con ogni mezzo; ma soprattutto come un demagogo e un padre padrone che, con i fatti e con le parole, mascherava la corruzione, l'ottusità e il servilismo della classe dirigente da lui stesso creata e blandita. Le due immagini, come spesso succede, erano vere entrambe. Hailè Selassiè aveva una personalità complessa: per taluni piena di fascino, per altri odiosa; certuni lo adoravano, altri lo maledicevano. Governava un paese che conosceva solo i metodi più brutali per conquistare (o per conservare) il potere, e dove le libere elezioni erano sostituite da pugnali e veleni, e le libere discussioni da forche e fucilazioni. Lui stesso era un prodotto di quella tradizione, alla quale a suo tempo aveva fatto ricorso. Tuttavia si rendeva conto che in tutto ciò c'era qualcosa di stonato e di incompatibile con il mondo nuovo. Non potendo certo modificare il sistema che lo manteneva al potere (e per lui il potere veniva prima di ogni altra cosa), ricorreva alla demagogia, al cerimoniale e a quei discorsi sullo sviluppo così assurdi in un paese tanto povero e arretrato. Uomo simpatico, politico astuto, padre tragico e avaro patologico, condannava a morte gli innocenti e graziava i colpevoli: capricci del potere, tortuose manovre di Palazzo, ambiguità e misteri che nessuno riuscirà mai a decifrare.“

—  Ryszard Kapuściński giornalista e scrittore polacco 1932 - 2007

Origine: Il negus, p. 105

Mina photo
Rino Gaetano photo
Lauren Kate photo
Ramón Gómez De La Serna photo

„La meridiana segna le ore col pugnale che uccide.“

—  Ramón Gómez De La Serna scrittore e aforista spagnolo 1888 - 1963

Origine: Mille e una greguería, Greguería‎s‎, p. 61

Emil Cioran photo

„La coscienza è molto più della scheggia, è il pugnale nella carne.“

—  Emil Cioran filosofo, scrittore e saggista rumeno 1911 - 1995

L'inconveniente di essere nati

Giorgio Manganelli photo
Jacqueline Carey photo

„Chesterton è stato uno dei pensatori più profondi che siano mai esistiti.“

—  Étienne Gilson filosofo e storico francese 1884 - 1978

citato in Gilbert Keith Chesterton, Il pugnale alato e altri racconti, BUR, a cura di Stefano del Magno e Davide Rondoni, introduzione di Stratford Caldecott, p. IV

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“