Frasi su scetticismo

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema scetticismo.

Argomenti correlati

Un totale di 74 frasi, il filtro:


Ennio De Giorgi photo

„Certamente lo scienziato, come ogni altro uomo, può usare in molti modi la sua libertà, può aprire il suo cuore alla speranza o chiuderlo allo scetticismo.“

—  Ennio De Giorgi matematico italiano 1928 - 1996
dal discorso all'Accademia Pontaniana, Napoli, 1992 Source: In Lucio Coco, Testamenti spirituali. Note e pensieri dal limite della vita, Paoline, 2008.

Pietro Siciliani photo
Roberto Gervaso photo

„Lo scetticismo ci aiuta a vivere; il cinismo a morire.“

—  Roberto Gervaso storico, scrittore, giornalista 1937
Il grillo parlante

Ignazio Silone photo
Massimo Gramellini photo
Milan Kundera photo
Tom Robbins photo
Gilbert Keith Chesterton photo
John Waters photo
John Waters photo

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
John Waters photo
Luigi Giussani photo
Apuleio photo

„E il meccanismo della sorpresa, inteso come improvviso manifestarsi di una realtà alternativa a quella presupposta, che in ogni tipo di narrativa è una semplice opzione nell'ambito della tecnica del racconto, nel romanzo apuleiano si rivela perciò – sia a livello della trama principale che dei racconti secondari – una vera e propria strategia compositiva e uno dei fili conduttori della storia, e di conseguenza un modello di percezione del mondo. Nel mondo delle Metamorfosi niente può considerarsi sicuro – e l'esempio perfetto di questo mondo delle apparenze, in cui ogni cosa appare precaria e ingannevole, è lo stesso protagonista imprigionato nella forma dell'asino e naturalmente ignorato per tutto il tempo dagli altri uomini. […] non ci sono certezze, tutto dev'essere verificato, toccato con mano. L'unica possibilità di sapere è l'esperienza, e la disposizione d'animo più giusta sembra appunto questa credulitas, quest'ansia di mirum che fin dall'inizio caratterizza il protagonista; non si tratta di ingenuità, ma di apertura mentale, un atteggiamento più volte lodato da Lucio stesso: mentre lo scetticismo dell'anonimo compagno di Aristomene – che è presumibilmente quello del lettore – si preclude molte possibilità, l'atteggiamento di chi «vuol sapere tutto, o almeno il più possibile» sembra il più consigliabile.“

—  Apuleio, libro Le metamorfosi
Le metamorfosi, Citazioni sull'opera, Lara Nicolini, introduzione, 2005, p. 31

Piergiorgio Odifreddi photo

„[Albert Einstein] Dopo aver ricordato che fin da bambino «la vanità delle speranze e degli sforzi che travolgono incessantemente la maggior parte degli uomini in una corsa affannosa attraverso la vita» l'aveva colpito profondamente, egli ricorda che dapprima divenne religiosissimo, ma cessò improvvisamente di esserlo all'età di dodici anni, perché leggendo libri di divulgazione scientifica si era «ben presto convinto che le storie che raccontava la Bibbia non potevano essere vere». Questa esperienza gli fece capire come «i giovani fossero coscientemente ingannati dallo Stato con insegnamenti bugiardi, e fu un'impressione sconvolgente», da cui il precoce pensatore trasse un atteggiamento di sospetto verso ogni genere di autorità, e di scetticismo verso le convenzioni sociali, che non l'avrebbe più abbandonato. Da allora egli trovò la liberazione nel «possesso intellettuale del mondo che esiste indipendentemente da noi, esseri umani, e che ci sta di fronte come un grande, eterno enigma, accessibile solo parzialmente alla nostra osservazione e al nostro pensiero». Naturalmente, conclude Einstein, «la strada verso questo paradiso non era così comoda e allettante come quella del paradiso religioso, ma si è dimostrata una strada sicura, e non ho mai più rimpianto di averla scelta.»“

—  Piergiorgio Odifreddi matematico, logico e saggista italiano 1950
dalla relazione al Festival della Mente, Sarzana, Dio secondo Einstein, la Repubblica, 31 agosto 2007 Source: In Albert Einstein, Autobiografia scientifica, 1949.

Emil Cioran photo
Emil Cioran photo
Gerard Radnitzky photo
Emil Cioran photo
James Russell Lowell photo

„Un saggio scetticismo è il primo attributo di un buon critico.“

—  James Russell Lowell poeta, scrittore, critico 1819 - 1891
da Shakespeare Once More, in Literary Essays, vol. III, 1870-1890

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“

x