Frasi su scandalo pagina 2

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema scandalo.

Argomenti correlati

Un totale di 223 frasi, il filtro:


Piergiorgio Odifreddi photo
Ignazio di Antiochia photo
Johann Wolfgang von Goethe photo
Lucio Dalla photo

„Le cose non si cambiano solo con le piazze, si inizia anche dagli individui, ad esempio leggendo libri. Però si deve essere liberi intellettualmente. Invece, ancora oggi, quando ho detto che considero Julius Evola un artista degno di interesse, ho suscitato scandalo in certa stampa di sinistra, in modo prevenuto e superficiale.“

—  Lucio Dalla musicista, cantautore e attore italiano 1943 - 2012
Source: Dall'intervista di Mario De Santis, Dalla, di sinistra ma con riserva http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/spettacoli_e_cultura/lucio-dalla/lucio-dalla/lucio-dalla.html, la Repubblica.it, 11 novembre 2008.

Thomas Mann photo
Giuseppe Fava photo
Sergio Quinzio photo
Kaká photo

„[Dopo lo scandalo scoppiato per la morte di Gabriele Sandri] Se continua così, anch'io potrei andare via.“

—  Kaká calciatore brasiliano 1982
Citazioni di Kakà, Source: Citato in Valeria Manzo, Serie A - Non lasciamoli scappare http://it.eurosport.yahoo.com/14112007/45/serie-non-lasciamoli-scappare.html, Eurosport, 14 novembre 2007.

Tiger Woods photo

„[Dopo lo scandalo] Sono profondamente consapevole della delusione e del dolore che la mia infedeltà ha causato a così tante persone e soprattutto a mia moglie e ai miei figli. Voglio dire a tutti che mi dispiace e chiedo perdono. Forse non sarà possibile riparare il danno che ho fatto, ma voglio fare di tutto per provarvi.“

—  Tiger Woods golfista statunitense 1975
Source: Citato in Paolo Valentino, Tiger sconfitto dalla moglie «Lascio il golf, ho sbagliato» https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2009/dicembre/13/Tiger_sconfitto_dalla_moglie_Lascio_co_8_091213043.shtml, Corriere della sera, 13 dicembre 2009.

Vitaliano Brancati photo
Zlatan Ibrahimović photo
Pier Paolo Pasolini photo

„[Marco Pannella] Uno scandalo inintegrabile.“

—  Pier Paolo Pasolini poeta, giornalista, regista, sceneggiatore, attore, paroliere e scrittore italiano 1922 - 1975

Sandro Pertini photo

„Libero fischio in libero Stato.“

—  Sandro Pertini 7º Presidente della Repubblica Italiana 1896 - 1990
citato in Piero Ostellino, Lo Scandalo dei Liberi Fischi, Corriere della sera, 24 agosto 2006, p. 35

Tiger Woods photo

„[Dopo lo scandalo] Credevo che il denaro e il successo mi permettessero di fare tutto questo. Ora sto cercando di cambiare vita e sto facendo i primi passi per fare un' esistenza che abbia carattere e decenza.“

—  Tiger Woods golfista statunitense 1975
Source: Citato in Guido Olimpio, L' autoflagellazione di Tiger «Ho sbagliato e imbrogliato» https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2010/febbraio/20/autoflagellazione_Tiger_sbagliato_imbrogliato__co_8_100220083.shtml, Corriere della sera, 20 febbraio 2010.

Charles Baudelaire photo

„Dio è uno scandalo, - uno scandalo che rende.“

—  Charles Baudelaire poeta francese 1821 - 1867
Diari intimi, Razzi, XI, 17

Costantino Rozzi photo
Matías Almeyda photo
Paul Watson photo

„I media si occupano solo di quattro cose: sesso, scandali, violenza e celebrità e se la tua storia non ne possiede nessuno, allora sei semplicemente privo di storia.“

—  Paul Watson attivista e ambientalista canadese 1950
Source: Citato in Tom Regan, Gabbie vuote: La sfida dei diritti animali, traduzione di Massimo Filippi e Alessandra Galbiati, Edizioni Sonda, Casale Monferrato, 2005, p. 38. ISBN 88-7106-425-9

Ronald Ridenhour photo

„Quando seppi quello che era successo a My Lai potevo benissimo dirmi: è la guerra, in guerra si muore, in Vietnam gli altri uccidono senza guardare in faccia a chi ha la divisa e chi non ce l'ha, lascia perdere, Ron, cosa te ne viene a raccontare la storia di Song My. Me lo dissi del resto. Ma conclusi che dovevo denunciare ciò che sapevo di Song My. Lo dovevo fare nel quadro di una denuncia completa della guerra e delle sue atrocità. A spingermi non è stato il desiderio di veder puniti i colpevoli del massacro di Song My ma la convinzione che portando dinanzi agli occhi del mondo un fatto specifico potevo contribuire a dimostrare la bestialità della guerra. Ho scritto trenta lettere, le ho imbucate, e per due settimane non ho saputo nulla. Poi è arrivato un colonnello dell'ispettorato generale militare. Mi ha detto: stia tranquillo, la faccenda non sarà insabbiata, ma avevo paura che si cercasse di impedire lo scandalo. Certo che al Pentagono la presero molto alla larga: bisogna essere prudenti, mi dicevano. Per qualche tempo ebbi l'impressione che il Pentagono cercasse di limitare l'affare buttando la responsabilità su qualche uomo del plotone, per tenerne fuori gli ufficiali e i comandanti. Allora scrissi un'altra lettera con cui dicevo che se le cose non si fossero mosse avrei informato la stampa.“

—  Ronald Ridenhour giornalista statunitense 1946 - 1998
dall'intervista pubblicata sullEuropeo; citato in Oriana Fallaci, prefazione a Niente e così sia, BUR, 2002

Roberto Carlos da Silva photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“

x