Frasi su toro

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema toro.

Argomenti correlati

Un totale di 88 frasi, il filtro:


Toro Seduto photo
Piero Pelù photo

„Se non c'è sangue non c'è business | perché chi paga vuole l'anima.“

—  Piero Pelù cantautore italiano 1962

da Toro Loco, n. 3
Né buoni né cattivi

Virginia Woolf photo
Ernest Hemingway photo
Giampiero Boniperti photo
Anna Maria Ortese photo
Caparezza photo
Bassi Maestro photo
Léopold Sédar Senghor photo
Caparezza photo

„Già che sono un segno di terra | ti lascio a terra con un segno. (da Dalla parte del toro, n. 5)“

—  Caparezza cantautore e rapper italiano 1973

Habemus Capa
Variante: Già che sono un segno di terra ti lascio a terra con un segno. (da Dalla parte del toro, n. 5)

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Siniša Mihajlović photo

„[…] mi dicevano che il Torino era diverso da qualsiasi altra squadra, si respirano pagine di storia, belle, drammatiche e intense. Anima, cuore, orgoglio, lacrime e sudore come piace a me, non vedevo l'ora di tornare a lavorare in una società che mi somigliasse. Il Toro è abituato a stare nell'arena, a combattere e lottare […].“

—  Siniša Mihajlović allenatore di calcio e ex calciatore serbo 1969

Origine: Durante la presentazione ufficiale come nuovo allenatore del Torino; citato in Alberto Mauro, Mihajlovic: "Sarà un Toro affamato con orgoglio, lacrime e sudore" http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Torino/13-06-2016/mihajlovic-sara-toro-affamato-orgoglio-lacrime-sudore-1501051659016.shtml, Gazzetta.it, 13 giugno 2016.

Marco Travaglio photo

„[Sulla richiesta degli scudetti 2004-05 e 2005-06 da parte di Silvio Berlusconi nel 2006] Quanto agli scudetti da restituire, e quali, e a chi, segnaliamo un bel libro di Carlo Petrini: «Le corna del diavolo» (Kaos). Vi si racconta come il Milan ha vinto i suoi, di scudetti. A cominciare da quello del 1987-88, quando il Napoli di Maradona ormai sicuro vincitore si suicidò a fine stagione. Poi si scoprì che alcuni giocatori partenopei avevano rapporti con la camorra, terrorizzata dall'idea di restituire le alte quote promesse col totonero a chi scommetteva sul Napoli. Ma soprattutto c'è il caso di Gianluigi Lentini, il fantasista passato nel '92 dal Toro al Milan per 64 miliardi [di lire], di cui 10 versati in nero da Berlusconi e Galliani al presidente-bancarottiere Gianmauro Borsano. L'acquisto avvenne in periodo proibito: marzo '92. Borsano voleva i soldi subito, ma il Milan non si fidava e pretendeva garanzie: alla fine ottenne «in pegno» la maggioranza azionaria della società granata sino al termine della stagione. Così, per mesi, il Cavaliere controllò due società di serie A: un illecito sportivo clamoroso, sul quale ovviamente la giustizia sportiva sorvolò. Non però quella penale: la Procura di Milano fece rinviare a giudizio Berlusconi e Galliani per falso in bilancio. Ma niente paura. Il processo fu poi assassinato nella culla dalla legge Berlusconi sul falso in bilancio. Prescrizione garantita per tutti: per il Cavaliere, quello che rivuole indietro gli scudetti, e per Galliani, quello del codice etico.“

—  Marco Travaglio giornalista, saggista e scrittore italiano 1964

da Il Codice da Perdi, l'Unità, 22 maggio 2006
l'Unità

Ernest Hemingway photo
Kamil Glik photo
Danilo Mainardi photo
Caparezza photo
Lawrence Ferlinghetti photo
Jorge Luis Borges photo
Enzo Ferrari photo
Ernest Hemingway photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“