Frasi su vigliacco

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema vigliacco, essere, uomo, coraggio.

Un totale di 87 frasi, il filtro:

Paulo Coelho photo
Franchino photo
Carlos Ruiz Zafón photo
Giorgio Gaber photo

„[…] non si è mai abbastanza coraggiosi da diventare vigliacchi definitivamente.“

—  Giorgio Gaber cantautore, commediografo e regista teatrale italiano 1939 - 2003

da La paura, disco 1, n. 6
Polli d'allevamento

Gino Strada photo
Yamamoto Tsunetomo photo
Sandro Pertini photo
Samuel Bellamy photo

„[Rivolgendosi al capitano di una nave che si lamentava dell'abbordaggio appena subito] Dannazione a voi. Siete un animale strisciante come tutti quelli che accettano di essere governati da leggi che i ricchi si sono fatti per sé; perché questi piccoli cani vigliacchi non hanno il coraggio di difendere in un altro modo quello che si sono procurati con la rapina. Dannazione a tutti: a loro, che sono un ammasso di astute canaglie, e a voi che siete al lor servizio, voi, una massa di codardi dal cuore pavido. Ci disprezzano, quelle canaglie, benché tra noi e loro ci sia una sola differenza: loro rubano ai poveri facendosi scudo della legge, già, proprio così, mio Dio, mentre noi rubiamo ai ricchi difendendoci soltanto con il coraggio. Non fareste meglio a diventare uno dei nostri invece di strisciare dietro quegli scellerati per un lavoro? Quanto a me, sono un principe libero e ho tanta autorità per fare guerra al mondo intero, come se disponessi di cento vascelli sul mare o centomila uomini sulla terraferma, ecco ciò che sento. Ma non serve a niente discutere con simili cuccioli mocciosi che accettano di essere presi a pedate su e giù per il ponte dai loro superiori finché questi ne hanno voglia, cuccioli che mettono la propria fede in mano a un ruffiano pastore, a un merlotto che non crede né pratica quello che ficca nelle teste ridicole degli sciocchi a cui predica.“

—  Samuel Bellamy pirata britannico 1689 - 1717

Origine: Citato in Gilles Lapouge, Pirati (Les pirates. Forbans, flibustiers, boucanieres et autres gueux de mer), traduzione di Anna Benucci Serva, Excelsior, p. 87.

Stephen King photo

„Un uomo coraggioso riesce a pensare. Un vigliacco no.“

—  Stephen King, libro Misery

Misery

Franco Zeffirelli photo

„Mi vergogno della vigliaccheria di Firenze, storicamente una città di geni ma anche di mascalzoni e di vigliacchi. Quattro manigoldi le hanno negato il Fiorino d'oro, il massimo riconoscimento, ed è stato come negarle la cittadinanza. Oriana Fallaci è stata la fiorentina più importante del '900 e l'hanno trattata come una nemica.“

—  Franco Zeffirelli regista italiano 1923 - 2019

Origine: Citato in «Fallaci protagonista di vivaci battaglie» http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/09_Settembre/15/reazioni_oriana.shtml, Corriere.it, 15 settembre 2006.

Fëdor Dostoevskij photo
Alexandros Panagulis photo
Umberto Eco photo
Ernest Hemingway photo
Alessandro Baricco photo
Sándor Márai photo
Daniele Luttazzi photo
Carmine Crocco photo
Amélie Nothomb photo
John Middleton Murry photo
Joël Dicker photo
Hermann Hesse photo
Louis-ferdinand Céline photo
Ernest Hemingway photo
Francis Scott Fitzgerald photo
Ippolito Nievo photo

„I calunniatori sono anche di solito vigliacchi.“

—  Ippolito Nievo, libro Le confessioni d'un italiano

Le confessioni di un italiano

Licia Troisi photo
Indro Montanelli photo
Graham Greene photo
Paulo Coelho photo
Giosue Carducci photo

„Guglielmo Oberdan | morto santamente per l'Italia | terrore ammonimento rimprovero | ai tiranni di fuori | ai vigliacchi di dentro.“

—  Giosue Carducci poeta e scrittore italiano 1835 - 1907

epigramma; p. 223
Confessioni e battaglie, Serie seconda

Cesare Pavese photo
Thomas Fuller photo
Ambrose Bierce photo

„Vigliacco (agg.). Chi, nell'emergenza del pericolo, pensa con le proprie gambe.“

—  Ambrose Bierce scrittore, giornalista e aforista statunitense 1842 - 1914

1988, p. 180
Dizionario del diavolo

Georges Bernanos photo

„Le più grandi canagliate della storia non sono state commesse dalle più grandi canaglie, ma dai vigliacchi e dagli incapaci.“

—  Georges Bernanos scrittore francese 1888 - 1948

da Le cheminde la croix-des-âmes

Horace Smith photo

„Il coraggio è la paura di essere giudicato vigliacco.“

—  Horace Smith scrittore 1779 - 1849

Senza fonte

Teresa di Lisieux photo
Walter Bonatti photo

„Non m'interessa parlare della notte che cambiò la vita, che ha reso il mio carattere per sempre sospettoso e diffidente. Avevo visto la durezza della guerra. Il giorno prima con i miei amici, partigiani, giocavamo a calcio, il giorno dopo erano nella chiesetta, cadaveri, sfigurati in viso dagli scarponi chiodati. Ho visto la fucilazione dei gerarchi fascisti, ero a piazzale Loreto quando appesero Mussolini a testa in giù come un maiale, sapevo cos'era la cattiveria, ma ignoravo l'infamia. Ho aspettato due mesi che Compagnoni venisse a darmi una pacca sulla schiena, a dirmi che aveva fatto una fesseria, a chiedere scusa, perché può capitare di essere vigliacchi, ma deve anche capitare di ammetterlo. Invece niente, invece sono finito sul banco degli accusati, ero io la carogna, non loro che avevano mentito sull'uso delle bombole, delle maschere, sull'orario del balzo finale alla vetta. Nella relazione ufficiale di Desio che il Cai ha accettato è sbagliata la quota del mio bivacco, quella del campo di Compagnoni e Lacedelli, l'uso e la durata delle bombole di ossigeno, niente affatto esaurito prima dei duecento metri di dislivello sotto il K2, e l'ora in cui dettero l'assalto alla vetta. E tutto questo perché? Perché l'impresa oltre ad avere successo doveva essere anche eroica. Far vedere che gli italiani erano stati non solo bravi, ma anche straordinari. Ne abbiamo fatto una montagna di merda, coperta di menzogne, perfino la stampa straniera ci chiede "perché?". E tutto questo perché non riusciamo ad essere un paese pulito, dobbiamo strumentalizzare le occasioni, la verità, sporcare gli uomini. L' Italia è un paese di complici, dove non esiste solidarietà tra onesti, ma solo scambio tra diversi interessi, dove il sogno di Desio doveva restare immacolato. Dove solo io potevo essere infangato, disprezzato, accusato. Non solo, ma qualsiasi controversia non viene mai affrontata, si preferisce accantonarla, non prendere la responsabilità di una scelta. Mentre oggi agli idoli sportivi imbottiti di droga tutto viene perdonato perché sono l'immagine del paese. E se solo guardo quello che passa in tv mi viene schifo: quelle persone sull'isola, che si fanno riprendere, quella buffonata. Con quale rispetto verso i padri dell'avventura, verso chi ha cercato frontiere e parole nuove come Melville, Jack London e Stanley? Io sul K2 in una notte del '54 sono quasi morto, ma quello che mi ha ucciso è questo mezzo secolo di menzogna. Ho urlato così tanto quella notte nella mia disperazione che adesso non voglio avere più voce. La puzza del K2 la lascio a voi, io preferisco respirare […].“

—  Walter Bonatti alpinista italiano 1930 - 2011

Samuele Bersani photo
John Wilmot, II conte di Rochester photo

„Perché tutti gli uomini sarebbero dei vigliacchi se osassero.“

—  John Wilmot, II conte di Rochester scrittore, poeta e drammaturgo inglese 1647 - 1680

v. 158
A Satire Against Mankind

Fëdor Dostoevskij photo
Fëdor Dostoevskij photo
Stefano Benni photo
Bertrando Spaventa photo
Carmelo Bene photo
Michela Vittoria Brambilla photo
Spike Milligan photo

„Sono un eroe con le gambe di un vigliacco: sono un eroe dalla cintola in su.“

—  Spike Milligan poeta, attore, scrittore, drammaturgo, musicista 1918 - 2002

Leiji Matsumoto photo
Candido Cannavò photo

„E io tiro fuori sempre quell'episodio quando si parla della nostra vigliacca partita di quattro anni fa con la modesta Corea, padrona di casa, che ci costò l'eliminazione. L'Italia doveva far quattro gol, anziché prendersela con l'arbitro Moreno.“

—  Candido Cannavò giornalista italiano 1930 - 2009

da Cannavò: "quanti aiuti casalinghi, ma il mondiale Non si vince con gli arbitri" http://archiviostorico.gazzetta.it/2006/giugno/03/Cannavo_quanti_aiuti_casalinghi_mondiale_sw_0_060603023.shtml, Gazzetta dello sport, 3 giugno 2006

Olindo Guerrini photo

„Dissi — noi siam vigliacchi — | e me ne pento. Errai. | È il secolo de' Gracchi | questo che bestemmiai: | ma voi vi siete accorti | che siamo tutti forti, forti, forti.“

—  Olindo Guerrini poeta e scrittore italiano 1845 - 1916

da Palinodia
Nova polemica di Lorenzo Stecchetti

Marc Monnier photo

„I politici, che cercano oggi ingegnose soluzioni alla questione di Napoli, non si sono giammai chiesti in qual modo crescessero sotto i Borboni i figli del povero, in questo paese tanto malmenato e dalla stupidità e dall'ignoranza e dalla miseria, e dalla tirannia degli uomini, quanto beneficato da tutti i doni del Cielo. Quando il bambino staccavasi dal seno materno, e sovente anche prima, — dacché i fanciulli qui vengono allattati fino al terzo anno — stendeva la mano ai passeggeri e si struggeva in lacrime, giurando per tutti i santi del paradiso esser egli orfano di nascita, e morente per fame. Mancavano scuole ed asili, ed il pane era a sì mite prezzo, che i genitori non si trovavano costretti ad insegnare ai figli la necessità del lavoro. Il piccolo vagabondo restava dunque mendicante, e addiveniva ladro di buon'ora Rubava fazzoletti, col furto si assicurava ne' mercati il suo vitto, si impadroniva or qua or là di qualche piccola moneta di rame, e finiva un giorno o l'altro col risvegliarsi in prigione. Allora di due cose l' una : o avea coraggio, o ne difettava. Vigliacco, era sfruttato dalla camorra; coraggioso, aspirava a divenir camorrista. Ma per giungervi era mestieri che ei superasse i vari gradi di iniziamento. Dapprima, garzone di mala vita, era tenuto al servizio de' più rigorosi e de' meno produttivi, semplice servo de' servi de' settari, in realtà assai più di quello che il Papa sia servo de' servi di Dio. Rimaneva in questo stalo fino a che non avesse fornito prova di zelo e di ardire. Passando allora dal terzo grado al secondo, dalla candidatura al noviziato, diveniva picciotto di sgarro.“

—  Marc Monnier scrittore italiano 1827 - 1885

Origine: La camorra, p. 6

Frederick Selous photo
Ignazio La Russa photo

„[rivolto ad uno studente] Lei è un vigliacco, vigliacco. […] Dovete ringraziare la sensibilità delle forze dell'ordine che vi avrebbero spazzato via in due minuti.“

—  Ignazio La Russa politico italiano 1947

17 dicembre 2010, durante la trasmissione AnnoZero; citato da SkyTG24 http://tg24.sky.it/tg24/politica/2010/12/17/la_russa_annozero_attacco_studenti_bagarre_con_di_pietro.html

Enzo Jannacci photo
Theodore Roosevelt photo
Curzio Malaparte photo
Herman Melville photo
Marc Monnier photo
Gesualdo Bufalino photo

„So di anime che ai ricordi si consegnano come una fortezza di vigliacchi apre le porte al nemico.“

—  Gesualdo Bufalino scrittore 1920 - 1996

Origine: Il malpensante, Febbraio, p. 21

Giorgio Gaber photo
Il Farinotti photo
Oriana Fallaci photo
Jim Morrison photo

„Chi vuol vivere senza pudore è solo un vigliacco che beve camomilla.“

—  Jim Morrison cantautore e poeta statunitense 1943 - 1971

Attribuite, Poesie apocrife

Coventry Patmore photo
Vittorio Sgarbi photo

„Gli intellettuali sono pecore che hanno bisogno di un protettore: in Italia sono tutti vigliacchi, quindi di sinistra. Di non allineati ne conosco pochissimi.“

—  Vittorio Sgarbi critico d'arte, politico e opinionista italiano 1952

da un post https://www.facebook.com/SgarbiVittorio/posts/1118346998221706 del 14 aprile 2016
Da Facebook.com

Mario Rapisardi photo
Stanisław Jerzy Lec photo

„I vigliacchi devono avere il potere, altrimenti hanno paura.“

—  Stanisław Jerzy Lec scrittore, poeta e aforista polacco 1909 - 1966

Altri pensieri spettinati

Olindo Guerrini photo

„Ma noi giacciamo nauseati e stracchi | Senza un affetto in cor, sul reo letame | Di questa sozza età. Noi siam vigliacchi.“

—  Olindo Guerrini poeta e scrittore italiano 1845 - 1916

Origine: Postuma: canzoniere di Lorenzo Stecchetti, XXI

Lisandro photo

„Quella che dà ai coraggiosi e ai vigliacchi quanto si meritano.“

—  Lisandro militare spartano

229 D-E

„Andando in guerra, è ovvio che uno o sia ucciso dai nemici o li uccida. Ma piuttosto che vederlo vivere da vigliacco tutta la vita è meglio sapere che ha avuto una morte degna di me, della città e degli antenati.“

—  Girtiade nonna del re di Sparta Acrotato

citato in Plutarco, Lacaenarum Apophthegmata, 240 F; traduzione di Giuseppe Zanetto, Adelphi, 1996, ISBN 978-88-459-1208-5

Matteo Renzi photo
Werner Herzog photo

„Gli dissi perché quando ho fatto la scommessa indossavo questi stivaletti, e odio i vigliacchi“

—  Werner Herzog regista, sceneggiatore e produttore cinematografico tedesco 1942

Werner Herzog Eats His Shoe, 1980

Mario Rapisardi photo
Sandro Pertini photo
Aldo Palazzeschi photo
Erich Maria Remarque photo
Christopher Hitchens photo
Pablo Picasso photo
Bob Dylan photo

„Il sole non è giallo, è vigliacco.“

—  Bob Dylan cantautore e compositore statunitense 1941

Highway 61 Revisited

Salvator Rosa photo

„Figliuol, quest'è l'Eufrate: onusta, e piena | sol ne cavan le reti i più vigliacchi; | un uomo ben composto ara l'arene.“

—  Salvator Rosa pittore, incisore e poeta italiano 1615 - 1673

Ergasto: p. 279
Satire, Satira V, La Babilonia

Mark Twain photo