Frasi su socialista

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema socialista, partito, stato, politico.

Un totale di 347 frasi, il filtro:

Sandro Pertini photo
Fëdor Dostoevskij photo
Sandro Pertini photo
Pier Paolo Pasolini photo
Carlo Cafiero photo
Lenin photo

„In Italia, compagni, c'era un solo socialista capace di guidare il popolo alla rivoluzione: Mussolini. Ebbene, voi lo avete perduto e non siete capaci di ricuperarlo!“

—  Lenin rivoluzionario e politico russo 1870 - 1924

Origine: Citato in Ivan Buttignon, Compagno Duce. Fatti, personaggi, idee e contraddizioni del fascismo di sinistra, prefazione di Giorgio Galli, Hobby & Work Publishing, Milano, 2010.

Lev Trotsky photo
Stalin photo
Benito Mussolini photo
Stalin photo
Kim Il-sung photo
Mao Tsé-Tung photo
Mao Tsé-Tung photo
Margaret Thatcher photo

„Se un conservatore non crede che la proprietà privata è uno dei principali baluardi della libertà individuale, allora avrebbe fatto meglio a diventare un socialista e farla finita.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

da un articolo del Daily Telegraph "My Kind of Tory Party", 30 gennaio 1975

Piero Calamandrei photo
Georges Eugène Sorel photo
Giorgio Bassani photo
Sandro Pertini photo
Giorgio Bassani photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Oswald Mosley photo
Che Guevara photo

„La via pacifica è da scordare e la violenza è inevitabile. Per la realizzazione di regimi socialisti dovranno scorrere fiumi di sangue nel segno della liberazione, anche al costo di vittime atomiche.“

—  Che Guevara rivoluzionario, guerrigliero, scrittore e medico argentino 1928 - 1967

Origine: Citato in C'era una volta il Che.

Tony Blair photo
Peppino Impastato photo
Louis-ferdinand Céline photo
George Orwell photo
Winston Churchill photo

„I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri.“

—  Winston Churchill politico, storico e giornalista britannico 1874 - 1965

Origine: Citato in Gino e Michele, Matteo Molinari, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano, Arnoldo Mondadori Editore, 1997.

Michail Bakunin photo
Dado photo
Leonardo Sciascia photo
Giovanni Adamo II del Liechtenstein photo
Adolf Hitler photo
Enver Hoxha photo
Sergio Romano photo
Tahar Ben Jelloun photo
Indro Montanelli photo
Tom Antongini photo
Benito Mussolini photo

„Dodici anni della mia vita di partito [socialista] sono o dovrebbero essere una sufficiente garanzia della mia fede socialista. Il socialismo è qualche cosa che si radica nel sangue. Quello che mi divide ora da voi non è una piccola questione, è una grande questione che divide il socialismo tutto.“

—  Benito Mussolini politico, giornalista e dittatore italiano 1883 - 1945

Teatro del popolo, Milano, 24 novembre 1914; da II Popolo d'Italia, n. 11, 25 novembre 1914 – anche in Scritti e discorsi
Citazioni tratte dai discorsi
Origine: Pronunciato al teatro del popolo di Milano, la sera del 24 novembre 1914, durante l'assemblea della sezione socialista milanese che decreta l'espulsione di Benito Mussolini dal partito socialista ufficiale.

Luigi Sturzo photo
Giorgio Gaber photo

„Qualcuno era comunista perché abbiamo avuto il peggiore Partito Socialista d'Europa.“

—  Giorgio Gaber cantautore, commediografo e regista teatrale italiano 1939 - 2003

da Qualcuno era comunista, disco 2, n. 8
Il teatro canzone

Marco Travaglio photo
Leo Longanesi photo
Arnold Schwarzenegger photo
Giovanni Passannante photo

„Non sono né internazionalista, né socialista. Non capisco anzi che cosa significhino le parole internazionalismo e socialismo. Il mio ideale è la Repubblica Universale.“

—  Giovanni Passannante anarchico italiano 1849 - 1910

Origine: Citato in Giuseppe Galzerano, Giovanni Passannante, p. 48.

Sandro Pertini photo

„Sono socialista, da più di mezzo secolo. Per me socialismo vuol dire esaltazione della dignità dell'uomo; e quindi il socialismo non può andare disgiunto dalla libertà.“

—  Sandro Pertini 7º Presidente della Repubblica Italiana 1896 - 1990

Origine: Citato in Gianni Bisiach, Pertini racconta, Milano 1983, p. 46.

Fiorentino Sullo photo
Enrico Berlinguer photo
George Orwell photo
Fidel Castro photo

„Noi socialisti abbiamo commesso un errore nel sottovalutare la forza del nazionalismo e della religione.“

—  Fidel Castro rivoluzionario e politico cubano 1926 - 2016

Origine: Da Socialismo e Comunismo: un processo unico, Feltrinelli, Milano, 1969.

Mario Monicelli photo
Luigi Einaudi photo
Sibilla Aleramo photo
Raniero Cantalamessa photo
Simone Weil photo
Simone Weil photo
Italo Svevo photo

„[…] tutti i socialisti finiscono in pratica col ricorrere al mestiere del carnefice.“

—  Italo Svevo poeta, scrittore 1861 - 1928

da Vino generoso

Oscar Wilde photo

„Chiunque può simpatizzare col dolore di un amico, ma solo chi ha un animo nobile riesce a simpatizzare col successo di un amico.“

—  Oscar Wilde poeta, aforista e scrittore irlandese 1854 - 1900

da L'anima umana in regime socialista

George Orwell photo
George Orwell photo
George Orwell photo

„Dobbiamo mettere bene in chiaro che nel movimento socialista c'è posto per esseri umani, o la partita è chiusa.“

—  George Orwell scrittore britannico 1903 - 1950

cap. XIII, p. 249

George Orwell photo
Stefan Zweig photo
Vilfredo Pareto photo
Vilfredo Pareto photo
Vilfredo Pareto photo
Ludwig von Mises photo
John Stuart Mill photo
Milton Friedman photo
Margaret Thatcher photo
Margaret Thatcher photo

„I governi socialisti tradizionalmente fanno un pasticcio finanziario. Sono sempre a corto di soldi degli altri. Si tratta piuttosto di una loro caratteristica.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

da un'intervista televisiva per la Thames TV, 5 febbraio 1976

Margaret Thatcher photo
Margaret Thatcher photo

„Lo Stato socialista è totalmente estraneo al carattere britannico.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

Premiership, Primo mandato come primo ministro

Margaret Thatcher photo

„Il grido socialista di "Potere al popolo", e le alzate di pugno chiuso mentre lo si dice. Sappiamo tutti quale sia realmente il vero significano: potere sulle persone, potere allo Stato.“

—  Margaret Thatcher primo ministro del Regno Unito 1925 - 2013

dal discorso al Consiglio centrale dei Conservatori, 15 marzo 1986

Mao Tsé-Tung photo
Léon Blum photo
Alfredo Bini photo

„Il cinema per la sua esistenziale necessità di ricerca, di denuncia, di novità e di rinnovamento… e per la sua caratteristica irrinunciabile di spettacolo di massa… è per sua natura socialista in senso lato.“

—  Alfredo Bini produttore cinematografico italiano 1926 - 2010

da Appunti per chi ha il dovere civile, professionale e politico di difendere il cinema italiano; citato in Corsi 2001, p. 161-162

Heinrich Himmler photo
Peter Schneider photo
Herbert Fisher photo
Miloslav Vlk photo
Jean-Marie Le Pen photo
Michail Gorbačëv photo
Gabriel Péri photo
Peter Townsend photo
George Steiner photo
George Steiner photo
Michael Novak photo
Frédéric Ozanam photo
Giovanni Amendola photo

„La democrazia non può pretendere di conservare la sua funzione orientatrice, la sua posizione direttiva nella vita pubblica italiana perché essa non ha saputo organizzarsi come partito, perché essa non è un "partito di masse". Ed ecco sorgere, sulla nostra via, il mito dei partiti di masse, che sono, in definitiva, partiti di minoranze, dietro i quali vive e prospera il fenomeno sindacale. Il partito fascista, a mano a mano che subisce l'inflazione sindacalista, assume sempre più il carattere di partito di masse, così come l'assunsero precedentemente, nelle medesime condizioni, il partito socialista ed il partito popolare. Ora codesti partiti, cosiddetti di masse, hanno come caratteristica la dipendenza dagli interessi economici delle classi o categorie raccolte in sindacati, e la disciplinata organizzazione sotto la direttiva di piccoli ceti di professionali della politica; essi stessi possono anzi considerarsi, in più largo senso, come accolte di professionali della politica, i quali ricollegano a tale esercizio professionale, o la difesa di essenziali interessi economici, oppure il proprio ufficio personale congiunto alla propria esistenza. Si tratta, pertanto, di ceti limitati e selezionati, anche quando le tessere si contino a milioni. La grande maggioranza del popolo italiano vive fuori di questi grandi reticolati di sindacati e di tesserati; essa è composta di milioni di uomini i quali consacrano la loro quotidiana esistenza all'esercizio di attività private e non di attività pubbliche, e che traggono i loro mezzi di vita dal lavoro individuale produttivo, e non già dalla politica esercitata su scala più o meno larga o ristretta. Questa grande maggioranza del nostro popolo cerca, col sentimento e con la ragione, nella democrazia, la espressione delle sue idealità, e la tutela degli interessi generali del Paese, e quando pensa e parla di politica, nelle ore lasciate libere al lavoro privato, non pensa agli interessi sindacali ma pensa all'Italia, e si chiede in qual modo la grande maggioranza degli italiani riuscirà ad imporre la sua volontà e la sua anima alle minoranze rumorosamente contendenti, onde comporre finalmente il loro conflitto in un fraterno e fecondo silenzio. Ora, questa maggioranza italiana, disorganizzata se si guarda alla tessera, ma politicamente viva e vibrante, anzi più viva e vibrante delle minoranze compatte ed omogenee che costituiscono i così detti partiti di massa, viventi una vita in gran parte artificiale, sovreccitata dall'esercizio della politica professionale – questa grande maggioranza italiana che custodisce la sanità della stirpe ed è il perno del nostro avvenire, chiede ai politici tutti di arrestare, finalmente, il tumultuoso disordine che impedisce e disturba ogni seria considerazione dei problemi nazionali, ed invoca e comanda che da oggi in avanti non un'ora sia più perduta nella sterile contesa.“

—  Giovanni Amendola politico e giornalista italiano 1882 - 1926

Giovanni Amendola, In difesa dell'Italia liberale, in I Progetti del Corriere della Sera, I Maestri del pensiero democratico, n. 11, pag. 53 e 54
In difesa dell'Italia liberale

John Kenneth Galbraith photo

„Il socialismo, al nostro tempo, non è una conquista dei socialisti; il socialismo moderno è il figlio degenere del capitalismo. E così sarà negli anni a venire.“

—  John Kenneth Galbraith economista, funzionario e diplomatico canadese 1908 - 2006

Origine: Da Storia dell'economia, 1987.

Viktor Suvorov photo
Georges Eugène Sorel photo

„I "fascisti" trattano i socialisti più o meno come i black and tans trattano i Sinn-feins e hanno fin qui il prestigio della violenza. […] La Russia rimane il solo paese nel quale possa fermentare qualche lievito. […] Occorre seguire con molta simpatia quello che fa Lenin.“

—  Georges Eugène Sorel filosofo, sociologo e ingegnere francese 1847 - 1922

dalla lettera a Guglielmo Ferrero del 13 marzo 1921; citato in Georges Sorel e Guglielmo Ferrero, a cura di Mario Simonetti, "Il Pensiero politico", n. 1, 1972, p. 149

Georges Eugène Sorel photo
Georges Eugène Sorel photo
Friedrich Julius Stahl photo