Frasi su ex-presidente

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema ex-presidente, presidente, stato, essere.

Un totale di 863 frasi, il filtro:

J-Ax photo
Marilyn Monroe photo
Luigi Einaudi photo

„Tutti nasciamo spontaneamente virtuosi, intelligenti, liberali e juventini. Taluni, poi, crescendo si corrompono e diventano imbecilli, interisti o milanisti.“

—  Luigi Einaudi 2º Presidente della Repubblica Italiana 1874 - 1961

Origine: Citato in Fulvio Paglialunga, I presidenti della Repubblica del pallone http://www.rivistastudio.com/standard/i-presidenti-della-repubblica-del-pallone/, Rivista Studio, 9 febbraio 2015.

Charles Bukowski photo
Noyz Narcos photo

„Live dal nascondiglio, a fanculo il presidente del consiglio, dello Stato 'ndo so' nato e non so' fijo.“

—  Noyz Narcos rapper, beatmaker e writer italiano 1979

da Zoo de Roma
Guilty

Fabri Fibra photo

„Vorrei chiedere al Presidente del Consiglio: | "Quando ha tempo e se ha voglia può darmi un consiglio? | Come fa una persona con questa busta paga | a mantenerci una casa, a mantenerci un figlio?“

—  Fabri Fibra rapper, produttore discografico e scrittore italiano 1976

da Incomprensioni, n. 10
Chi vuole essere Fabri Fibra?

Luciano De Crescenzo photo
Liliana Segre photo
Giovannino Guareschi photo

„Scrissi col lapis, sopra la punteggiatura, come vogliono appunto le convenzioni internazionali che tutelano il diritto delle genti: "Signora, robustizza pacco pentachìlo a 1/2 cedola all'uopàta evitando medicincarte et infiammabili. Pàccami lancorredo, sigartabacco e seccacastagne. Se però credi castagne ben cotte possano giovare al bambino, non inviarle. Non mi manca niente. Di una sola cosa ti prego: che la sera della vigilia di Natale tu imbandisca la tavola nel modo più lieto possibile. Fai schiodare la cassa delle stoviglie e quella della cristalleria; scegli la tovaglia migliore, quella nuovissima piena di ricami; accendi tutte le lampade. E prepara un grosso albero di Natale con tante candeline, e prepara con cura il presepe vicino alla finestra, come l'anno scorso. Signora, io ho bisogno che tu faccia questo. Il mio pensiero ogni notte varca il reticolato: lo so, ti riesce difficile figurarti il mio pensiero che varca il reticolato. Il pensiero è un soffio di niente e non ha volto: e allora figurati che io stesso, ogni notte, esca dal recinto. Figurati un Giovannino leggero come un sogno e trasparente come il vento delle serenissime e gelide notti invernali. Io, ogni notte, approfitto del sonno degli altri e mi affido all'aria e trasvolo rapido gli sconfinati silenzi di terre straniere e città sconosciute. Tutto è buio e triste sotto di me, e io affannosamente vado cercando luce e serenità. Rivedo la Madonnina del Duomo, ma le strade e le piazze non sono più quelle di un tempo, e stento a ritrovare il nostro quarto piano. Signora, non dire che sono il solito temerario se entro in casa dal tetto: anzi, loda la mia prudenza se non mi avventuro lungo le macerie della scala. E poi il tetto è scoperchiato e si fa più presto. Riconosco lo scheletro delle nostre stanze e ricerco i nostri ricordi nascosti sotto i rottami dei muri crollati. Tutto è buio, freddo e triste anche qui, e soltanto se la luna mi assiste riesco a scoprire sui brandelli delle tappezzerie che ancora pendono alle pareti, i riquadri chiari e la topografia dei nostri mobili. Per le strade deserte, cammina soltanto la paura vestita di luna. Su un brano di tappezzeria dell'ex-anticamera vedo un fiorellino. Uno strano fiore nero a cinque petali. Signora, rammenti quando Albertino decorò le nostre stanze con la piccola sciagurata mano intinta nell'inchiostro di China? Inutilmente vado a ricercare vestigia di giorni lieti fra le pareti dell'ufficio; le pareti non ci sono più, e il grande edificio è un cupo mucchio di cemento annerito dal fumo. Fuggo dalla città buia e silenziosa, e rivedo i luoghi dove, zitella, tu mi conoscesti zitello. Ma anche qui è squallida malinconia, e io mi rifugio alla fine nella casupola dove si accatastano i miei ultimi effetti e i miei primi affetti. Tu dormi, Albertino dorme, mia madre, mio padre dormono. Tutti dormono, e cercano forse di ritrovare in sogno il mio ignoto, lontano rifugio. I nostri mobili si affollano disordinatamente nelle esigue stanze immerse nell'ombra, e dentro le polverose casse del solaio le parole dei miei libri si sono gelate. Signora, io cerco un po' di luce, un po' di tiepida serenità, e invece non trovo che buio e freddo, e non posso ravvisare nel buio il volto di mio figlio, e sui laghi e sulle spiagge tutto è spento e abbandonato, tutto è silenzio, e io rinavigo verso il recinto e torno al mio pagliericcio portando il gelo nelle ossa del numero 6865. Signora, bisogna che, almeno la notte di Natale, il mio pensiero, fuggendo dal recinto, possa trovare un angolo tiepido e luminoso in cui sostare. Voglio tanta luce: voglio rivedere il vostro volto, voglio rivedere il volto dell'antica serenità. Altrimenti che gusto c'è a fare il prigioniero?" Qui ebbi la sensazione che le 24 righe stessero per finire, e mi interruppi. Le righe erano in effetti 138, e io avevo riempito le 24 mie, le 24 della risposta e altri cinque foglietti che stazionavano nei paraggi. Con estrema cura cancellai tutto e ricominciai da capo: "Signora, robustizza pacco pentachìlo a 1/2 cedola all'uopàta evitando medicincarte et infiammabili. Pàccami lancorredo, sigartabacco…"“

—  Giovannino Guareschi scrittore italiano 1908 - 1968

Origine: Diario clandestino, pp. 31 a 34

Cassandra Clare photo
Andy Warhol photo
Woody Allen photo
Angelo Di Livio photo
Salvador Allende photo
Johan Cruijff photo
Barack Obama photo

„Ho scelto di fare il presidente solo perché non potevo essere Bruce Springsteen.“

—  Barack Obama 44º Presidente degli Stati Uniti d'America 1961

2008

Michail Bulgakov photo
Stephen Curry photo

„Se dovessimo votare nello spogliatoio, io sceglierò di evitare la visita dal presidente [Donald Trump]: mi auguro che in questo modo, con un gesto del genere, potremo ispirare il cambiamento.“

—  Stephen Curry cestista statunitense 1988

Origine: Citato in LeBron James se l’è presa con Donald Trump http://www.ilpost.it/2017/09/23/lebron-james-donald-trump-stephen-curry/, Il Post.it, 24 settembre 2017.

Brian Clough photo

„Gli ispettori delle compagnie di trasporti sono capaci di prendere in mano un volante di un autobus e questo è abbastanza logico. Nel calcio, purtroppo, qualsiasi imbecille, anche quelli che non hanno mai dato una pedata a un pallone, sono capaci di diventare dirigenti, addirittura presidenti di un club.“

—  Brian Clough calciatore e allenatore di calcio inglese 1935 - 2004

Origine: Citato in Clough, dalla panchina al video http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,18/articleid,1118_01_1973_0259_0018_16215375/, La Stampa, 3 novembre 1973.

Beppe Grillo photo

„Chi si fa i cazzi suoi campa cent'anni e chi si i fa i suoi e i nostri diventa presidente del Consiglio.“

—  Beppe Grillo comico, attore, attivista, politico e blogger italiano 1948

Da Il Blog di Beppe Grillo
Origine: Da L'Italia rovesciata http://www.beppegrillo.it/2009/01/buon_anno_giuse.html, BeppeGrillo.it, 1º gennaio 2009.

„Presidente, io sono fortunato: sono un medico, figlio di un ragioniere che è stato partigiano. Sono un leghista e sono orgoglioso di tutte queste cose. Sono orgoglioso dell'insegnamento di mio padre, che mi ha insegnato che la libertà va conquistata e che questo Parlamento è stato il frutto di una generazione che ha ricostruito dalle macerie. Sono orgoglioso oggi, ero orgoglioso ieri e sarò ancora più orgoglioso domani, insieme a tutti noi, di essere leghista.“

—  Massimo Polledri politico italiano 1961

Origine: Citato in Seduta della Camera di Deputati n. 617 del 4 aprile 2012 http://nuovo.camera.it/412?idSeduta=0617&resoconto=stenografico&indice=cronologico&tit=00040&fase=#sed0617.stenografico.tit00040.sub00030 – Seguito della discussione del disegno di legge: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo (Approvato dalla Camera e modificato dal Senato) (A.C. 4940-B)., Camera dei Deputati, 4 aprile 2012.

Oriana Fallaci photo
Jack London photo

„Preferirei di gran lunga essere campione del mondo dei pesi massimi – cosa impossibile – che re d'Inghilterra o presidente degli Stati Uniti o kaiser di Germania.“

—  Jack London scrittore statunitense 1876 - 1916

Origine: Citato in Marco Pastonesi e Giorgio Terruzzi, Palla lunga e pedalare, Dalai Editore, 1992, p. 85, ISBN 88-8598-826-2.

Albert Camus photo
Sylvester Stallone photo

„Clinton è uno che ha dimostrato al mondo come un paese può sopravvivere senza presidente per quattro anni.“

—  Sylvester Stallone attore, sceneggiatore, regista , produttore cinematografico, scrittore ed imprenditore statunitense di origine italiana 1946

Oliver Sacks photo
Matteo Salvini photo
Cher photo

„Non occorre essere intelligenti per recitare – prendete l'ex presidente degli Stati Uniti.“

—  Cher cantautrice, attrice, produttrice e presentatrice televisiva statunitense 1946

Toninho Cerezo photo
Flavio Briatore photo
Vittorio Sgarbi photo
Recep Tayyip Erdoğan photo
Daniela Padoan photo
Hugo Chávez photo

„Se escono con qualunque "marramucia" (trappola), dandoci degli imbroglioni, disconoscendo il trionfo o ritirandosi prima delle elezioni, allora convocherò un referendum attraverso decreto per chiedere ai venezuelani se accettano che possa rimanere rieletto fino al 2031.“

—  Hugo Chávez politico venezuelano 1954 - 2013

dal discorso alla nazione durante il programma Alò Presidente sulle elezioni del 2006; citato da La Prensa http://www.laprensa.com.bo/20060507/mundo/mundo01.htm

Charlie Chaplin photo
Saddam Hussein photo
Asma al-Assad photo
Samuel Eto'o photo

„[Nel 1994] Boniperti è stato un alpino, e come tale ha e avrà sempre la stima di un vecchio alpino come il sottoscritto, ex vicepresidente nazionale. Con la stima, la mia amicizia e il mio grazie per quanto ha fatto (e forse tornerà a fare…) per il calcio. Non mi pare proprio che un personaggio così grande abbia bisogno di altre forme di difesa.“

—  Giuseppe Prisco avvocato e dirigente sportivo italiano 1921 - 2001

Origine: Citato da Gian Paolo Ormezzano, Prisco: «Juve presto al top» http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/action,viewer/Itemid,3/page,0003/articleid,0733_01_1994_0089_0041_17651933/, La Stampa, 2 aprile 1994, p. 3.

Javier Zanetti photo

„Moratti è un grande presidente, e su Calciopoli è stato un vero signore, così come lo è stato Facchetti.“

—  Javier Zanetti calciatore argentino 1973

Origine: Citato in Zanetti difende Moratti: "Un grande signore. Balo? Dovesse tornare..." http://www.tuttomercatoweb.com/inter/?action=read&idnet=ZmNpbnRlcm5ld3MuaXQtNjQxNTg, tuttomercatoweb.com 16 novembre 2011.

Roberto Carlos da Silva photo
Brian Clough photo
Lucio Battisti photo
Tommaso d'Aquino photo
Tommaso d'Aquino photo
Paolo Rossi (attore) photo
Aldo Agroppi photo

„I presidenti del calcio sono come i cazzotti: ce ne sono di tutti i tipi.“

—  Aldo Agroppi allenatore di calcio ed ex calciatore italiano 1944

Origine: Citato in Palla lunga e pedalare, p. 29.

Dino Risi photo
Gianni Agnelli photo
Gianni Agnelli photo

„La volta che a San Siro scoppiò un grande applauso perché finalmente, dopo anni, aveva sbagliato un passaggio. O quell'altra che da fuori area colpì la traversa così forte, ma così forte, che il pallone rimbalzò oltre la metà campo e il Milan rischiò di prender gol in contropiede. Quante razioni di buonumore, caro vecchio Nils, e quante lezioni di calcio, in campo e fuori. Con quella maschera alla Buster Keaton e quell'italiano sussurrato che nemmeno dopo cinquant'anni e passa di residenza contemplava i verbi ausiliari e certe consonanti: loro abastansa bene; noi jocato melio. Un signore prima che un campione. Un educatore prima che un allenatore. Non c'era il gusto, o forse il vizio, delle statistiche ai tempi in cui giocava: ma non risulta che sia mai stato ammonito. Così come non c'è traccia di atteggiamenti men che composti nella sua lunga carriera di allenatore, altro che area tecnica tratteggiata col gesso come usa oggi dinanzi alla panchina: il massimo del compiacimento, piuttosto che del disappunto, erano le gambe che si scavallavano per riaccavallarsi dall'altra parte. Questo ovviamente non significava distacco, come ai tempi nostri della recita elevata a sistema si potrebbe pensare: semplice, quanto ferreo, autocontrollo nervoso. Quel matto di Altafini pensò di ripetere al barone lo scherzo riuscito l'anno prima con Rocco: rannicchiarsi tutto nudo nell'armadio dell'allenatore e saltar fuori urlando quando quello lo apriva. La differenza è che il Paròn era saltato per aria dallo spavento: Liedholm alzò un sopracciglio e ricordò al centravanti che il suo ripostiglio era un altro. Due scudetti da allenatore, Milan e Roma. Il primo nel '79, con un gioco offensivo imperniato su di un unico attaccante, Chiodi, la cui caratteristica principale era quella di non segnare mai. Il secondo nell'83, con il povero Di Bartolomei finto libero supportato dalla velocità di Vierchowod. Fu allora che Boniperti provò a chiamarlo alla Juventus: per sentirsi rispondere, grazie presidente, ma sarebbe tropo fascile. Quattro titoli da giocatore dopo l'oro olimpico a Londra '48 con la Svezia. Un maratoneta illuminato, lo stantuffo inesauribile al servizio del talento di Gren e della potenza di Nordhal. Chi ha visto giocare il trio svedese del Gre-No-Li, con tutto il rispetto per quello olandese a cavallo degli anni '90, ne conserva un ricordo insuperato. Chi ha ascoltato lo storico trio radiofonico di Tutto il calcio minuto per minuto, non avrà dimenticato che a dosare la verve dei due più celebri solisti, Enrico Ameri e Sandro Ciotti, c'era dallo studio centrale la voce di Roberto Bortoluzzi. Se n'è andato anche lui, nel pomeriggio di ieri, ultimo testimone di una grande stagione radiofonica che ha dispensato a generazioni di tifosi emozioni, gioie, sofferenze: con il timbro di una classe senza eguali.“

—  Gigi Garanzini giornalista, scrittore e conduttore radiofonico italiano 1948

6 novembre 2007

Umberto Bossi photo
Michele Serra photo
Jean-Claude Juncker photo
Licio Gelli photo
Eva Schloss photo
Massimo Moratti photo
Aldo Moro photo
Barack Obama photo

„Penso di essere un buon presidente, e credo che se mi ricandidassi vincerei. Però non posso. La legge lo vieta e nessuno è al di sopra della legge, neppure il presidente.“

—  Barack Obama 44º Presidente degli Stati Uniti d'America 1961

2015
Origine: Citato in Paolo Mastrolilli, Obama bacchetta i leader africani: “Non esistono presidenti a vita” http://www.lastampa.it/2015/07/29/esteri/obama-bacchetta-i-leader-africani-non-esistono-presidenti-a-vita-cvmM5PCEVM3gfw9OrhPYVO/pagina.html, La Stampa.it, 29 luglio 2015.

Rossana Rossanda photo

„Non ho votato Rifondazione perché Fausto Bertinotti diventasse presidente della Camera.“

—  Rossana Rossanda giornalista italiana 1924

da Il Manifesto, 25 aprile 2006

Carlo Ancelotti photo
Ernst Jünger photo
Donald Trump photo
Anthony Kiedis photo
Prevale photo

„[Dotato di una bellissima voce, quando ti è venuta l'idea di interpretare il lavoro di doppiatore?] Durante l'età adolescenziale... realizzavo piccoli comunicati delle mie serate insieme alla mia ex compagna Clara, anche lei, dotata di una bellissima voce.“

—  Prevale disc jockey, produttore discografico e conduttore radiofonico italiano 1983

Origine: Intervista di Federico Valenti, «Carlo Prevale: il DJ che trasmette emozioni con le sue canzoni!», Corriereinformazione.it, 22 agosto 2010.

Luigi Gaetti photo
Winston Churchill photo
George Soros photo
Francesco Cossiga photo
Richard Benson photo
Nichi Vendola photo
Rodrigo Duterte photo
Roberto Gervaso photo
Adriano Galliani photo
Pablo Neruda photo

„Per un atto d'amore al mio paese | io ti reclamo, fratello necessario, | vecchio Walt Whitman dalla mano grigia,| affinché col tuo appoggio straordinario | verso a verso uccidiamo alla radice | Nixon, Presidente sanguinario.“

—  Pablo Neruda poeta e attivista cileno 1904 - 1973

da Comincio invocando Walt Whitman
Incitamento al nixonicidio e elogio della rivoluzione cilena

Marco Travaglio photo

„[Sulla richiesta degli scudetti 2004-05 e 2005-06 da parte di Silvio Berlusconi nel 2006] Quanto agli scudetti da restituire, e quali, e a chi, segnaliamo un bel libro di Carlo Petrini: «Le corna del diavolo» (Kaos). Vi si racconta come il Milan ha vinto i suoi, di scudetti. A cominciare da quello del 1987-88, quando il Napoli di Maradona ormai sicuro vincitore si suicidò a fine stagione. Poi si scoprì che alcuni giocatori partenopei avevano rapporti con la camorra, terrorizzata dall'idea di restituire le alte quote promesse col totonero a chi scommetteva sul Napoli. Ma soprattutto c'è il caso di Gianluigi Lentini, il fantasista passato nel '92 dal Toro al Milan per 64 miliardi [di lire], di cui 10 versati in nero da Berlusconi e Galliani al presidente-bancarottiere Gianmauro Borsano. L'acquisto avvenne in periodo proibito: marzo '92. Borsano voleva i soldi subito, ma il Milan non si fidava e pretendeva garanzie: alla fine ottenne «in pegno» la maggioranza azionaria della società granata sino al termine della stagione. Così, per mesi, il Cavaliere controllò due società di serie A: un illecito sportivo clamoroso, sul quale ovviamente la giustizia sportiva sorvolò. Non però quella penale: la Procura di Milano fece rinviare a giudizio Berlusconi e Galliani per falso in bilancio. Ma niente paura. Il processo fu poi assassinato nella culla dalla legge Berlusconi sul falso in bilancio. Prescrizione garantita per tutti: per il Cavaliere, quello che rivuole indietro gli scudetti, e per Galliani, quello del codice etico.“

—  Marco Travaglio giornalista, saggista e scrittore italiano 1964

da Il Codice da Perdi, l'Unità, 22 maggio 2006
l'Unità

Piercamillo Davigo photo

„Io certamente non voglio essere ricordato come il presidente dell'Anm che ha abdicato sulla difesa dell'indipendenza della magistratura, signor ministro [Andrea Orlando] spero che lei non voglia essere ricordato come quello che ha provato a violarla.“

—  Piercamillo Davigo magistrato italiano 1950

Origine: Citato in Milano, allarme del Tribunale: "Giustizia al collasso, a rischio democrazia". Scontro tra Davigo e Orlando http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/01/28/news/milano_giustizia_tribunale-157048887/?ref=HREC1-10, Repubblica.it, 28 gennaio 2017.

Rocco Siffredi photo

„A parte il presidente Berlusconi, che è sempre il top, Brunetta lo vedo molto attivo, mi piacerebbe molto come protagonista di un porno. Mi piacerebbe riprendere Brunetta con le telecamere, lo vedo, è sempre incazzato. Noi utilizziamo sempre modelle alte e talvolta nani, lui sarebbe divertente. Perché non si deve abbassare e diventa una figata riprenderlo. Sarebbe il number one, il numero uno, anche perché viene dalla scuola di Berlusconi. Sono sicuro che non è complessato e non si tira indietro, perché ha autostima che è importante per un film porno.“

—  Rocco Siffredi attore pornografico, regista e produttore cinematografico italiano 1964

Origine: Citato in Rocco Siffredi: "Brunetta? Perfetto per un film hard, vorrei riprenderlo" http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/11/04/siffredi-brunetta-perfetto-per-film-hard-vorrei-riprenderlo/252154/, Il Fatto Quotidiano, 4 novembre 2013; riprende un'intervista rilasciata a La Zanzara.

Giorgia Meloni photo
Antonio Ingroia photo
Piero Gobetti photo
Letizia Battaglia photo

„[Su Sergio Mattarella] È molto bello un uomo che si ricorda degli altri esseri umani. Quell'uomo, che avevo visto solo quando tirava fuori il corpo del fratello dalla macchina, adesso è Presidente della Repubblica. Avevamo fatto una decina di foto, io e Franco Zecchin. Oggi questa foto non è più la foto di allora, non è più mia, è entrata dentro la storia. Un Presidente della Repubblica che ha questo background non ci abbandona. Quello che non hanno fatto in precedenza gli altri, lo farà lui.“

—  Letizia Battaglia fotoreporter e politica italiana 1935

Origine: Citato in Paolo Nicita, Letizia Battaglia, compleanno con la città. Un museo e uno spettacolo per la festa degli 80 anni http://palermo.repubblica.it/cronaca/2015/03/05/news/letizia_battaglia_compleanno_con_la_citta_un_museo_e_uno_spettacolo_per_la_festa_degli_80_anni-108858074/, Repubblica.it, 5 marzo 2015.

Anne Fletcher photo
Concita De Gregorio photo

„Al Quirinale non può andare un leader di partito, né tanto meno di corrente.“

—  Concita De Gregorio giornalista e scrittrice italiana 1963

libro Come si fa un Presidente

Concita De Gregorio photo

„Veleno, pugnale o franchi tiratori. È così che si uccide un candidato sicuro.“

—  Concita De Gregorio giornalista e scrittrice italiana 1963

libro Come si fa un Presidente

Emmanuel Macron photo
Woody Allen photo
Kwame Nkrumah photo
Patrice Lumumba photo
Ana Brnabić photo
Asma al-Assad photo
Liliana Segre photo

„Conosco i miei colleghi senatori a vita, sono stata troppo poco in aula per farmi un giudizio degli altri, non sono una vecchia volpe. Quando sono stata nominata ho detto al presidente Mattarella che sono sempre una bambina: mi hanno chiuso la porta della scuola e ottant’anni dopo mi hanno aperto quella del Senato.“

—  Liliana Segre reduce dell'olocausto e senatrice a vita italiana 1930

Origine: Citato in Marco Damilano Liliana Segre: «La democrazia finisce piano piano» http://espresso.repubblica.it/attualita/2018/06/05/news/liliana-segre-la-democrazia-finisce-piano-piano-1.323372?ref=HEF_RULLO, L'Espresso, 5 giugno 2018.