Frasi su conservatore

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema conservatore, conservatorio, essere, politico.

Un totale di 163 frasi, il filtro:

Gigi D'Alessio photo

„[A Napoli] novantanove volte su 100 finisci scugnizzo. Vengo dai quartieri popolari, cresciuto dalla nonna. Quando entravo in casa, battevo forte i piedi per far scappare i topi. E niente doccia. Scendevi per strada e ti fottevano la cartella. Poi la bicicletta. Poi il motorino. Alla quarta diventavi scugnizzo. Alla delinquenza ho preferito la musica: dieci anni di conservatorio.“

—  Gigi D'Alessio cantautore e produttore discografico italiano 1967

Origine: Dall'intervista di Andrea Scanzi, D'Alessio: "Vi racconto la mia vita pericolosa. Fra Carosone e i boss" http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/25/dalessio-%E2%80%9Cvi-racconto-vita-pericolosa-carosone-boss%E2%80%9D/200090/, Il Fatto Quotidiano, 25 marzo 2012.

Jimi Hendrix photo
Leo Longanesi photo

„Sono un conservatore in un Paese in cui non c'è niente da conservare.“

—  Leo Longanesi giornalista, pittore e disegnatore italiano 1905 - 1957

Parliamo dell'elefante

Primo Levi photo
Winston Churchill photo

„Mi sono sentito in imbarazzo per lui, e il mio primo pensiero è stato il rifiuto - «no, povero Montanelli» - quando all'ingresso dei giardini di via Palestro mi sono trovato davanti alla sua statua, al punto che ho pensato che ci sono vandali che distruggono e vandali che costruiscono, e che anzi, per certi aspetti, il vandalismo che crea è ben peggiore, perché tenta di disarmarti con le sue buone intenzioni. Dunque era di mattina, molto presto, e i giardini erano vuoti, al sole. Ebbene in questo vuoto, la statua mi è apparsa all'improvviso: una figurina in gabbia che non ha niente a che fare con Montanelli, se non perché lo offende anche fisicamente, lui che era così "verticale", e che ci invitava a buttare via «il grasso» e la retorica monumentale. Il giornalista che ogni volta si ri-definiva in una frase, in un concetto, in un aforisma, in una citazione, è stato per sempre imprigionato in una scatola di sardine. Perciò ho provato il disagio che sempre suscita il falso, la patacca, la similpelle che non è pelle, perché non solo questo non è Montanelli, come ci ha insegnato Magritte che dipinse una pipa e ci scrisse sotto "questa non è una pipa". Il punto è che questa non è neppure una statuta di Montanelli, ma di un montanelloide in bronzo color oro, che ha la presunzione ingenua e goffa di imprigionare il Montanelli entelechiale, il Montanelli che era invece l'asciuttezza, era il corpo più "instatuabile" del mondo, troppo alto, troppo energico, troppo nervoso, incontenibile nello spazio e nel tempo com'è l'uomo moderno, che è nomade e ha un'identità al futuro. Era il più grande nemico delle statue il Montanelli che sempre ci sorprendeva, fascista ma con la fronda, conservatore ma anarchico, con la sinistra ma di destra, un uomo di forte fascino maschile che tuttavia non amava raccogliere i trofei del fascino maschile, ingombrante ma discreto, il solo che nella storia d' Italia abbia rifiutato la nomina a senatore a vita perché, diceva, «i monumenti sono fatti per essere abbattuti», come quello di Saddam, o di Stalin o di Mussolini. Come si può fare una statua ingombrante e discreta? Come si può fare un monumento all'antimonumento?“

—  Francesco Merlo giornalista e scrittore italiano 1951

David Cameron photo
Claude Debussy photo
Margaret Thatcher photo

„Se un conservatore non crede che la proprietà privata è uno dei principali baluardi della libertà individuale, allora avrebbe fatto meglio a diventare un socialista e farla finita.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

da un articolo del Daily Telegraph "My Kind of Tory Party", 30 gennaio 1975

Papa Giovanni Paolo I photo

„Se conservatore vuol dire mantener intatta la propria fede, sono conservatore.“

—  Papa Giovanni Paolo I 263° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica 1912 - 1978

Attribuite
Origine: Citato in Giulio Andreotti, intervista a Roberto Gervaso, in Roberto Gervaso, La mosca al naso: interviste famose, Rizzoli Editore, Milano, 1980, p. 11: «Risponderò con Giovanni Paolo I: se conservatore vuol dire mantener intatta la propria fede, sono conservatore».

Pino Rauti photo
Benito Mussolini photo

„Ogni rivoluzionario a un certo momento diventa conservatore.“

—  Benito Mussolini politico, giornalista e dittatore italiano 1883 - 1945

Hannah Arendt photo

„Il rivoluzionario più radicale diventerà un conservatore il giorno dopo la rivoluzione.“

—  Hannah Arendt filosofa, storica e scrittrice tedesca 1906 - 1975

quotidiano New Yorker

Hans Küng photo
Hans Küng photo
Lev Nikolajevič Tolstoj photo
Bernhard Bueb photo
George Carlin photo
Giuseppe Prezzolini photo

„Il conservatore non è contrario alle novità perché nuove; ma non scambia lignoranza degli innovatori per novità.“

—  Giuseppe Prezzolini giornalista, scrittore e editore italiano 1882 - 1982

cap. 5, 4; 1972, p. 48; 1995, p. 32
Manifesto dei conservatori

Henry Ward Beecher photo

„Quando i giovani di una nazione sono conservatori, già è suonata la sua campana a lutto.“

—  Henry Ward Beecher politico statunitense 1813 - 1887

Senza fonte

Anacleto Verrecchia photo
Uto Ughi photo
Uto Ughi photo
Indro Montanelli photo

„Mi sono sentito in imbarazzo per lui, e il mio primo pensiero è stato il rifiuto - «no, povero Montanelli» - quando all'ingresso dei giardini di via Palestro mi sono trovato davanti alla sua statua, al punto che ho pensato che ci sono vandali che distruggono e vandali che costruiscono, e che anzi, per certi aspetti, il vandalismo che crea è ben peggiore, perché tenta di disarmarti con le sue buone intenzioni. Dunque era di mattina, molto presto, e i giardini erano vuoti, al sole. Ebbene in questo vuoto, la statua mi è apparsa all'improvviso: una figurina in gabbia che non ha niente a che fare con Montanelli, se non perché lo offende anche fisicamente, lui che era così "verticale", e che ci invitava a buttare via «il grasso» e la retorica monumentale. Il giornalista che ogni volta si ri-definiva in una frase, in un concetto, in un aforisma, in una citazione, è stato per sempre imprigionato in una scatola di sardine. Perciò ho provato il disagio che sempre suscita il falso, la patacca, la similpelle che non è pelle, perché non solo questo non è Montanelli, come ci ha insegnato Magritte che dipinse una pipa e ci scrisse sotto "questa non è una pipa". Il punto è che questa non è neppure una statuta di Montanelli, ma di un montanelloide in bronzo color oro, che ha la presunzione ingenua e goffa di imprigionare il Montanelli entelechiale, il Montanelli che era invece l'asciuttezza, era il corpo più "instatuabile" del mondo, troppo alto, troppo energico, troppo nervoso, incontenibile nello spazio e nel tempo com'è l'uomo moderno, che è nomade e ha un'identità al futuro. Era il più grande nemico delle statue il Montanelli che sempre ci sorprendeva, fascista ma con la fronda, conservatore ma anarchico, con la sinistra ma di destra, un uomo di forte fascino maschile che tuttavia non amava raccogliere i trofei del fascino maschile, ingombrante ma discreto, il solo che nella storia d' Italia abbia rifiutato la nomina a senatore a vita perché, diceva, «i monumenti sono fatti per essere abbattuti», come quello di Saddam, o di Stalin o di Mussolini. Come si può fare una statua ingombrante e discreta? Come si può fare un monumento all'antimonumento?“

—  Indro Montanelli giornalista italiano 1909 - 2001

Francesco Merlo

Jim Morrison photo
Frank Sinatra photo

„Più invecchi, più diventi conservatore.“

—  Frank Sinatra cantante, attore e conduttore televisivo statunitense 1915 - 1998

Benjamin Disraeli photo

„Un governo conservatore è ipocrisia organizzata.“

—  Benjamin Disraeli politico e scrittore britannico 1804 - 1881

dal discorso alla Camera dei Comuni del 17 marzo 1845

David Lloyd George photo
Milan Kundera photo
René Char photo

„Il poeta, conservatore degli infiniti volti di ciò che vive.“

—  René Char poeta francese 1907 - 1988

Fogli d'Ipnos. 1943-1944

Cesare Pavese photo
Ernst Jünger photo
Ernst Jünger photo
John Maynard Keynes photo

„Non so cosa sia che rende un uomo più conservatore: non conoscere nulla tranne il presente, o nulla tranne il passato.“

—  John Maynard Keynes economista britannico 1883 - 1946

Origine: Da La fine del laissez-faire.

Karl Marx photo
Karl Marx photo
Italo Calvino photo
Robert Anson Heinlein photo
Margaret Thatcher photo
Margaret Thatcher photo
Margaret Thatcher photo

„Il nostro partito è il partito di uguaglianza e di opportunità – come si può vedere.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

dal discorso in seguito all'elezione a leader del partito conservatore

Margaret Thatcher photo
Margaret Thatcher photo
Margaret Thatcher photo

„Il grido socialista di "Potere al popolo", e le alzate di pugno chiuso mentre lo si dice. Sappiamo tutti quale sia realmente il vero significano: potere sulle persone, potere allo Stato.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

dal discorso al Consiglio centrale dei Conservatori, 15 marzo 1986

Margaret Thatcher photo
Margaret Thatcher photo
Margaret Thatcher photo

„(Il Community Charge è) l'ammiraglia della flotta Thatcher.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

da note dei parlamentari conservatori, luglio 1987

Margaret Thatcher photo

„Ai bambini che hanno bisogno di essere educati al rispetto di valori morali tradizionali viene insegnato che godono del diritto inalienabile di essere gay.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

dalla conferenza del Partito Conservatore, 9 ottobre 1987

Margaret Thatcher photo

„Un uomo può scalare l'Everest per se stesso, ma al vertice pianterà la bandiera del suo paese.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

dalla conferenza del Partito Conservatore, 14 ottobre 1988

Margaret Thatcher photo

„Se qualcuno sta suggerendo che dovrei andare in Parlamento e proporre l'abolizione della sterlina – no! […] Abbiamo reso chiaro che non avremo una moneta unica imposta.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

Per i media subito dopo la riunione CEE al vertice di Roma, 28 ottobre 1990, come riportato nel libro "Un colpo di stato conservatore: La caduta di Margaret Thatcher" di Alan Watkins, pag. 142, 1992
If anyone is suggesting that I would go to Parliament and suggest the abolition of the pound sterling — no! [...] We have made it quite clear that we will not have a single currency imposed on us.
Premiership, Terzo mandato come primo ministro

Margaret Thatcher photo

„Su questa strada ho passato un cinema locale e ho scoperto che mi aspettavano alla fine, sui cartelloni si legge: La mummia, Il ritorno.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

nel discorso al raduno elettorale conservatore a Plymouth, 22 maggio 2001

Sam Harris photo

„Considerate, ad esempio, il virus umano papilloma (HPV). Tra le malattie sessualmente trasmesse, ormai HPV è la più comune negli Stati Uniti. Questo virus infetta più della metà della popolazione americana e causa la morte di quasi 5000 donne ogni anno per cancro cervicale; i Centri Per Il Controllo Delle Malattie (CDC) stimano che ogni anno in tutto il mondo muoiono più di 200.000 persone per questo motivo. Adesso abbiamo un vaccino per l'HPV che sembra sia sicuro e funzionante. Il vaccino ha prodotto il 100% dell'immunita nelle 6000 donne che lo hanno ricevuto in un esperimento clinico. Eppure, i conservatori cristiani nel nostro governo si sono opposti al programma di vaccinazione sostenendo che HPV è utile ad impedire il sesso prematrimoniale. Queste persone pie vogliono mantenere il cancro cervicale come incentivo all'astinenza, anche se sacrifica le vite di migliaia di donne ogni anno. Uno degli effetti più perniciosi della religione è che tende ad allontanare la moralità dalla realtà della sofferenza umana ed animale. La religione induce le persone a pensare che le loro preoccupazioni siano morali quando in realtà non lo sono ― perche non hanno niente a che vedere con la sofferenza e la sua alleviazione. Anzi, la religione fa pensare le persone che le loro preoccupazioni siano morali quando in realta sono altamente immorali ― perché attuarle significa infliggere sofferenze terribili e non necessarie su esseri umani innocenti. Questo spiega perché i cristiani spendano più energia "morale" ad opporsi all'aborto piuttosto che a combattere il genocidio. Spiega perché si preoccupino più degli embrioni umani che della promessa di salvare vite che ci giunge dalle cellule staminali embrionali. E spiega perché possano predicare contro l'uso del preservativo nell'Africa subsahariana quando milioni di persone lì muoiono ogni anno di Aids. Voi Cristiani credete che le vostre preoccupazioni religiose sul sesso abbiano qualcosa a che fare con la moralità. Eppure, i vostri sforzi di porre restrizioni al comportamento sessuale di adulti consenzienti ― e persino di scoraggiare i vostri stessi figli dal fare sesso prima del matrimonio ― non sono quasi mai finalizzati ad alleviare la sofferenza umana. In verità, alleviare la sofferenza sembra essere una delle ultime cose nella vostra lista di priorità.“

—  Sam Harris, Lettera a una nazione cristiana

Lettera a una nazione cristiana

Pierre Boulez photo
Giuseppe Prezzolini photo
Giuseppe Prezzolini photo
Michael Moore photo
Giovanni Allevi photo
Tony Blair photo
Conte di Lautréamont photo
Antonio Pappano photo
Walter Cronkite photo

„La parola "stampa liberal" in questo Paese è stata coniata dai conservatori, per i quali ha un connotato negativo. La realtà è che i media in America sono in mano a conservatori e repubblicani e il fatto stesso che siano giudicati "liberal" è la migliore testimonianza di libertà e d'indipendenza dalla proprietà che si possa immaginare. Soprattutto nel caso di testate influenti come il New York Times e il Washington Post.“

—  Walter Cronkite giornalista e personaggio televisivo statunitense 1916 - 2009

da "Non c'è lo sdegno del Watergate: la gente l'assolve" https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/1998/dicembre/20/Non_sdegno_del_Watergate_gente_co_0_98122012804.shtml, Corriere della sera, 20 dicembre 1998

Giulio Andreotti photo
Michele Valori photo

„Io sono nato il 23 giugno 1923. Dal 28 ottobre 1922, da otto mesi, poco meno, Benito Mussolini era salito al potere con la sua solita ridicola marcia su Roma, fatta in vagone letto. Penso Mussolini in pigiama, o forse in camicia (non nera, speriamo!) farsi la barba la mattina del 27 ottobre all'arrivo a Roma, dopo la sveglia del conduttore, con il giornale ed il caffè! Otto mesi dopo, in Piazza Calderini sono nato: e debbo quindi arguire di essere stato concepito un po' prima di quei fatidici giorni, in una Bologna ormai attesa al destino, ormai quasi pacificata, in vista di un futuro finalmente pieno di promesse. Alla fine di settembre del 1922, mio padre [Aldo Valori] era ancora al Resto del Carlino, il giornale degli agrari emiliani e romagnoli, il giornale liberal-massonico-conservatore che Missiroli aveva diretto e Monicelli spinto verso il fascismo alla fine di un processo di evoluzione incerto e prudente, ma senza speranza di liberazione dell'ormai decisiva rivoluzione reazionaria. Mio padre si trovò coinvolto in quella vicenda. Mi sono chiesto spesso negli ultimi anni dopo la seconda guerra mondiale, perché il babbo aderisse al fascismo. Se ripenso a tutta la vicenda, durata in fondo pochi anni, debbo concludere che noi non comprenderemo mai completamente questo dramma. Il babbo, per educazione e carattere, per formazione culturale e morale, non poteva essere fascista nel senso che ha acquistato in seguito questa parola. Estraneo ad ogni violenza, mansueto di carattere e di modi, anche se molto passionale ed impulsivo, (specialmente negli anni della giovinezza e della maturità), non poteva trovare la sua adesione al Fascismo squadrista. Né poteva trovare, romantico e liberale com'era affinità con il Mussolinismo (culto puerile e comodo della personalità).“

—  Michele Valori urbanista e architetto italiano 1923 - 1979

Posta fatta in casa

Giacomo Puccini photo
Maurizio Ferraris photo

„[Su Benedetto XVI] Pontefice molto moderno: è un conservatore ma sotto questo profilo è molto innovatore, molto aperto alle tecnologie anche perché, storicamente, c'è una dottrina sociale della Chiesa estremamente attenta ai mezzi di comunicazione di massa come la radio e la tv. C'è un'idea che bisogna fare apostolato attraverso strumenti più evoluti.“

—  Maurizio Ferraris filosofo e accademico italiano 1956

Origine: Citato in "Papa più moderno dello Stato" http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=242&ID_articolo=3649&ID_sezione=524&sezione=, La Stampa.it, 24 gennaio 2011.

Renzo Novatore photo
Juan Domingo Perón photo

„Gli argentini sono al 30 per cento socialisti, al 20 per cento conservatori, un altro 30 per cento è di radicali. [Alla domanda del giornalista: "E i peronisti?"] No, no, peronisti sono tutti quanti.“

—  Juan Domingo Perón politico e militare argentino 1895 - 1974

Origine: Citato in Antonello Sacchetti, L'uomo politico latinoamericano più importante (e contraddittorio) del XX secolo. A sessant'anni dalla sua prima elezione a presidente dell'Argentina http://www.ilcassetto.it/notizia.php?tid=52, ilcassetto.it, 18 ottobre 2006.

Giorgio Bassani photo
Albano Carrisi photo
Guido Ceronetti photo
Ernesto Galli della Loggia photo
Elio (cantante) photo
Tullio Levi-Civita photo
P.J. O'Rourke photo
Eric Hobsbawm photo

„Il paradosso del comunismo al potere consisteva nel suo essere conservatore.“

—  Eric Hobsbawm storico e scrittore britannico 1917 - 2012

da The Age of Extremes, p. 422

Zhao Ziyang photo

„La protesta degli studenti fu il pretesto che i conservatori aspettavano da tempo.“

—  Zhao Ziyang l'ex Segretario generale del Partito Comunista Cinese 1919 - 2005

Mario Praz photo

„il graffiante segno di un sogno anarco-conservatore.“

—  Mario Praz critico d'arte, critico letterario e saggista italiano 1896 - 1982

Gaetano Quagliariello photo
Marco Travaglio photo
Georg Brandes photo
Marco Travaglio photo
Eugenio Scalfari photo

„Moderati [in politica] di solito significa conservatori.“

—  Eugenio Scalfari giornalista, scrittore e politico italiano 1924

„[…] egli è ontologicamente un conservatore.“

—  Geno Pampaloni giornalista e scrittore italiano 1918 - 2001