Frasi su danno

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema danno, essere, vita, due-giorni.

Un totale di 683 frasi, il filtro:

Ennio Flaiano photo
Charles Bukowski photo
Romano Battaglia photo
Mondo Marcio photo
Roberto Baggio photo
Michael Jackson photo
Marco Aurelio photo
Vincent Van Gogh photo
Giovanna d'Arco photo
Keanu Reeves photo
Anaïs Nin photo
Simone Weil photo
Charlie Chaplin photo
Oriana Fallaci photo
Giuseppe Moscati photo
Vittorio Arrigoni photo
Fabri Fibra photo

„Mi danno comandi che non seguo più, | vorrei fare tutto a modo mio.“

—  Fabri Fibra rapper, produttore discografico e scrittore italiano 1976

da Frank Sinatra, n. 11
Guerra e pace

Benito Mussolini photo
Madre Teresa di Calcutta photo

„Si devono amare gli animali per essere più vicini a Dio perché ti danno tutto, senza chiedere niente. Perché contro il potere dell'uomo con le armi sono indifesi. Perché sono eterni bambini. Perché non conoscono il denaro e si consolano solamente con un posto dove rifugiarsi dal freddo. Perché si fanno capire senza proferire parola. Perché non conoscono invidia né rancore. Perché il perdono è ancora naturale in loro. Perché sanno amare con lealtà e fedeltà. Perché vivono senza avere una lussuosa dimora. Perché non comprano l'amore, semplicemente lo aspettano. Perché sono nostri compagni, eterni amici che niente potrà separare. Perché sono vivi. Per questo e altre mille cose meritano il nostro amore. Se impariamo ad amarli come meritano, saremo molto vicini a Dio.“

—  Madre Teresa di Calcutta religiosa e beata albanese 1910 - 1997

Attribuite
Origine: Brano citato da Silvio Berlusconi in un discorso agli iscritti del suo partito e postato sulla propria pagina Facebook il 29 marzo 2014; citato in Berlusconi a caccia di nuovi consensi. «Ogni cane, un voto» http://www.iltempo.it/politica/2014/03/30/news/berlusconi-a-caccia-di-nuovi-consensi-ogni-cane-un-voto-934081/, IlTempo.it, 30 marzo 2014. Il brano è rintracciabile su internet già prima di tale data, in varie pagine web di argomento animalista, con un inizio leggermente diverso ("Perché amare gli animali? Perché ti danno tutto, senza chiedere niente", in inglese "Why Should We Love Animals? Because they give everything asking for nothing back").

Ramón Gómez De La Serna photo

„La differenza che c'è tra le ninfe e le sirene è che le ninfe danno baci dolci e le sirene salati.“

—  Ramón Gómez De La Serna scrittore e aforista spagnolo 1888 - 1963

Origine: Mille e una greguería, Greguería‎s‎, p. 58

Giovanni Bosco photo
Isabel Allende photo

„I nostri pensieri danno forma a ciò che noi supponiamo sia la realtà.“

—  Isabel Allende la città delle bestie 1942

da Il regno del drago d'oro

Arthur Schopenhauer photo
Peter Høeg photo

„Sai cosa c'è alla base della matematica?» dico, «Alla base della matematica ci sono i numeri. Se qualcuno mi chiedesse che cosa mi rende davvero felice, io risponderei: i numeri. La neve, il ghiaccio e i numeri. E sai perché?»
Spacca le chele con uno schiaccianoci e ne estrae la polpa con una pinzetta curva.
«Perché il sistema matematico è come la vita umana. Per cominciare ci sono i numeri naturali. Sono quelli interi e positivi. I numeri del bambino. Ma la coscienza umana si espande. Il bambino scopre il desiderio, e sai qual è l'espressione matematica del desiderio?»
Versa nella zuppa la panna e alcune gocce di succo d'arancia.
«Sono i numeri negativi. Quelli con cui si dà forma all'impressione che manchi qualcosa. Ma la coscienza si espande ancora, e cresce, e il bambino scopre gli spazi intermedi. Fra le pietre, fra le parti di muschio sulle pietre, fra le persone. E tra i numeri. Sai questo a cosa porta? Alle frazioni. I numeri interi più le frazioni danno i numeri razionali. Ma la coscienza non si ferma lì. Vuole superare la ragione. Aggiunge un'operazione assurda come la radice quadrata. E ottiene i numeri irrazionali».
Scalda il pane nel forno e mette il pepe in un macinino.
«È una sorta di follia. Perché i numeri irrazionali sono infiniti. Non possono essere scritti. Spingono la coscienza nell'infinito. E addizionando i numeri irrazionali ai numeri razionali si ottengono i numeri reali».
Sono finita al centro della stanza per trovare posto. È raro avere la possibilità di chiarirsi con un'altra persona. Di norma bisogna combattere per avere la parola. Questo per me è molto importante.
«Non finisce. Non finisce mai. Perché ora, su due piedi, espandiamo i numeri reali con quelli immaginari, radici quadrate dei numeri negativi. Sono numeri che non possiamo figurarci, numeri che la coscienza normale non può comprendere. E quando aggiungiamo i numeri immaginari ai numeri reali abbiamo i sistemi numerici complessi. Il primo sistema numerico all'interno del quale è possibile dare una spiegazione soddisfacente della formazione dei cristalli di ghiaccio. È come un grande paesaggio aperto. Gli orizzonti. Ci si avvicina a essi e loro continuano a spostarsi. È la Groenlandia, ciò di cui non posso fare a meno! È per questo che non voglio essere rinchiusa.“

—  Peter Høeg scrittore danese 1957

da Il senso di Smilla per la neve

Carmine Crocco photo
Hermann Hesse photo

„Tutti i libri del mondo | non ti danno la felicità, | però in segreto | ti rinviano a te stesso.“

—  Hermann Hesse scrittore, poeta e aforista tedesco 1877 - 1962

Origine: Da Libri, in La felicità, a cura di Volker Michels, traduzione di Nicoletta Salomon, Mondadori, Milano, 2010.

Malcolm X photo

„Di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente; si limitano a piangere della propria situazione. Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose.“

—  Malcolm X attivista statunitense 1925 - 1965

Origine: Da Malcolm X Speaks: Selected Speeches and Statements, George Breitman, 1965; citato in Marina Bacchiani, Un piccolo delitto di provincia, Editrice UNI Service.

Enzo Biagi photo
Jean Jacques Rousseau photo
George Bernard Shaw photo
Ludovico Ariosto photo

„Ben ch'esser donna sia in tutte le bande | danno e sciagura, quivi era pur grande.“

—  Ludovico Ariosto, libro Orlando furioso

canto VIII, ottava LVIII, versi 7-8
Orlando furioso

Gabriel García Márquez photo

„… gli esseri umani non nascono sempre il giorno in cui le loro madri li danno alla luce, ma che la vita li costringe ancora molte altre volte a partorirsi da sé.“

—  Gabriel García Márquez, libro L'amore ai tempi del colera

Love in the Time of Cholera
L'amore ai tempi del colera
Variante: si lasciò trasportare dalla sua convinzione che gli esseri umani non nascono sempre il giorno in cui le loro madri le danno alla luce, ma che la vita li costringe ancora molte altre volte a partorirsi da sé.

Honoré De Balzac photo
Samuel Beckett photo

„Pozzo: Ci danno la vita a cavallo di una tomba. Il giorno splende in un istante; ed è subito notte.“

—  Samuel Beckett scrittore, drammaturgo e poeta irlandese 1906 - 1989

II

Caterina da Siena photo

„L'umile spegne la superbia, però […] 'l superbo non può far danno a l'umile.“

—  Caterina da Siena religiosa italiana 1347 - 1380

Libro della divina dottrina volgarmente detto Dialogo della divina provvidenza

Zygmunt Bauman photo

„L'esperienza alla Nunziatella mi ha insegnato a lottare contro il privilegio, a ribellarmi alla competizione per arrivare primi, alla guerra contro il collega, mi ha insegnato che bisogna restare uniti. In tutte le altre scuole ti insegnano il contrario: se studi arriverai primo e avrai un privilegio maggiore di quello che arriva ultimo. Se accetti il privilegio sei finito. Non ti insegnano a lavorare perché credi in quello che fai e vuoi costruire qualcosa. No! Se sei primo, ti danno la sede vicino a casa tua, se sei primo ti fanno la macchina più bella, se sei primo ti danno la cravatta migliore. È per questo che non sopporto la cravatta bella, la macchina bella, non me ne frega nulla di stare vicino a casa. […] Alla Nunziatella dormivamo nei corridoi in 15-20 persone, tutti insieme, e ricordo che delle sere tornando ero contento che tutti i miei amici fossero lì a dormire. Pensavo: "siamo tutti qui", ed ero felice. In ogni altro ambiente di lavoro non è così, ci si scanna. Ti voglio dire una cosa importante: il papà di un mio amico, un collega della Nunziatella, che mi ospitava quando ero a Napoli, era malato, e poco prima di morire aveva telefonato al figlio e aveva chiesto di salutare anche me, che occasionalmente stavo lì; mi disse al telefono: "vogliatevi bene", quasi ossessivamente, "vogliatevi bene sempre" – io gli chiedevo come stava – e lui rispondeva: "ricordatelo, vogliatevi bene sempre, ricordatelo, ricordatelo"“

—  Sergio De Caprio carabiniere italiano 1961

si vede che lui già sapeva... Anche lui era della Nunziatella, per me.
Origine: Citato in Maurizio Torrealta, Ultimo. Il capitano che arrestò Totò Riina, Feltrinelli Editore, 2001, pp. 31-32 http://books.google.it/books?id=eNBwKglWafUC&pg=PA31. ISBN 8807815486

Leonardo Da Vinci photo
Francesco Petrarca photo
Platone photo
Augusto photo

„All'età di diciannove anni per mia sola deliberazione ed a mie spese formai un esercito con il quale restituii la libertà alla repubblica dominata e oppressa da una fazione. Per questo il senato con decreti mi accolse nell'ordine suo attribuendomi il diritto di esprimere fra i consolari la mia sentenza e mi conferì il comando militare; e ordinò che io provvedessi, in qualità di pretore, insieme con i consoli, affinché lo stato non patisse danno. Il popolo in quell'anno medesimo mi fece console, essendo in guerra entrambi i consoli caduti, e triumviro con l'incarico di riordinare la repubblica.
Quelli che il mio padre trucidarono mandai in esilio punendo il loro delitto con procedimenti legali; e movendo poi essi guerra alla repubblica li vinsi due volte in battaglia. Guerre per terra e per mare civili ed esterne in tutto il mondo combattei spesso; e vincitore lasciai in vita tutti quei cittadini che implorarono grazia. Quasi cinquecentomila cittadini romani in armi sotto le mie insegne; dei quali più di trecentomila inviai in colonie o rimandai nei loro municipi, compiuto il servizio militare; e a essi tutti assegnai terre o donai denaro in premio del servizio.
Due volte ricevette l'onore trionfale dell'ovazione e tre curili trionfi celebrai; e fui ventuno volte acclamato imperator, pur decretando altri numerosi trionfi a me il senato, ai quali tutti io rinunziai. […] Triumviro per riordinare lo stato fui per dieci anni continui. Princeps senatus fui fino al giorno in cui scrissi queste memorie per anni quaranta. E fui pontefice massimo, augure, quidecemviro alle sacre cerimonie, settemviro degli epuloni, fratello arvale, sodale Tizio, feziale. […] Nel mio sesto e settimo consolato, dopo di aver estinto l'avvampare delle guerre civili, avendo io per consenso universale assunto il potere supremo, trasferii dalla mia persona al senato e al popolo romano il governo della repubblica. Per questo mio atto, in segno di riconoscenza, mi fu dato il titolo di Augusto per deliberazione del senato. Dopo di allora tutti sovrastai per autorità, ma potere non ebbi più ampio di quelli che in ogni magistratura mi furono colleghi.“

—  Augusto primo imperatore romano antico -63 - 14 a.C.

da Res gestae divi Augusti

Eihei Dōgen photo
Louis Énault photo

„Gli slavi si concedono volentieri, ma non si danno mai. E Chopin è più polacco della Polonia.“

—  Louis Énault scrittore e giornalista francese 1824 - 1900

citato in Nino Salvaneschi, Il tormento di Chopin, dall'Oglio Editore, 1934

Antonietta Potente photo

„Le comunità ad un certo punto si bloccano nel loro cammino, perché danno più valore a ciò che hanno raggiunto invece di dare possibilità a cio che deve ancora nascere.“

—  Antonietta Potente teologa e religiosa italiana 1958

La fede. Semplicemente appoggiarsi alla profondità della vita, Icone, Roma 2006, pag. 32

Aldo Busi photo
Fabri Fibra photo
Epitteto photo
Colle der Fomento photo
Nesli photo

„Siamo sinceri: diciamo come stanno le cose senza preoccuparci a chi faremo un danno.“

—  Nesli rapper, beatmaker e cantautore italiano 1980

da Sono un prodotto, n. 3
Home

Adel Taarabt photo
Stan Lee photo

„[Parlando dei suoi celebri cameo] Non sono io a scrivere la mia parte, altrimenti mi scriverei una scena di mezz'ora. Lo scrivono loro, e mi danno poco tempo perché hanno paura che eclissi le star con la mia performance.“

—  Stan Lee fumettista, editore e produttore cinematografico statunitense 1922 - 2018

Origine: Citato in Doctor Strange, Stan Lee rassicura i fan: "Scott Derrickson ha fatto un ottimo lavoro" http://talkymovie.it/post/2092/doctor-strange-stan-lee-rassicura-i-fan-scott-derrickson-ha-fatto-un-ottimo-lavoro/, talkymovie.it.

Kobe Bryant photo

„[Un mese prima dell'annuncio dell'addio] Sto facendo schifo, sono il 200° miglior giocatore della Nba in questo momento. […] I miei compagni mi danno la palla, mi fanno dei passaggi meravigliosi. Il loro lavoro è rendermi la vita facile, il mio è di concludere. La cosa più responsabile da fare è fare canestro.“

—  Kobe Bryant cestista statunitense 1978 - 2020

Origine: Citato in Nba, Kobe Bryant: "Faccio schifo, sono il 200° giocatore in questo momento" http://www.gazzetta.it/Nba/02-11-2015/nba-lakers-kobe-bryant-130759678261.shtml, Gazzetta.it, 2 novembre 2015.

Aristotele photo
Marshall Rosenberg photo
Dorothy Parker photo
Rudolf Steiner photo
Michel De Montaigne photo

„Il profitto dell'uno è il danno dell'altro.“

—  Michel De Montaigne filosofo, scrittore e politico francese 1533 - 1592

XXII, I

Jean Vanier photo
Isaac Asimov photo

„Legge zero:
Un robot non può recare danno all'umanità, né può permettere che, a causa del suo mancato intervento, l'umanità riceva danno.“

—  Isaac Asimov, libro I robot e l'Impero

Variante: Prima Legge:
Un robot non può recare danno agli esseri Umani, né può permettere che, a causa del suo mancato intervento, gli esseri Umani ricevano danno.
Origine: Formulata da R. Daneel Olivaw e da R. Giskard Reventlov e applicata per la prima volta da quest'ultimo – primo robot mentalico – al termine del romanzo "I robot e l'Impero". Ne deriva una coerente modifica della Prima legge: "Un robot non può recare danno agli esseri Umani, né può permettere che, a causa del suo mancato intervento, gli esseri Umani ricevano danno, a meno che ciò non contrasti con la legge zero".

Paulo Coelho photo
Giovanni Boccaccio photo

„E così, a modo del villan matto, dopo danno fe' patto.“

—  Giovanni Boccaccio scrittore e poeta italiano 1313 - 1375

VII giornata, novella IV
Decameron

Francesco Guccini photo

„Fa niente. Danno in TV un programma intelligente, ci vuole un tè aromatico e bollente e poi che il sonno arrivi a poco a poco.“

—  Francesco Guccini cantautore italiano 1940

da Canzone per Anna
Quello che non...

Lorenzo Licalzi photo
Sergio Ricossa photo
Luciano Ligabue photo
Krishna photo
Guido Cavalcanti photo
Gianni Brera photo
Laura Palazzani photo
Fabri Fibra photo
Reinaldo Arenas photo
Livio Andronico photo
Dario Fo photo

„Il castello di Nocera è posto in una terra assai fertile e dall'aria salubre: infatti, il suolo di essa produce un ottimo vino bianco e rosso, grano, segale e altri ottimi frutti in grande abbondanza. C'è una bella pianura con intorno alti monti e sorgenti abbondanti ed amene, e gli abitanti di questa valle amena seminano quattro volte all'anno; i campi producono svariati raccolti, dalle viti stese sopra gli olmi si ricava il vino in abbondanza e così l'olio dagli olivi. Le montagne sono coperte d'alberi, soprattutto enormi castagni, su cui crescono le castagne più grandi che io abbia mai visto. Dalla base dei monti dal lato verso la città di Amalfi, fino alla strada che dal castello va a Salerno, vi è una piantagione di noci o noccioli della lunghezza di 3-4 miglia e della larghezza di un miglio, e questi alberi di noci danno ogni anno tanta copia di frutti che basterebbero a molte regioni, se le raccogliessero: ma se ne nutrono i maiali, le cui carni, sia salate che fresche, si mantengono a lungo e sono ottime e saporite e non ho mai visto capponi più grandi e grassi e a buon mercato di quelli che si trovano in questa piana. Perciò i Curiali, finché furono sicuri, vi soggiornarono più volentieri che in qualsiasi altra parte del Regno di Sicilia. Dall'altro lato, verso il castello di Torre, sorge quel fertilissimo monte che chiamano volgarmente Somma, estremamente fruttifero, assai alto e dalla circonferenza assai ampia. Dista otto miglia dal castello di Nocera alla quale somiglia per ubertosità… Vi si producono ottimi vini greci, di almeno tre qualità, grande, mediocre e minore, che vengono portati nei vari luoghi e paesi. Ho sentito ripetere che i loro dazi ammontano ogni anno a più di 200 fiorini. Ogni anno, al tempo della vendemmia, si possono vedere oltre centomila recipienti costruiti dagli abitanti di questa zona con legno dei castagni di quei monti: ognuno di essi ha la capacità di otto barili secondo la misura romana; vi sono inoltre infiniti altri recipienti detti caratelli, che contengono di solito ognuno quattro barili. Il mosto raccolto dalle vigne di questo monte viene riposto in tali recipienti, e poi trasportato nei luoghi di mare, a Napoli, e nei vari paesi del mondo dai mercanti, attraverso il mare che dista dal monte tre miglia italiche. In molte località esso vien venduto come malvasia o altro vino di pregio.“

—  Teodorico di Nieheim storico tedesco 1340 - 1418

libro I, cap. XXXVIII
De schismate libri III

„Ho scoperto prestissimo che i migliori compagni di viaggio sono i libri: parlano quando si ha bisogno, tacciono quando si vuole silenzio. Fanno compagnia senza essere invadenti. Danno moltissimo, senza chiedere nulla.“

—  Tiziano Terzani, libro Un indovino mi disse

Un indovino mi disse
Variante: I migliori compagni di viaggio sono i libri: parlano quando si ha bisogno, tacciono quando si vuole silenzio. Fanno compagnia senza essere invadenti. Danno moltissimo senza chiedere nulla.

Giorgio Gaber photo
Fernando Pessoa photo

„La bellezza è il nome di una cosa qualunque che non esiste | Che io do alle cose in cambio del piacere che mi danno.“

—  Fernando Pessoa poeta, scrittore e aforista portoghese 1888 - 1935

da Fantasie di interludio, p. 206
Poesie, Pessoa ortonimo, Gli eteronimi, Alberto Caeiro: Poemi completi

Marco Aurelio photo

„Le persone danneggiate sono pericolose. Sanno di poter sopravvivere.“

—  Josephine Hart scrittrice, produttrice teatrale e personaggio televisivo irlandese 1942 - 2011

da Il danno, traduzione di Vincenzo Mantovani, Feltrinelli Editore, 1993
Il danno

Martín Lutero photo

„Considero un danno minore perdere tutti i propri averi che perdere un amico fedele.“

—  Martín Lutero teologo tedesco 1483 - 1546

Origine: Breviario, p. 67

Albert Einstein photo

„Personalmente ho provato il piacere più grande a contatto con le opere d'arte. Mi danno una felicità che non riesco a trovare altrove.“

—  Albert Einstein scienziato tedesco 1879 - 1955

Origine: Nel 1920; citato in Alexander Moszowski, Conversation with Einstein, Horizon Press, New York, 1970, p. 184.
Origine: Pensieri di un uomo curioso, p. 30

„Le parole danno alla luce le cose o danno luce alle cose.“

—  Alessandro D'Avenia, libro Ciò che inferno non è

libro Ciò che inferno non è

Michelangelo Buonarroti photo

„Caro m'è 'l sonno, e più l'esser di sasso, | mentre che 'l danno e la vergogna dura; | non veder, non sentir m'è gran ventura; | però non mi destar, deh, parla basso.“

—  Michelangelo Buonarroti scultore, pittore, architetto e poeta italiano del XV - XVI secolo 1475 - 1564

son. 247
Rime

Howard Phillips Lovecraft photo
Tucker Max photo
Marilyn Monroe photo

„Perchè non porto biancheria intima? Mi danno così fastidio tutte quelle piegoline.“

—  Marilyn Monroe attrice, cantante, modella e produttrice cinematografica statunitense 1926 - 1962